Il modello di business di Facile.it, azienda giovane nata nel 2011, ha subito in questi anni una accelerazione legata alle decisioni del management di aggiungere via via ambiti nuovi al business originale per consigliare e supportare le famiglie a gestire le spese in modo oculato.

Il raffrontro tra offerte diverse in ambiti di gestione familiare (prodotti assicurativi, di finanza personale e utenze domestiche) è il punto di partenza di una azienda che nasce digitale, cresce per acquisizioni, ma valuta strada facendo anche l’apertura di nuovi filoni, store fisici, ampliamento di sedi reali.

Come quella inaugurata pochi giorni fa, a metà ottobre, in Sardegna dove la web company a un anno dall’apertura del primo ufficio a Cagliari (marzo 2019) ha deciso di spostarsi in una nuova sede nell’area metropolitana, a Sestu (con un investimento di mezzo milione di euro per un building da 1.500 mq, capace di ospitare fino a 400 persone) con l’obiettivo di portare l’organico sull’isola a 200 dipendenti entro la metà del 2021. 

E’ con Mauro Giacobbe, Ceo di Facile.it e ospite al nostro Ceo Cafè virtuale, che ripercorriamo una strategia che ha come zoccolo 50 milioni di visite all’anno sul sito Facile.it. “Mi sembra incredibile che siano già passati quasi dieci anni o meglio che siano passati solo dieci anni dalla nascita dell’azienda – esordisce Giacobbe ripercorrendo la storia del gruppo -. Sono stati anni intensi in cui siamo cresciuti tantissimo e, de facto, abbiamo creato un nuovo modo di guardare alle spese familiari come l’assicurazione, il mutuo, le bollette o i prestiti. È difficile dire quali siano stati i momenti salienti di questo decennio perché ogni giorno, anche nei gesti più piccoli, abbiamo gettato le basi per i grandi cambiamenti. Di sicuro sono stati momenti importanti quelli in cui i primi investitori hanno creduto nel nostro modello di business, l’apertura dei Facile.it Store, la creazione della rete di agenti Facile Partner, l’acquisizione di Nexus, l’inaugurazione e l’ampliamento della sede di Cagliari”.

Mauro Giacobbe, Ceo di Facile.it
Mauro Giacobbe, Ceo di Facile.it

L’acquisizione di Nexus quest’anno, che opera nell’ambito del credito per famiglie, amplia ulteriormente il business di Facile.it alzando l’attenzione verso l’aspetto dell’aiuto finanziario ai consumatori. “L’acquisizione di Nexus è cominciata nel 2018 con una prima quota pari al 60%. Nei due anni successivi la sinergia fra i due modelli di business si è dimostrata sempre maggiore e quindi il completamento dell’acquisizione nel 2020 è stato quasi il concludersi di un percorso naturale. Da allora è nato il settore che si chiama Facile.it Mutui e Prestiti che ci ha consentito fin da subito di avviare un processo di presenza capillare anche nella provincia italiana”.

Consumatore al centro

Il modello proposto vede il consumatore al centro di qualsisi strategia, profilato e studiato in ogni singola mossa per offrirgli le soluzioni più adeguare.Noi lavoriamo ogni giorno, in sostanza, per fare in modo che i nostri utenti possano risparmiare grazie ad una selezione delle migliori offerte presenti sul mercato; cerchiamo di rendere semplici scelte complesse, ma fondamentali per l’economia delle famiglie italiane. A livello aziendale, poi, nei piani ci sono di sicuro anche l’ulteriore ampliamento del settore Facile.it Store e di quello Facile Partner che già oggi ci stanno dando grandi soddisfazioni; il tutto senza mai perdere di vista il nostro elemento principale, ovvero il sito e tutte le opportunità che esso offre ai consumatori”. 

Crm, rispetto della privacy, sicurezza sono alla base della relazione di fiducia con i clienti. Ribadisce Giacobbe:Tutto ciò che facciamo, giorno dopo giorno, ha come fulcro il cliente e la sua soddisfazione. Lavoriamo per rendere semplici scelte complesse e la sfida più grande è proprio quella di tradurre in modo apparentemente semplicissimo tecnologie in realtà molto sofisticate. Abbiamo un’attenzione elevata a tutto quello che concorre a formare lesperienza di navigazione e acquisto attraverso tutto i nostri canali e se ci accorgiamo che una parte della nostra clientela non viene raggiunta in maniera corretta, non abbiamo paura di intraprendere nuove strade che magari possono sembrare azzardate. Questa, ad esempio, è stata la genesi del progetto Facile.it Store, oggi uno dei più riusciti della storia della nostra azienda. Siamo accanto al nostro cliente con consulenze gratuite e di alto livello, questo ci ha consentito di creare e rafforzare di continuo il rapporto che ci lega a loro e di arrivare dove siamo oggi e, anche, dove saremo da qui in avanti; mantenendo sempre il nostro cliente al centro”.

Di fatto i Facile.it Store sono luoghi dove i cittadini possono incontrare consulenti dedicati per essere guidati nella identificazione delle migliori offerte per risparmiare su RC auto e moto, bollette luce, gas e telefonia, prestiti e mutui.  Il progetto lanciato nel 2017 oggi conta 19 negozi con l’ultimo di Cagliari (a Varese, Bergamo, Cremona, Roma, Milano, Monza, Parma, Genova, Reggio Emilia, Piacenza, Savona, Udine, Treviso, Padova, Torino, Bari, Lecce, Salerno, Cagliari) che avvicinano alla piattaforma anche quel pubblico non ancora abituato a usare gli strumenti di comparazione online.

Sede Facile.it, Cagliari
Sede Facile.it, Sestu, area metropolitana di Cagliari

Impatto nel lockdown

L’utilizzo della piattaforma Facile.it è cambiato in questi mesi di emergenza sanitaria e ha richiesto all’azienda di inventare nuovi servizi, utili agli utenti per vivere la situazione contingente. “Durante i mesi del lockdown abbiamo scientemente deciso di porci anche come fonte di informazione per i consumatori, sovente confusi dalle molte norme presenti nei diversi Dpcm che si sono susseguiti. In ciascuno di essi abbiamo individuato gli elementi affini ai nostri business e abbiamo lavorato per renderli chiari ai consumatori in modo oggettivo; abbiamo spiegato vantaggi e svantaggi della sospensione dei mutui o delle assicurazioni, il perché del cambiamento dei costi di luce e gas e via dicendo”.

“Questo ha ulteriormente rafforzato la fiducia dei consumatori e ciò, unito al maggior tempo che ciascuno di noi aveva a disposizione anche per mettere ordine nei conti di casa, ha fatto sì che non solo non subissimo danni dal periodo di lockdown, ma addirittura riuscissimo a registrare alcuni dei record assoluti di vendite o rinnovi. Ultimo, ma non meno importante, l’eccellenza tecnologica su cui ci basiamo ci ha consentito di non fermarci un solo giorno e, quindi, di fare in modo che questo periodo così particolare non avesse ripercussioni lavorative per i nostri dipendenti. Questo, per noi, è stato il successo più importante”.

Una vena informativa che ha come obiettivo di aiutare gli utenti anche su temi quali la sicurezza informatica e le frodi online, creciute a dismisura in temi di Covid e smart working forzato. “Visto il nostro ruolo, una buona parte del lavoro è dedicata proprio all’educazione dell’utente. Non solo poniamo in essere i maggiori standard di sicurezza informatici disponibili testandone sempre di nuovi, ma cerchiamo anche di aiutare i consumatori a riconoscere quelli che potrebbero essere i pericoli di truffa, tanto online quanto offline. Circa un anno fa abbiamo reso disponibile lo spazio sicurezza, un unico punto dove trovare informazioni di questo tipo per molti settori. Inoltre collaboriamo costantemente con i vari istituti di vigilanza e con le autorità competenti per fare in modo che l’esperienza di confronto e acquisto tramite Facile.it sia la più sicura possibile”.

Numeri e business

Qualche numero sui servizi proposti dal comparatore. “Il core della nostra attività continua ad essere il settore dell’RC auto e moto. A maggio scorso, appena dopo i primi durissimi mesi di lockdown, abbiamo registrato i migliori risultati di sempre e, mentre parliamo, in Italia circolano circa due milioni di veicoli che sono assicurati tramite Facile.it. Nel corso degli anni, però, anche le altre business unit hanno raggiunto pesi importanti nel paniere dell’offerta Facile.it e, oggi, settori come quello della telefonia, dell’energia o dei prodotti finanziari hanno numeri importanti. Ultimo, ma solo in termini di ingresso nell’offerta Facile.it, il settore degli Store per raggiungere chi è poco propenso a sfruttare i vantaggi di un comparatore”.

Oggi Facile.it conta 480 dipendenti con un fatturato complessivo di 107 milioni di euro nel 2019 e una crescita annua media del 25%. Era di 13 milioni di euro il giro d’affari alla nascita nel 2011, di 46 milioni nel 2015, di 88 milioni nel 2018…  I risultato delle sfide di questo anno complesso li misureremo a fine 2020.

© RIPRODUZIONE RISERVATA