vantaggi competitivi di chi intraprende un percorso di digitalizzazione sono confermati dai dati. Se è vero che innova poco più di un’azienda su dieci, chi lo fa cresce mediamente sei volte di più rispetto ai competitor ed acquisisce un numero di clienti tre volte superiore, ottenendo il doppio dei ricavi (fonte Idc).

Tra le aziende che hanno saputo intraprendere un percorso di trasformazione per beneficiare di questi vantaggi c’è Ducati, che fa parte del gruppo Volkswagen e ha voluto dare importanza strategica all’utilizzo delle informazioni nel mondo delle corse – e poi per alimentare il business tout court – grazie alla partnership con NetApp.

E’ dal 2016 che Ducati Corse ha avviato il suo processo di trasformazione digitale. Esso riguarda processi e persone. L’azienda sfrutta le ultime tecnologie flash di NetApp, con la consapevolezza dell‘importanza del dato non per la sua fisicità ma legata alla possibilità di portare valore opportunamente “movimentato”. 

Ducati per incrementare le prestazioni del suo team di MotoGP ha bisogno di valorizzare una mole di dati dinamica e distribuita. 

La collaborazione con NetApp consente ai membri del Team di avere accesso in tempo reale ai dati in qualunque parte del mondo, facendo affidamento su un’infrastruttura allineata alle accelerazioni nella elaborazione delle informazioni e a una migliore gestione per quanto riguarda la sicurezza. 

Luigi Dall’Igna, direttore generale Ducati Corse
Luigi Dall’Igna, direttore generale Ducati Corse

Luigi Dall’Igna, direttore generale di Ducati Corse: “Con NetApp siamo in grado di liberare il valore dei dati e prendere decisioni essenziali basandoci sui big data generati dai sistemi IoT generati in MotoGP. Ogni minuto di gara genera una serie di informazioni importanti per riuscire a capire come ottimizzare le operazioni, innovare e migliorare quindi le prestazioni”.

Al centro l’approccio Data Fabric di NetApp ma Ducati utilizza le soluzioni NetApp anche per la protezione dei dati, migliorandone la sicurezza in piena compliance con il Gdpr.

Ducati e NetApp, una partnership estesa 

Per il 2019 l’azienda ha rinnovato la sponsorizzazione del Team Ducati nel campionato MotoGP 2019 in corso di svolgimento a supporto dello sviluppo tecnologico possibile attraverso l’analisi dei dati delle moto di Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci, con il supporto del collaudatore Michele Pirro.

Oggi le tecnologie NetApp sono utilizzate in Ducati nei più svariati ambiti, la partnership infatti è oggi più ampia, per analizzare grandi quantità di dati in tutta le aree di attività di Ducati, tra cui logistica, il marketing e la gestione delle relazioni con i clienti. Obiettivo resta l’ottimizzazione del Data Fabric Ducati e soddisfare le esigenze specifiche in tema di archiviazione e gestione dati. 

Konstantin Kostenarov, Cto di Ducati Motor Holding: “L’utilizzo di soluzioni di data management con protezione dei dati integrata e progettazione di disaster recovery è funzionale alla gestione dello sviluppo senza duplicare i nostri sforzi, così possiamo concentrarci sulle priorità di business, sia per gli sviluppi delle prestazioni nel mondo delle corse, sia in produzione”

Ecco come sono implementate le soluzioni NetApp a partire da Ducati MotoGp. NetApp prima ha analizzato la necessità di un’infrastruttura di gestione dei dati adeguata all’ambiente e ha quindi ridisegnato la gestione dei dati e l’infrastruttura cloud per la costruzione di un framework IT aggiornato e potente.

Con la soluzione All Flash FAS di NetApp, collegata a cloud, Ducati gestisce oggi circa 200 applicazioni e più di 300 TB di dati mantenendo un accesso affidabile e in tempo reale allo storage all-flash aziendale da qualsiasi parte del mondo. Questo è possibile attraverso le tecnologie multi-cloud, in piena conformità Gdpr e grazie anche all’implementazione di una precisa strategia di disaster recovery.

Stefano Rendina – IT manager Ducati Corse

Le prestazioni e la potenza di un vero data center sono 24h24 disponibili al team Ducati MotoGP grazie a NetApp HCI, questo permette di prendere decisioni rapide, basate su dati aggiornati ed elaborati tempestivamente sfruttando l’infrastruttura hybrid cloud.

Stefano Rendina, IT manager di Ducati Corse ne spiega fini e modalità di implementazione: “L’obiettivo è assicurare risposte più rapide a tutte le istanze di business e aumentare la velocità della prototipazione e del go-to-market. Per l’implementazione sfruttiamo il supporto dei NetApp Professional Services anche per la costruzione del modello futuro dei nostri tre stabilimenti di produzione, oltre che degli uffici commerciali in tutto il mondo”.

Non perdere tutti gli approfondimenti della Data Fabric Room 

© RIPRODUZIONE RISERVATA