Il mondo della loyalty e del marketing digitale si arricchisce grazie al consolidamento di un nuovo player italiano: Amilon, azienda che in Europa fonda la propria value proposition sull’introduzione di gift card digitali come premio in differenti ambiti di applicazione: programmi di incentive e reward, cataloghi fedeltà, concorsi e welfare aziendale.

In contemporanea con la nomina del nuovo Coo, Valerio Pacaccio, già direttore generale di Ecrm Italia, l’azienda presenta una struttura completamente rinnovata, che eredita però l’esperienza settoriale maturata in venti anni di attività, confermata anche dai numeri, con un tasso di crescita media annua di oltre il 100% negli ultimi cinque esercizi.

“Far confluire tutte le nostre competenze di customer insight, engagement, loyalty e digital reward in un’unica realtà, più strutturata e completa, era diventata ormai un’opportunità irrinunciabile. In questo modo siamo in grado di offrire al cliente un supporto a 360°”, commenta Fabio Regazzoni, socio fondatore e Ceo di Amilon.

Ecrm Italia e Amilon si uniscono

Proprio i risultati ottenuti costituiscono il punto di partenza per un percorso di espansione, anche internazionale, che prevede di consolidare il tasso di crescita nei prossimi 3-5 anni. Un sentiero già tracciato con l’unione di due realtà già affermate, Ecrm Italia, nata nel 2000 e specializzata in Crm & customer loyalty, e Amilon (già attiva in Italia e Spagna), mantenendo il nome di quest’ultima.

Unire l’esperienza che abbiamo maturato con Ecrm Italia nella gestione dei programmi fedeltà con le competenze che abbiamo acquisito nel mercato delle gift card digitali, ci permette di scrivere una pagina nuova sia in Italia che a livello internazionale”, dichiara Andrea Verri, socio fondatore e Ceo di Amilon.

Il team di Amilon: da sinistra a destra: Fabio Regazzoni, socio fondatore e Ceo, Andrea Verri, socio fondatore e Ceo, Renato Buontempo, Cio e Valerio Pacaccio, Coo
Il team di Amilon: da sinistra a destra: Fabio Regazzoni, socio fondatore e Ceo, Andrea Verri, socio fondatore e Ceo, Renato Buontempo, Cio e Valerio Pacaccio, Coo

Verso la branded currency

Il percorso di crescita si fonda nell’obiettivo portante di Amilon: posizionarsi come pioniere internazionale nella creazione e gestione di branded currency.
Il tema della branded currency non è certo nuovo, molte aziende hanno cercato di influenzare le decisioni di acquisto dotando i consumatori di potere di spesa incrementale per un singolo marchio, come punti fedeltà, gift card e coupon.
La visione di Amilon punta invece a un futuro in cui differenti branded currency convergeranno in un unico ecosistema e potranno essere utilizzate in modo intercambiabile: una soluzione che fornirà ai clienti, sempre più scontenti dei programmi fedeltà tradizionali, di poter disporre di un maggior potere di acquisto, ed alle aziende un nuovo concetto di fidelizzazione.
Amilon vuole così supportare le aziende nella definizione e gestione di programmi di branded currency a valore aggiunto attraverso ogni touch point, mettendo a fattor comune stack tecnologico e competenze per monetizzare dati, di prima e seconda parte. L’obiettivo finale? Un market place premium su un target unico sul mercato, i “future buyers”, tutti coloro che sono in possesso di una gift digitale che presumibilmente spenderanno nel breve termine.

© RIPRODUZIONE RISERVATA