La volontà che sta dietro all’accordo appena siglato tra Olivelli e Italtel è quella di portare avanti i principi legati a Industria 4.0, in ottica di una collaborazione operativa e industriale utile alle azienda italiane.

Il Memorandum of Understanding siglato nei giorni scorsi tra il polo digitale del Gruppo Tim (Olivetti) e una delle due anime del gruppo Exprivia-Italtel (Italtel) ha l’obiettivo di proporre servizi e soluzioni IoT in ambito Industriale.

Una partnership che porterà alla realizzazione di un portafoglio di soluzioni IoT integrato, frutto delle rispettive competenze che poggeranno da una parte sulla soluzioni di Smart Factory 4.0 di Olivetti e dall’altra sulla suite IndyMachine di Italtel.

Ettore Spigno, Olivetti
Ettore Spigno, Ceo di Olivetti

La soluzione consentirà di connettere in modo sicuro macchinari industriali e di analizzare i dati elaborati al fine di migliorare i processi produttivi. Gli strumenti messi in campo riguarderanno monitoraggio, manutenzione predittiva, dialogo uomo-macchina, asset tracking, sicurezza, anche con l’ausilio di strumenti di realtà aumentata che simuleranno esperti remoti.

Sono i due Ceo a commentare il Memorandum. Per Ettore Spigno, Ceo di Olivetti, “L’obiettivo di Olivetti è essere protagonista nella trasformazione digitale – anche in ottica dell’evoluzione 5G – e trasferire i vantaggi dell’innovazione alle imprese del segmento industriale. Le soluzioni approntate, conseguenti alla consolidata esperienza in IoT e data analysis di Olivetti nell’ambito della raccolta dei dati sul campo e del loro trasporto sicuro nell’edge computing per la gestione/interpretazione, accrescono il proprio valore grazie all’integrazione con quelle dei partner consentendo di fornire ai clienti soluzioni “chiavi in mano” nella trasformazione dei processi produttivi”.

Pileri Italtel
Stefano Pileri, Ceo di Italtel

Per Stefano Pileri, Ceo di Italtel, “La strategia è aiutare le imprese ad attuare efficacemente la trasformazione verso l’Industria 4.0 rinnovando strumenti e tecnologie e migliorando la produttività e quindi la competitività delle aziende nel loro settore di business”.

La soluzione messa a punto sfrutta le potenzialità del 5G, dalla connettività degli impianti all’integrazione con i sistemi gestionali, allo sviluppo di processi personalizzati. ”Puntiamo a rendere più innovativa la nostra offerta per crescere nel mercato dell’Industry, dove abbiamo già all’attivo diversi progetti per grandi gruppi multinazionali” precisa Pileri.

Un punto di partenza perché sulla connettività garantita da Tim (da sempre principale cliente di Italtel) si poggeranno via via le soluzioni che nasceranno dalla partnership.

© RIPRODUZIONE RISERVATA