Lo Studio Associato Casamonti Filauro di Roma ha una solida fama di affidabilità, di tradizionale capacità di assistenza e affiancamento alla clientela.

Un modo di soddisfare i propri clienti immutato nel tempo, ma trasformato dall’evoluzione del modo di fare business e dal proliferare di normative e leggi che impegnano non poco nell’interpretazione e nell’applicazione.

Alessandro Casamonti conferma che la consulenza fa parte del DNA aziendale dello Studio e ne è un caposaldo.
Continuiamo come un tempo a seguire e consigliare i clienti su tutti gli aspetti societari e fiscali. Per questo abbiamo innanzitutto pensato all’automazione di tutto quello che era possibile in Studio per poter liberare risorse ed energie da dedicare alle attività a maggior valore aggiunto. Wolters Kluwer Tax & Accounting in questo è stata fondamentale, perché con lo stesso spirito con il quale noi accudiamo i clienti, ci siamo sentiti consigliati e indirizzati su quelle soluzioni digitali che meglio si adattavano alla nostra realtà di Studio. È un dato di fatto che anche la tecnologia deve adattarsi all’utilizzatore e tra tante soluzioni, Wolters Kluwer Italia ci ha indirizzato verso quelle tecnologie digitali che meglio si adattavano al nostro modo di operare e che più avrebbero favorito lo sviluppo dell’interazione con i clienti. Abbiamo così recuperato spazio ed energie per dedicarci alla consulenza più pura, con grande soddisfazione anche dei nostri clienti”.

Studio Associato Casamonti Filauro
Studio Associato Casamonti Filauro

Nel tempo sono cambiate anche modalità, frequenze e complessità delle nuove normative.

“Le problematiche del transfer pricing un tempo non erano conosciute. Aprire una filiale a Dubai una volta non era affatto normale. Oggi invece queste pratiche e possibilità rappresentano quasi una prassi quotidiana e rendono il nostro lavoro più complesso e articolato. Anche l’interpretazione delle norme non è sempre facile. La linearità è da tempo scomparsa e viviamo veramente un’epoca intricata in questo senso.
Sia la burocrazia sia le dinamiche normative invadono la nostra attività e sottraggono tempo alla consulenza che invece da vero valore all’attività del commercialista. Ci confrontiamo spesso con colleghi e conveniamo altrettanto spesso sulle comuni difficoltà. Noi ci affidiamo decisamente all’automazione digitale seguendo i consigli del nostro partner tecnologico, nella consapevolezza che per un professionista che non ha dimestichezza digitale, aumenta la difficoltà nella quale deve operare”.

La crisi sanitaria, che ha chiuso tutta l’Italia in casa, spiega Alessandro Casamonti, è stata un banco di prova anche per lo Studio.

Alessandro Casamonti
Alessandro Casamonti, Studio Associato Casamonti Filauro

“Il lockdown e la segregazione forzata non ci hanno affatto impedito di svolgere la nostra attività. Certo ci è mancata la prossimità al cliente e credo sia stata una mancanza reciproca. Abbiamo però fatto di necessità virtù e abbiamo sperimentato le magie dello smart working. In questo ci hanno aiutato non poco le soluzioni digitali di Wolters Kluwer. Tutti i componenti dello studio si collegavano da remoto e applicativi come Genya Bilancio e Fattura SMART hanno permesso il proseguimento sereno e produttivo delle attività. Il rapporto con la nostra clientela è proseguito fluidamente con il portale di collaborazione e non abbiamo riscontrato alcun problema particolare, se non quello che la mancanza di mobilità ha creato a tutta l’Italia. La distanza sociale per noi è stata anche distanza lavorativa ma non produttiva e nemmeno emotiva. Abbiamo prodotto e i nostri clienti l’hanno percepito e apprezzato. Se l’affidabilità del nostro Studio è proverbiale è perché cerchiamo di superare ogni ostacolo, anche grazie alla nostra struttura digitale.”

Il complesso periodo di emergenza sanitaria ha portato molte imprese sull’orlo della crisi, soprattutto nel mondo delle PMI. Anche se la normativa sulla Crisi d’Impresa è slittata all’anno venturo, è proprio ora che bisognerà affiancare le aziende per aiutarle a uscire da una situazione difficile e evitare che si riveli, perché trascurata, irreversibile.

“La crisi d’impresa è un argomento fin troppo ricorrente in questo momento post pandemico. È come lo spaghetto al pomodoro, lo trovi in ogni menù di ogni ristorante. La crisi, se non c’è già, è dietro l’angolo. Abbiamo affrontato discussioni davvero particolari con qualche cliente che ci chiedeva un business plan a 3 anni, e noi abbiamo risposto che sarebbe un’attività più creativa che logica. Vanno ripensati modi di stare sul mercato insieme all’analisi fiscale e amministrativa.

Genya Crisi d’Impresa di Wolters Kluwer Tax & Accounting è sicuramente un software che già oggi potrà dare una mano, perché mi è stato illustrato che partendo da una situazione contabile acquisita da un qualsiasi applicativo, permette di ottenere automaticamente il calcolo degli indici di allerta, una ricca serie di indici di bilancio e la gestione del rating bancario, grazie all’analisi del documento della Centrale dei Rischi e Medio Credito Centrale.

Un software del genere è senza dubbio una soluzione estremamente efficiente che, oltre a rendere la gestione del nuovo adempimento, quando sarà operativo, fluida e funzionale, dovrebbe consentire già da ora la vigilanza attiva sul benessere dell’attività.”

Oltre ai calcoli e alle previsioni automatizzate, Genya Crisi d’Impresa agevolerà l’attività consulenziale del commercialista che potrà fornire ai propri clienti, oltre al posizionamento rispetto agli indici di allerta, anche analisi di bilancio ed ulteriori analisi sull’andamento del business dell’azienda.

Tutto quello che serve al Commercialista per essere davvero un consulente informato e efficiente. Esattamente come lo Studio Associato Casamonti Filauro.

Non perdere tutti gli approfondimenti della Room Tecnologia e innovAZIONE Digitale per professionisti e imprese

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA