Nelle aziende le unità di progettazione e business spesso lavorano in modo non integrato, a silos, e la prima conseguenza è che produttori, team di progettazione e responsabili dell’assistenza prodotto non riescono a cooperare per creare e gestire rapidamente offerte di prodotti e servizi incentrati sul cliente. Nasce anche per indirizzare questi bisogni la nuova partnership tra Siemens e Sap che aiuterà le organizzazioni a “scomporre” questi silos in modo che i team dispongano, allineati, delle informazioni necessarie.

Si tratta di una partnership, non solo tecnologica, vòlta ad offrire soluzioni potenziate ed integrate per la gestione del ciclo di vita prodotto (Plm), per governare la supply chain e gestire gli asset in modo da accelerare la trasformazione del settore industriale a livello globale.
In base all’accordo i due vendor potranno completare ed integrare le rispettive offerte e questo consentirà di formare un vero “thread digitale” che integra tutti i modelli e le simulazioni virtuali di un prodotto o di un asset con informazioni di business in tempo reale, feedback e dati sulle prestazioni durante l’intero ciclo di vita.

Thomas Saueressig, membro dell’Executive Board di Sap SE e responsabile per Sap Product Engineering
Thomas Saueressig, membro dell’Executive Board di Sap SE e responsabile per Sap Product Engineering

Così, infatti, spiega la natura della partnership Thomas Saueressig, membro dell’Executive Board di Sap SE e responsabile per Sap Product Engineering: “L’obiettivo è riunire le competenze di Sap e Siemens per offrire processi di business abilitati per Industria 4.0 e consentire alle aziende di creare un thread digitale che copra l’intero ciclo di vita dei prodotti e degli asset”.

I team di un’organizzazione guadagnano la possibilità di collaborare in modo efficiente per progettare e fornire prodotti innovativi in modo produttivo, profittevole e sostenibile, “in un contesto in cui l’accesso alle informazioni di business in tempo reale attraverso i network diventa quindi fondamentale per portare sul mercato nuove e migliori innovazioni in tempi più rapidi”.

Concretamente i due vendor potranno offrire nuove soluzioni che combinano le loro tecnologie per aiutare le aziende a ridurre il time to market sfruttando i dati generati negli scenari Industria 4.0 e utilizzando risorse e prodotti intelligenti. Le aziende potranno integrare gli insight dei clienti nello sviluppo del prodotto all’interno di un unico processo che va dalla progettazione al servizio alla gestione degli asset.

Klaus Helmrich, Sap
Klaus Helmrich, membro del Managing Board di Siemens AG e Ceo di Siemens Digital Industries

La proposta tecnologica per farlo prevede l’offerta da parte di Sap del software Teamcenter di Siemens come base per la collaborazione durante il ciclo di vita del prodotto e la gestione dei dati; a sua volta Siemens offre i software Sap Intelligent Asset Management e Sap Portfolio e Project Management per massimizzare il valore di business per i produttori e gli operatori attraverso i network.

Entrambe le società si impegnano inoltre a collaborare allo sviluppo di applicazioni per abilitare la possibilità di gestire il ciclo di vita end-to-end dei prodotti. La combinazione della tecnologia Teamcenter e del software Sap S/4Hana permette già una visione olistica sui processi che riguardano il ciclo di vita dei prodotti dalla loro progettazione alla loro dismissione.
Questa possibilità è abilitata dalla preintegrazione delle applicazioni Plm e Erp per la gestione di asset e supply chain con i relativi vantaggi per il business legati alla maggiore resilienza rispetto alle richieste dei mercati in continua evoluzione.   

Klaus Helmrich, membro del Managing Board di Siemens AG e Ceo di Siemens Digital Industries: “La collaborazione non riguarda solo l’interoperabilità e le interfacce; si tratta di creare un thread digitale integrato che unisce la gestione del ciclo di vita dei prodotti e degli asset con il business per consentire ai clienti di ottimizzare la produzione”. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA