Quid Informatica accelera la propria fase di sviluppo intrapresa negli ultimi anni, grazie ad un’operazione finanziaria che la vede protagonista.

Il fondo di private equity Equinox sigla un accordo con QBS, la holding che controlla la società, ed entra nel capitale di Quid con una quota del 55%. Tecnicamente, l’operazione avviene attraverso la costituzione di una newco, Sailing Italia, partecipata al 55% da Equinox e al 45% da QBS. Stefano Bertoli ed il suo team restano alla guida operativa del gruppo, mentre Elio Catania si unisce a Quid in qualità di Presidente.

Nuove risorse per la piattaforma Qinetic 

Equinox investe in operazioni di minoranza qualificata e di maggioranza in società italiane nel segmento mid-market e il suo ingresso nel capitale di Quid rappresenta un deal strategico. Specializzata nello sviluppo di software e IT consulting per il mondo finanziario e industriale, Quid si presenta come fornitore di servizi a valore aggiunto per molte delle principali istituzioni bancarie e finanziarie italiane, ed è un riferimento per diverse per banche, assicurazioni ed imprese che l’hanno scelta per essere accompagnate nel delicato processo di trasformazione digitale. Una realtà in crescita: sedi a Firenze, Milano, e poli operativi a Padova, Brescia, Udine e Manerbio, l’azienda conta circa 330 fra dipendenti e collaboratori e genera nel 2018 un giro d’affari consolidato di 34 milioni di euro, con un Ebitda di circa 9 milioni di euro.

L’apporto di nuove risorse consente a Quid di accelerare l’implementazione della strategia di sviluppo fondata su Qinetic, piattaforma progettata dalla società che permette di sostituire i sistemi IT oggi diffusi allineando l’efficienza delle procedure di gestione alle nuove esigenze delle imprese e dei loro clienti.

Stefano Bertoli, Ceo di Quid
Stefano Bertoli, fondatore e azionista di riferimento di Quid Informatica

“Siamo molto soddisfatti dell’accordo raggiunto con Equinox che ci consentirà di poter sviluppare ulteriormente la nostra presenza sul mercato – commenta Stefano Bertoli, Ceo, fondatore e azionista di riferimento di Quid . Abbiamo scelto di condividere il nostro progetto di crescita con Equinox perché crediamo nel loro approccio industriale e di business e siamo certi che le opportunità proposte dal loro network saranno determinanti per accelerare la fase di sviluppo intrapresa tre anni fa, caratterizzata da importanti investimenti.
In questa logica, d’accordo con Equinox, abbiamo proposto a Elio Catania, riconosciuto per la consolidata esperienza internazionale nell’Information technology, di unirsi a noi in qualità di Presidente di Quid. Catania ha accettato con entusiasmo, valutando Quid come soggetto in grado di contribuire significativamente alla innovazione nel settore dei financial services nei prossimi anni”
.

“Abbiamo scelto Quid per la sua credibilità sul mercato e per il suo track record di crescita – commentano Andrea Bovone e Alessandro Dinardo, partner di Equinox -. Quid è diventata un player qualificato e di riferimento nello sviluppo di software per il mondo finanziario, segmento in continua e significativa crescita. Come Equinox vogliamo accompagnare l’azienda ed il suo management nel progetto di evoluzione da system integrator a produttore di piattaforme tecnologiche innovative con soluzioni flessibili e distintive volte a migliorare l’efficienza gestionale e la proposta commerciale dei propri clienti. Abbiamo condiviso da subito il modello di business di Quid, la sua cultura aziendale e crediamo nei suoi progetti di evoluzione tecnologica”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA