Pur essendo parte di Dell Technologies, in questi anni Rsa ha vissuto di vita propria, mai completamente integrata nel business, nei prodotti, tant’è che negli anni Dell Technologies ha portato avanti strategie parallele nel mondo della security.

Fino a che i rumors che si inseguono da mesi (ultimi quelli del Wall Street Journal, a novembre quelli di Bloomberg) si sono concretizzati la scorsa settimana, a pochi giorni dall’apertura della Rsa Conference 2020, l’evento annuale che si sta tenendo in questi giorni (23-27 febbraio) a San Francisco, sui temi della cybersecurity, con 40mila partecipanti attesi.

La notizia è che Dell Technologies ha siglato un accordo per vendere Rsa Security (portata in dote dall’acquisizione di Emc nel 2016) al fondo di private equity Symphony Technology Group (Stg) per 2,075 miliardi di dollari (un consorzio di cui fanno parte anche Ontario Teachers Pension Plan Board e AlpInvest Partners). Un accordo che dovrebbe chiudersi nell’arco di nove mesi e che include le attività Rsa Archer, Rsa NetWitness Platform, Rsa SecurID, Rsa Fraud & Risk Intelligence e Rsa Conference.

Jeff Clarke, Coo di Dell Technologies
Jeff Clarke, Coo di Dell Technologies

L’annuncio da parte del Coo di Dell Technologies, Jeff Clarke, ribadisce la strategia a lungo termine e la semplificazione dell’offerta di Dell Technologies, così alleggerita, che in questi anni aveva dovuto gestire i debiti contratti per la mega acquisizione del 2016 pagata 67 miliardi di dollari.

“E’ questa la giusta strategia a lungo termine per Dell, Rsa, clienti e partner comuni – ha precisato Jeff Clarke in un comunicato ufficiale -. La transazione semplificherà ulteriormente il nostro portafoglio di prodotti e attività. Inoltre ci consente di concentraci sulla nostra strategia per implementare una sicurezza automatizzata e intelligente in infrastrutture, piattaforme e dispositivi per mantenere i dati sicuri, protetti e resilienti“.

Rohit Ghai, presidente di Rsa Security
Rohit Ghai, presidente di Rsa Security

Il commento di Rohit Ghai, presidente di Rsa Security: “Abbiamo cercato un partner entusiasta della missione di Rsa, interessato a sviluppare il potenziale della nostra crescita. Symphony Technology Group supporta pienamente la nostra visione e, con un assetto societario più indipendente, ci aspettiamo di essere in una posizione migliore per accelerare l’innovazione, garantire il successo dei clienti con il nostro portafoglio di soluzioni on premise e cloud ed espandere le opportunità per il nostro ecosistema partner. Fino alla chiusura della transazione, per noi sarà business as usual. Rsa, Stg e Dell Technologies lavoreranno a stretto contatto“.

Dell Technologies continua a mantenere il suo assetto con Vmware, Pivotal, Virtustream ma si rincorrono altri rumors sulla vendita anche dell’altra anima di  software security (acquisita da Dell nel 2011), Secureworks. Lo scorso anno, il ritorno in Borsa (dalla quale era uscita nel 2013) attraverso una operazione con la controllata Vmware aveva contribuito a risanare parte del debito. Oggi la mossa di vendere Rsa le permette di focalizzarsi sulla parte infrastrutturale e di sistemi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA