Quasi un anno dopo l’ultima l’iniezione da 500 milioni di dollari in Veeam da parte di Insight Venture Partners, c’è l’accordo definitivo di acquisizione per 5 miliardi di dollari. Sigilla in modo definitivo il rapporto consolidato che già legava in modo significativo la realtà IT al fondo. Dato di rilievo anche la valutazione di Veeam che, fondata nel 2006, beneficiava- solo a maggio – di sottoscrizioni per circa un miliardo di dollari.

Veeam, società di software privata con sede a Baar, in Svizzera, è posizionata nel quadrante di Gartner in alto a destra per le soluzioni di backup di ambienti virtualizzati, con un’architettura basata su server di gestione centralizzati e uno o più server fisici e virtuali in grado di agire anche in modalità agentless.

Tra i punti di forza la capacità di supportare i clienti in fase di transizione verso il cloud, offrendo funzionalità di backup ibride e native, un vasto ecosistema di partner e system integrator e infine la facilità di utilizzo.

Caratteristiche piaciute al fondo che farà ora diventare statunitense la realtà elvetica che conta uffici in 30 Paesi e circa 365mila clienti (di cui l’81% Fortune 500) in più di 160 nazioni, per un fatturato di oltre un miliardo e negli ultimi mesi con un ritmo di crescita di circa 4.000 clienti al mese.

L’acquisizione dovrebbe concludersi già nel primo trimestre del 2020 e servirà ad accelerare i piani “atto II”, quindi con focus strategico sempre più marcato di servire il mercato hibrid cloud e di potenziarsi oltreoceano.

William H. Largent - Nuovo Ceo di Veeam
William H. Largent – Nuovo Ceo di Veeam

Con l’acquisizione arrivano infatti lo spostamento di sede negli Usa, la promozione di Danny Allan, da VP a Cto, e quella di William H. Largent che dalla carica di executive vice president, assume quella di Ceo e commenta l’operazione.

“Negli ultimi dieci anni abbiamo registrato una rapida crescita globale – spiega Largent – Ora vediamo ulteriori opportunità di crescita per il futuro, in particolare nel mercato americano. Con l’acquisizione, siamo entusiasti che la nostra attuale forza lavoro statunitense di oltre 1.200 risorse sarà ampliata e rafforzata per supportare un numero ancora maggiore di clienti (in Emea Veeam è già tra i leader di mercato, Ndr.) grazie agli sforzi della divisione di scaleup dell’acquirente denominata Insight Onsite“.

Grazie al precedente investimento del 2019 e con Insight Partners, Veeam ha lavorato per espandere la propria piattaforma software di gestione dati Veeam Cloud. Nell’ultimo anno sono arrivati Veeam Backup per Aws, poi per Office 365, ora l’annuncio del prossimo rilascio per Microsoft Azure.

Mike Triplett
Mike Triplett, managing director Insight Partners

Soprattutto Veeam è riuscita a crescere proprio nel mercato statunitense, target delle strategie Insights.

Nelle prossime settimane è previsto anche il rilascio della nuova Veeam Availability Suite v10, sviluppata per indirizzare in modo specifico le possibilità di movimentare e gestire i dati in cloud, come richiedono le aziende.

Conferma la direzione strategica Mike Triplett, managing director all’interno del board Insight Partners: “La piattaforma di Veeam è riconosciuta come soluzione di gestione dei dati tra le più avanzate e completa disponibile per le aziende che richiedono una perfetta combinazione tra le funzionalità di backup e ripristino dei dati, la protezione dei dati, e la disponibilità del dato stesso. Da qui il nostro impegno a sostenere la prossima fase di espansione e crescita di Veeam negli Stati Uniti, ma anche il mantenimento della posizione di leadership nelle quote di mercato nell’Emea e l’espansione nel resto del mondo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA