Fujitsu e Tim hanno siglato un protocollo d’intesa e avviato un tavolo di confronto e di condivisione delle rispettive competenze, in ambito 5G, blockchain e quantum computing, volto ad agevolare l’innovazione delle reti e lo sviluppo di servizi a valore aggiunto.

Al centro della partnership c’è un sodalizio tecnologico che porterà allo sviluppo di soluzioni di networking basate sulle tecnologie emergenti.

Fujitsu e Tim lavoreranno insieme per sfruttare le potenzialità di queste tecnologie e accelerare lo sviluppo di progetti di trasformazione digitale in ambito automotive, financial ma anche per utilities e per il manifatturiero. Quindi le due aziende, parallelamente, esploreranno modalità innovative per fornire l’abilitazione alle reti 5G, la connettività dell’Internet delle Cose e la prevenzione delle frodi, attraverso l’utilizzo della tecnologia blockchain.

Massimiliano Ferrini, Head of Product Business di Fujitsu Italia
Massimiliano Ferrini, Head of Product Business di Fujitsu Italia

Raccogliamo il commento di Massimiliano Ferrini, head of product business di Fujitsu Italia: “Questo nuovo progetto di ‘co-creation’, che può anche essere visto come una sorta di laboratorio di ricerca e sviluppo congiunto, ]…[ permetterà di raggiungere nuovi livelli di innovazione in ambito networking, grazie al 5G, al blockchain e al Quantum-inspired Computing di Fujitsu, che fa leva sulla soluzione Digital Annealer, in grado di elaborare scenari complessi con maggiore accuratezza – rilasciando risultati di ordini di magnitudine superiori alla generazione di Moore – rispetto ai computer tradizionali di oggi. Si tratta di tecnologie emergenti, destinate a cambiare le dinamiche di molti settori di business nei prossimi anni”.

Per Tim, le tecnologie 5G rappresentano uno strumento chiave per lo sviluppo di nuovi servizi digitali fruibili da qualsiasi tipologia di industry. Per indirizzare queste opportunità però è fondamentale il consolidamento di un ecosistema di partner distintivi: il protocollo d’intesa con Fujitsu si inserisce in questa scelta strategica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA