C’è una italiana nelle prime dieci società europee che crescono a tassi più alti nella quarta edizione della classifica del Financial Times, realizzata insieme alla società di ricerca Statista, la FT 1000 Europe’s Fastest Growing Companies 2020.

Il nome la dice lunga sulla sua italianità, Mamma 2.0, una startup innovativa che realizza e commercializza online prodotti per bambini venduti sulla piattaforma di e-commerce di proprietà battezza Mukako, dal significato curioso: “una parola di invenzione che significa la scatola che ti accompagna, che ti aiuta, che ti restituisce tempo per te e la tua famiglia”.

Mamma 2.0 è una realtà italiana che combina design e attività ludica nei suoi prodotti e che deve la sua crescita soprattutto nel 2018 alla vendita di MUtable, il tavolo di design multigioco che cresce con il bambino, disegnato e progettato dal team e lanciato sul mercato nel 2016. Fondata nel 2014 da Martina Cusano ed Elisa Tattoni, operativa dal 2015, in tre anni Mamma 2.0 ha raccolto oltre 7,5 milioni di euro in equity da investitori privati, anche internazionali. Una bella storia.

Una realtà selezionata nella classifica del Financial Times, tra mille aziende di 31 paesi che tra il 2015 e il 2018 hanno registrato la maggiore crescita di fatturato. E in tempi di incertezza economica, in una Europa che traballa tra emergenza sanitaria e prospettive di bassa crescita economica, le aziende più agili e innovative sembrano uscirne al meglio.

Martina Cusano, Ceo di Mukako
Martina Cusano, Ceo di Mukako

Mamma 2.0 che i più chiamiamo semplicemente Mukako si è fatta riconoscere per i tassi di crescita media annua del 316% tra il 2015 e il 2018, prima tra le società europee di e-commerce e già prima nella classifica redatta dal Sole24ore (sempre con Statistica) che l’ha messa leader delle pmi innovative nella classifica “Leader della crescita 2020”.

La strategia nelle parole di Martina Cusano, Ceo e co-fondatrice dell’azienda, che dopo la Bocconi ha conseguito un MBA a Harvard e nel 2018 è stata scelta tra 200 candidate per la prima edizione italiana di Inspiring Fifty come “role model di riferimento nella digital economy italiana”: “Siamo fieri di questo risultato, che ci vede tra i leader della crescita a livello europeo, oltre che in Italia. Un risultato che abbiamo realizzato grazie a un modello di business direct to consumer che ci permette di offrire i nostri prodotti multigioco per bambini dal design italiano a prezzi estremamente più competitivi di quelli del retail fisico. Il 2018, l’anno a cui fa riferimento la classifica del FT per misurare la nostra crescita, è stato l’anno di MUtable, che abbiamo lanciato nel 2016 e che oggi vendiamo in 30 Paesi”.
L’azienda, nata nel 2014, nel 2015 aveva un giro di affari di 100.000 euro, nel 2018 è volata a 7,2 milioni di euro.

I premi vinti in pochi anni testimoniamo la sua capacità innovativa: a maggio 2018 Mukako ha vinto il primo premio Netcomm E- commerce Award nella categoria Kids, a novembre è stata finalista del premio EY per la Startup dell’anno, a dicembre ha vinto il premio Italy-China Best Startup Showcase. Nel 2019 MUtable si è aggiudicato il Red Dot Award, uno dei premi di design più prestigiosi al mondo (assegnato da una giuria di 40 esperti mondiali tra architetti, designer e docenti universitari) e il Gold Parents’ Choice Award, l’Oscar dei prodotti per bambini nato negli Stati Uniti, e con oltre 40 anni di storia.

MUtable Mukako
MUtable Mukako – ll tavolo multigioco

Tecnologia imprescindibile

Ma guardiamo un attimo alla classifica FT 1000 Europe’s Fastest Growing Companies 2020 nel suo complssso (completa sul sito del Financial Times), che cambia velocemente di anno in anno ma che conferma la crescente importanza della tecnologia, 189 le aziende tecnologiche, numero che sale a 259 se si considerano anche e aziende di e-commerce e le fintech. Tante le apparizioni saltuarie: nel 2018 al primo posto c’era Deliveroo, oggi non più in classifica come la maggior parte delle aziende tenendo conto che solo 90 realtà sono state riconfermate nell’analisi di Statistica.

Al primo posto quest’anno una fintech britannica (OakNorth Bank) seguita dalla finlandese  Wolt Enterprise ideatrice di una food app per la consegna di cibi, bene in generale la Germania (prima per numero di aziende a maggiore crescita), seguita da Italia, Uk e Francia che insieme rappresentano il 70% delle aziende in classifica. Entrano nella top ten delle città per la prima volta Varsavia e Vilnus.

Una bella storia quella di Mamma 2.0, in tempi in cui le belle storie servono.

FT 1000 – Europe’s Fastest Growing Companies 2020 - Fonte: Financial Times
FT 1000 – Europe’s Fastest Growing Companies 2020 – Fonte: Financial Times
© RIPRODUZIONE RISERVATA