Conto alla rovescia per Digital Health Summit, l’evento in programma dal 10 al 12 ottobre presso il Centro Congressi Palazzo Stelline di Milano che nasce dalla partnership fra AISIS (Associazione Italiana Sistemi Informativi in Sanità), GGallery Group e NetConsulting cube, le realtà che organizzano, già da due anni con successo, Life Tech Forum, il convegno di riferimento dell’e-Health in Italia. Il summit si configura come un’occasione di incontro privilegiata fra sanità italiana e i suoi primari interlocutori, mondo farmaceutico ed ecosistema digitale dei fornitori.

Ne parliamo con le tre anime organizzatrici di quella che è considerata la più significativa manifestazione per la futura sostenibilità del Welfare State nel nostro Paese.

Digital Health Summit 2018 e Life Tech Forum: come si colloca il summit rispetto alle precedenti edizioni dell’evento?

Dopo Genova e Venezia  – afferma Annamaria Di Ruscio, Amministratore Delegato di NetConsulting cube – saremo a Milano con una tre giorni che si preannuncia più ricca delle precedenti edizioni grazie a una partnership che ha unito quanto costruito con Life Tech Forum e il know-how dell’Associazione Italiana Sistemi Informativi in Sanità (AISIS). Il summit – in cui sarà presentata peraltro la nuova edizione dell’Osservatorio eHealth Lab – ha l’obiettivo di diventare il punto di riferimento per l’ecosistema della sanità, facilitando un dialogo costruttivo a quattro: Istituzioni, Sistema Sanitario, mondo del Farma e ICT Vendor.”

Focus sui temi principali del summit: di che cosa si parlerà quest’anno?

“Il Digital Health Summit  – spiega Giuliano Pozza, Presidente di AISIS – non parla di innovazione solo tecnologica ma anche di innovazione di modello e di cultura. Per questo durante la tre giorni ci confronteremo con decisori di diversa estrazione, aziende farmaceutiche e di dispositivi medici, fornitori di tecnologie, C.I.O., associazioni, key user, esponenti del mondo accademico… insomma con tutti gli stakeholder della sanità digitale italiana e internazionale. La trasformazione digitale in atto, nella sanità come in altri settori, non è un fenomeno tecnologico o da specialisti e non può essere governata se non affrontandola da tutti i punti di vista e con tutti gli attori coinvolti, altrimenti non se ne comprende la portata e non si colgono gli enormi benefici.”

Nell’ambito delle complessità che contraddistinguono l’evoluzione del sistema sanitario italiano, quale ruolo avrà il mondo farmaceutico nei dibattiti durante il Summit?

Non può essere trascurata la necessità di affrontare il tema con un approccio olistico, senza perdere di vista gli obiettivi convergenti di economia sanitaria e miglioramento di assistenza/cura del paziente – sostiene Paolo Macrì, Presidente di GGallery Group. Possiamo realizzarli sia grazie a strumenti di tipo tecnologico, risolutivi in certi ambiti, sia soprattutto mettendo a fattor comune esperienze e sperimentazioni trasversali tra mondo medico-scientifico, industriale e tecnologico. In particolare, l’industria farmaceutica deve essere uno degli attori protagonisti, perché l’aderenza terapeutica e i farmaci innovativi, entrambi in qualche modo “legati” alle nuove tecnologie, sono uno strumento fondamentale nel trattare le patologie croniche più diffuse e determinanti per la spesa sanitaria nazionale.”

Fra gli altri topic in calendario l’innovazione nei modelli di assistenza socio-sanitaria nel contesto italiano e internazionale, con un approfondimento sulla gestione dei cronici, degli anziani e sull’assistenza a distanza.
Grande attenzione sarà data anche ai temi dell’innovazione e della digital transformation in ambito farmaceutico e dei dispositivi medici, per questo l’evento vedrà anche la collaborazione di Farmindustria. Come sempre ruolo particolarmente significativo avrà la riflessione sulle tecnologie abilitanti e su quelle di frontiera con i relativi usi e impatti (Robotica, strumenti di “patient engagement”, Machine Learning & Big data, Telehealth e Telecare…) e dell’innovazione “culturale”.
Nella tre giorni di tavole rotonde e incontri si alterneranno confronti tra istituzioni, fornitori, operatori del settore ed esponenti del mondo accademico con testimonianze ed esperienze internazionali. Fra i momenti chiave dell’evento ci sarà infine la presentazione del nuovo volume di AISIS dal titolo ‘Digital Health Transformation e Nuovi Modelli di Cura’ che contiene sia i risultati della nuova edizione dell’Osservatorio eHealth Lab a cura di NetConsulting cube sia quelli del percorso sulle competenze digitali denominato eHealthAcademy, che è il frutto della collaborazione tra AISIS, AICA e SDA Bocconi School of Management.

Per saperne di più, consulta il programma preliminare e leggi il profilo dei relatori che interverranno. 

Il summit – in cui sarà presentata la nuova edizione dell’Osservatorio eHealth Lab – ha l’obiettivo di diventare il punto di riferimento
per l’ecosistema della sanità

© RIPRODUZIONE RISERVATA