La lavorazione e la preparazione della passata di pomodoro richiedono tempi rapidissimi per preservare la qualità del prodotto, e gli impianti devono poter funzionare 24 ore su 24 per poter confezionare anche grandi quantità di raccolto nel più breve tempo possibile.
E’ quindi essenziale mantenere il pieno controllo sugli impianti di produzione a partire dalla distribuzione dell’energia elettrica che li alimenta, e fino ad oggi è sempre stato necessario presidiare gli impianti in maniera continuativa nei momenti di picco della lavorazione per la produzione di pelati e passate, perché lo stabilimento di fatto è sempre operativo. 

Lo scenario

L’azienda sarda Casar pensa di rimodernare e “digitalizzare” il proprio impianto per avere un controllo diretto sulla distribuzione elettrica del suo stabilimento non necessariamente “in presenza”, ma anche da remoto. L’azienda, che opera dal 1962, trasforma pomodori coltivati solo nelle campagne sarde e produce 22 milioni di confezioni di conserve di pomodoro ogni anno, che vengono raccolti su circa 330 ettari di terreno, per una fornitura di circa 400mila quintali. E’ evidente come non dover essere fisicamente presenti h24, nei momenti in cui lo stabilimento è operativo notte e giorno, sarebbe un importante vantaggio ed offrirebbe inoltre una maggior sicurezza nella produzione.

Il metodo

Casar decide quindi di investire sull’ammodernamento degli impianti elettrici e si mette alla ricerca dei partner necessari per raggiungere l’obiettivo. Viene scelta la ditta Gattermayer che in collaborazione con Qservice è incaricata di effettuare gli interventi necessari per l’ammodernamento dell’impianto e, sulla scorta della propria esperienza, Gattermayer propone a Casar l’adozione dell’offerta Intelligent Distribution di Abb ed, in primis,  l’installazione di due nuovi quadri di distribuzione generale in sostituzione dei quadri presenti, oramai obsoleti.

La soluzione

Al di là delle specifiche di impiantistica adottate per la distribuzione – di Abb vengono utilizzati quadri System Pro E power ed all’interno degli stessi vengono installati nuovi interruttori scatolati della famiglia Tmax XT collegati per la comunicazione dei parametri elettrici a moduli Ekip Up – è importante qui sottolineare come proprio la scelta modulare permetta di fatto di trasformare gli impianti di bassa tensione in microreti digitali. Questo viene fatto tramite la connessione del sistema elettrico esistente alla piattaforma di gestione energetica su cloud di Abb, denominata Ability Electrical Distribution Control System (Edcs) e sviluppata in collaborazione con Microsoft.

Abb Ability Electrical Distribution Control System (Edcs)
Abb Ability Electrical Distribution Control System (Edcs)

In questo modo è possibile monitorare gli apparecchi verificando l’efficienza delle protezioni ed il funzionamento regolare con una rapida diagnostica sui guasti.
Sono proprio i moduli di Abb scelti ad offrire funzionalità di gestione e controllo continue, con la possibilità di intervenire ogni momento per compiere scelte di ottimizzazione degli impianti anche in termini di produttività e risparmio sui costi.

I moduli Ekip Up infatti lavorano come gateway per il cloud, inviano quindi le informazioni sullo stato degli apparecchi sulla piattaforma cloud di Abb Ability Edcs e permettono il monitoraggio completo anche da remoto dell’impianto di Casar.

In pratica la soluzione riesce a integrare in modo intelligente i vantaggi di un’infrastruttura elettrica fisica aggiornata, con i vantaggi che solo il digitale può offrire. Infatti alla stessa piattaforma è possibile anche collegare sensori per rilevare parametri ambientali (temperatura, acqua, gas) tramite I/O sia analogici che digitali ed in via opzionale, sono disponibili moduli per la connessione Wifi o Gprs. 

I vantaggi

Come spiega lo stesso titolare di Gattermayer, Giacinto Gattermayer: “Con gli interruttori di nuova generazione e la piattaforma cloud Abb Ability Edcs è possibile realizzare quadri intelligenti che consentono ai clienti di controllare i loro impianti da remoto anche sfruttando lo smartphone. Di fatto si raccolgono i benefici offerti da un vero e proprio “digital twin” dell’impianto.

I segnali raccolti, infatti, sono remotizzati sulla piattaforma Abb Edcs e questo permette di essere “virtualmente” sempre presenti e di poter vedere lo stato dei vari dispositivi senza dover attivare un presidio fisso nel periodo di ciclo continuo.

Ability Electrical Distribution Control System (Edcs) - Il controllo tramite da mobile tramite widget
Ability Electrical Distribution Control System (Edcs) – Il controllo tramite da mobile tramite widget

Gli addetti alla sorveglianza possono tenere sotto controllo gli elementi più critici, come il fattore di potenza, e ricevere allarmi in proposito in modo per esempio da evitare di pagare penali in bolletta per valori di fattore di potenza al di sotto dei limiti consentiti dal distributore di energia elettrica.
Chi sorveglia l’impianto dispone di un sistema di gestione intuitivo, utilizzabile dai dispositivi mobile, che propone la vista tramite widget, quindi in una modalità già comunemente sfruttata. Come spiega Michel Elias, amministratore di Casar: “La piattaforma cloud di Abb è intuitiva e semplice e permette anche a noi, che non siamo specialisti, di poter controllare i parametri principali del nostro impianto e di poter attivare azioni correttive in maniera immediata”.

L’utente trova le informazioni che servono disponibili attraverso widget sulla piattaforma Abb Ability Edcs e può selezionare quelli che rappresentano le informazioni più rilevanti realizzando di fatto un pannello di controllo (dashboard) che potrà modificare a proprio piacimento con report di analisi pronto all’uso. Tra i widget disponibili vi sono quelli per monitorare i dati sul consumo energetico, guasti o malfunzionamenti, confronti sui dati energetici in periodi diversi, controllo dello stato di connettività e del trasferimento dati al cloud fino ad arrivare, come accennato, all’integrazione anche sui consumi di acqua, gas e calore grazie a contatori connessi al sistema, per un pieno controllo del proprio impianto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA