La blockchain sta modificando le logiche di gestione delle transazioni e incide sul business delle imprese, che anche, ma non solo, in relazione ad essa devono rivedere le proprie strategie di sicurezza per garantirsi un’efficace difesa dalla criminalità informatica, evitando a fronte dell’entrata in vigore del GDPR sanzioni significative, oltre che danni economici e reputazionali.

Var Group mette in campo nuovi investimenti che puntano a recuperare nuove e migliori competenze che in quest’ambito rendano la sua offerta più completa e focalizzata.

“I rapidi progressi della tecnologia stanno trasformando il panorama dei servizi, anche in termini di fiducia e sicurezza, creando nuove opportunità; e la blockchain ne è un esempio lampante – afferma Francesca Moriani, amministratore delegato di Var Group -. Con la nostra Cyber Division siamo in prima linea per affiancare le imprese che vogliono cogliere le opportunità offerte dalla rivoluzione digitale, offrendo le soluzioni più innovative per aiutarle a costruire strategie globali di business integrate con solide difese”.

Francesca Moriani, amministratore delegato di Var Group
Francesca Moriani, amministratore delegato di Var Group

Si inquadra in questo obiettivo l’acquisizione, tramite Yarix, del 19% di Blockit, che aggiunge all’offerta di Var Group servizi specifici e soluzioni in ambito blockchain e compliance PCI, il consorzio nato dall’esigenza di uniformare le modalità di gestione della sicurezza dei dati delle carte di credito da parte di American Express, Discover Financial Services, JCB, MasterCard Worldwide e Visa International. Lo standard PCI-DSS interessa in particolare tutti i settori commerciali e punta a fronteggiare i sempre più frequenti episodi di violazione dei dati che compromettono le informazioni personali di milioni di consumatori.

“L’offerta di Blockit trova una collocazione perfetta all’interno dell’offerta Var Group e della spinta innovativa che la caratterizza, nonché una sinergia perfetta con i servizi proposti da Yarix – commenta Nicola De Bello, co-fondatore di Blockit -. La nostra storica vicinanza al mondo della compliance e in particolare al mondo degli Standard PCI confluisce in Blockit in in una forma innovativa, che vede la proposta di nuovi servizi e prodotti a valore aggiunto correlati con quei mondi”.

“Di fronte ad una cronaca digitale in cui costantemente aumentano gli episodi eclatanti di violazioni, è evidente quanto sia indispensabile un approccio strutturato alla protezione dei dati di clienti, fornitori e dipendenti – dichiara Mirko Gatto, amministratore delegato Yarix, che spiega come questo approccia debba “consentire la resilienza dei propri processi, la prevenzione e la gestione degli incidenti informatici, garantendo l’implementazione delle migliori tecnologie e lo sfruttamento di ogni potenzialità per lo sviluppo del business e il miglioramento delle proprie performance, nel pieno rispetto delle normative internazionali”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA