Nato all’inizio del 2019 con l’obiettivo di divulgare, formare e sviluppare progetti digitali secondo una roadmap studiata per raggiungere in tre anni più di 10mila persone, Made Competence Center lancia un bando da 1,2 milioni di euro per la realizzazione di progetti legati ad Industria 4.0 a vantaggio delle Pmi manifatturiere del nostro Paese e delle startup.

Nello specifico, con questa iniziativa Made vuole promuovere la creazione di competenze specialistiche avanzate nel settore industriale e lo sviluppo tecnologico e digitale, in relazione al quadro degli interventi del Piano Nazionale Industria 4.0. Quello proposto è un finanziamento a fondo perduto a copertura del 50% degli investimenti previsti per i progetti per cui startup e aziende potranno inoltrare in via telematica le candidature a partire dal 1 marzo sino al 20 aprile 2021, per un importo massimo erogabile pari a 100mila euro

I dettagli del bando, possibile grazie ai fondi del Mise, prevedono la possibilità di presentare anche più di un’idea a patto che i progetti facciano riferimento ai temi Industria 4.0 applicati al contesto manufacturing ed in relazione a strategia Industria 4.0, progetti di innovazione, demo e test, scouting tecnologico, consulenza tecnologica, validazione di progetti Industria 4.0 (come valutazione in merito all’adeguatezza delle tecnologie, delle metodologie e dell’esecuzione dei progetti di innovazione rispetto agli obiettivi prefissati e allo stato dell’arte).

Quindi sarà possibile proporre la realizzazione di un piano che preveda l’utilizzo di tecnologie digitali e competenze strategiche per garantire a un’azienda l’evoluzione 4.0 in termini di efficienza e di efficacia dei processi oppure progetti di sviluppo e ricerca sperimentale industriale per l’innovazione di prodotto/processo e modelli organizzativi anche a partire dall’utilizzo dei 25 asset tecnologici di Made e delle relative sei aree di azione.

MarcoTaisch Media Competence Center
Marco Taisch, presidente Made Competence Center Industria 4.0

Per quanto riguarda demo e test si richiede invece lo sviluppo di prototipi, Poc e testbed attraverso l’utilizzo di ambienti e strumenti tecnici disponibili nelle stesse aree Made e nei suoi asset tecnologici.

Sarà inoltre possibile presentare attività di consulenza e studi di fattibilità finalizzati all’implementazione di soluzioni tecnologiche, organizzative e gestionali atte a migliorare i processi delle imprese e progetti di scouting per l’individuazione di tecnologie e partner tecnologici adatti a sviluppare l’innovazione di prodotto e di processo, definendo una strategia tecnologica aziendale coerente. “Il bando precedente, chiuso ad inizio del 2020, ha registrato 71 richieste, di cui 20 sono state selezionate per l’erogazione dei finanziamenti previsti, con l’80% dei richiedenti di piccole e medie imprese, provenienti da 13 differenti regioni Italiane, dalla Sicilia al Trentino-Alto Adige – spiega Marco Taisch, presidente Made Competence Center Industria 4.0 – Anche questo bando è rivolto ad una platea ampia per stimolare la domanda di innovazione. La nostra fabbrica digitale e sostenibile è pronta ad accogliere nuove candidature, che ci aspettiamo di ricevere molto numerose.” 

In seguito alla presentazione dei progetti Made, selezionerà le proposte relative a innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale ed i progetti verranno realizzati nell’area disponibile del competence center che mette a disposizione 25 asset tecnologici e 20 dimostratori (tecnologie accorpate per aree, integrate e interconnesse per formare un’ideale fabbrica digitale e sostenibile).

© RIPRODUZIONE RISERVATA