Mentre la tematica della cyber sicurezza tiene banco, Zte risponde in merito all’attivazione dell’ordinanza di divieto delle negoziazioni emesso il 16 aprile 2018 (in ragione del fatto che Zte non ha ridotto tempestivamente i bonus ed inviato lettere di biasimo ai dipendenti coinvolti nella passata violazione del controllo delle esportazioni, rilasciando false dichiarazioni al governo degli Stati Uniti). Zte ha ribadito che “la conformità è considerata come fondamento e presupposto dell’operatività della società” avendo continuato a riflettere sulla lezione della sua esperienza passata, relative al controllo di conformità delle esportazioni da aprile 2016.

L’azienda contrattacca ricordando di avere istituito un comitato di conformità (sotto la guida del Ceo), di avere selezionato un gruppo globale di esperti di controllo di conformità con consulenti mondiali per definire le procedure di controllo delle esportazioni di Zte, di aver collaborato in modo pieno con il supervisore indipendente designato dal governo degli Stati Uniti per garantire il monitoraggio in tempo reale e trasparente dell’attuazione da parte di Zte dei rilevanti accordi con il governo degli Stati Uniti .

“È inaccettabile che il Dipartimento di commercio degli Stati Uniti insista nell’infliggere ingiustamente la pena massima a Zte, anche prima del completamento degli accertamenti sui fatti, ignorando il continuo e diligente lavoro di Zte e i progressi compiuti in materia di conformità delle esportazioni” nonostante la società  abbia adottato misure nei confronti dei dipendenti che avrebbero potuto essere responsabili di questo incidente e misure correttive.

“L’ordine di divieto (per le aziende americane di vendere componenti tecnologiche a Zte per sette anni, per aver violato le sanzioni restrittive intrattenendo scambi commerciali con Iran e Corea del Nord, ndr) non solo avrà un impatto grave sulla sopravvivenza e sullo sviluppo di Zte, ma causerà anche danni a tutti i partner di Zte, tra cui un gran numero di aziende statunitensi” conclude il comunicato di Zte, ribadendo la determinazione dell’azienda  a intraprendere azioni legali per proteggere diritti ed interessi dell’azienda, dei dipendenti e degli azionisti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi l'articolo:
CONDIVIDI