Le restrizioni dettate dall’emergenza dovuta alla pandemia da Covid-19 impattano su ogni contesto della vita di tutti noi. Il mondo sportivo non è risparmiato, con grande sofferenza degli appassionati che amano seguire i propri beniamini e vivere le competizioni in prima linea. Tra queste, il Tour de France rappresenta per il ciclismo il più grande evento sportivo a livello mondiale, una gara che attira ogni anno migliaia e migliaia di sostenitori.
Anche l’edizione 2020 del Tour de France, in corso in questi giorni, non delude però i propri fan, che numerosissimi partecipano e si godono l’evento in modo coinvolgente e interattivo.

Per far fronte ai cambiamenti imposti dagli ultimi eventi critici, subentra infatti in aiuto la tecnologia. L’esperienza innovativa è resa disponibile da Ntt e dalla sue soluzioni che sfruttano i dati unici e le capacità avanzate di data analytics in tempo reale per consentire una visione da remoto.

Ntt e ASO, progetto di co-innovazione

La strategia poggia sulla rinnovata partnership tecnologica tra Ntt e ASO – Amaury Sport Organisation, organizzatore della competizione internazionale. Nella storia del Tour de France, ASO sfrutta da sempre le nuove tecnologie emergenti sia per ottimizzare le operazioni di gara sia per offrire un’esperienza ottimale ai fan. Per soddisfare gli appassionati di ciclismo sempre più esperti di tecnologia digitale e con sempre maggiori aspettative sulla visione della gara, l’azienda intraprende un processo di trasformazione digitale con un approccio basato sui dati.
Dal 2015, NTT  e ASO lavorano insieme per fornire informazioni in tempo reale sulla corsa per emittenti tv e fan. Lavorando con spirito di co-innovazione, le due aziende danno vita ad una piattaforma basata sui dati che sfrutta l’esperienza combinata delle due organizzazioni per creare una roadmap di innovazione a lungo termine che acquisisce sempre maggiori asset, sfruttando le tecnologie principali e i servizi gestiti di Ntt.

Un global stadium digitale

Il progetto per l’edizione 2020 del TDF prevede la creazione di un global stadium digitale al servizio degli appassionati che non posso assistere fisicamente alla corsa. Ntt sviluppa per questo una Virtual Zone Technique che combina diverse tecnologie per fornire i servizi per il Tour e tutelare il successo operativo della corsa.
Un team di 70 persone lavora da remoto in cinque continenti per supportare la gara che, partita il 29 agosto, si conclude il prossimo 20 settembre. I servizi gestiti di collaboration consentono ai team tecnologici globali di supporto di comunicare, mentre un approccio secure-by-design garantisce l’integrità della sicurezza attraverso la gestione delle minacce in tempo reale.

Virtual Zone Technique
Ntt sviluppa la Virtual Zone Technique

In questo modo viene garantita una maggiore sicurezza allo staff tecnico e un miglior supporto allo svolgimento della competizione.

Tim Wade, vice president, advanced technology group for the sport di Ntt
Tim Wade, vice president, advanced technology group for the sport di Ntt

“I servizi gestiti che utilizziamo sono fondamentali sia per me che per il team – spiega Tim Wade, vice president, advanced technology group for the sport di Ntt –. Questi ci consentono infatti di concentrarci sulla realizzazione della gara e di non doverci preoccupare della sicurezza, dell’infrastruttura o della collaborazione perché abbiamo team straordinari in tutto il mondo che fanno tutto questo per noi. Le nuove tecnologie relative al cloud computing, alle piattaforme di collaborazione e al networking ci hanno permesso di fare cose che probabilmente non sarebbero state possibili cinque anni fa. Da allora, abbiamo lavorato progressivamente con ASO per digitalizzare le nostre piattaforme in modo da poter supportare la gara da remoto, da qualsiasi parte del mondo. È grazie a queste basi che ora siamo in grado di fare il passo successivo nel viaggio”.

Ai fan un’esperienza immersiva

Con il monitoraggio in tempo reale dei ciclisti e la fornitura di dati per le emittenti, il set di servizi cresce ogni anno. I punti salienti includono un’analisi dei dati migliorata, un sito web completo di Race Center, l’uso dell’intelligenza artificiale e dell’apprendimento automatico per fornire una visione più approfondita della gara, l’uso della realtà aumentata e la creazione di leghe fantasy collegate alla gara. “La sfida del TDF è il coordinamento di tutte le parti mobili mentre il tour si sposta ogni giorno, così come tutte le attrezzature e le infrastrutture”, commenta Yann Le Moenner, Ceo, Amaury Sport Organization.

I dati e gli analytics vengono utilizzati in particolare su alcuni canali digitali: una app di advanced reality fornisce agli utenti selezionati oltre al filmato in diretta della gara anche la possibilità di interagire con i dati live della corsa e di immergersi nei paesaggi del Tour de France. Per la prima volta questo consente ai fan di apprezzare appieno la portata dell’evento direttamente da casa in 3D. Grazie ad un’esperienza immersiva, gli spettatori possono infatti seguire i corridori mentre attraversano montagne, vallate, fiumi e laghi e accedere ai dati in tempo reale interattivi immergendosi completamente nella competizione.

Tracciamento in tempo reale

La piattaforma per il tracciamento in tempo reale del Tour de France – il Race Center  – evolve e si arricchisce per questa edizione di nuove funzionalità che generano servizi cloud all’avanguardia. Il Race Centre 2.0 offre un’esperienza di secondo schermo, mostrando i dati chiave della gara, la telemetria del corridore in tempo reale e altri approfondimenti, tra cui le previsioni e i commenti sulla gara. Tutti dati addizionali e visualizzazioni per le trasmissioni televisive live che possono fruire di un modo innovativo di vedere e comprendere la corsa e delle prestazioni delle singole squadre, fornendo una visione molto più approfondita dello stato della gara, ottimizzata per il consumo su qualsiasi dispositivo.

I dati possono essere condivisi attraverso il canale social @letourdata che fornisce aggiornamenti continui sulla gara. La gamification della competizione contribuisce ad arricchire l’esperienza dei fan attraverso le previsioni di machine learning fornite da #NTTPredictor per ogni tappa della corsa. Sfruttando l’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico, migliora l’approccio di narrazione basato sui dati con previsioni di gare dal vivo.

Ruth Rowan, chief marketing officer, per Ntt
Ruth Rowan, chief marketing officer, Ntt

“Questa non è una prima volta solo per il Tour de France, ma per lo sport in generale – commenta Ruth Rowan, chief marketing officer, Ntt -; tutto quello che in precedenza avremmo fatto fisicamente oggi viene realizzato in un ambiente remoto. Il nostro lavoro con ASO dimostra che cooperando possiamo trovare soluzioni per fare grandi cose. Innovazione significa anche che i fan possono assistere alla competizione in un modo differente, avvicinandosi sempre di più alle dinamiche della corsa, e che sempre più persone possono godersi questa sfida in sicurezza. L’approccio che stiamo adottando per il Tour de France di quest’anno rivoluzionerà il futuro della fruizione degli eventi sportivi, e non solo. Stiamo utilizzando la tecnologia per portare l’esperienza degli appassionati sportivi a un altro livello. Le nuove sfide che abbiamo affrontato nella preparazione della gara di quest’anno stanno ispirando il nostro team per lo sviluppo di molte altre idee per attirare una nuova generazione di fan esperti di digitale”.

Yann Le Moenner, Ceo, Amaury Sport Organization
Yann Le Moenner, Ceo, Amaury Sport Organization

“La nostra partnership con Ntt si concentra sempre su futuro: la prossima sfida, il prossimo obiettivo – dichiara Yann Le Moenner, chief executive, ASO –. Negli ultimi cinque anni abbiamo costruito il Tour de France insieme a Ntt e abbiamo continuato nel nostro percorso di trasformazione digitale nonostante le circostanze di questo anno. Le persone hanno potuto constatare i benefici dello sport anche durante questa pandemia. Oggi possiamo quindi utilizzare la tecnologia per garantire che l’esperienza dei fan sia più entusiasmante che mai. Questi cambiamenti fanno bene al mondo. Ad esempio, se possiamo sfruttare il Tour de France come piattaforma per accelerare l’uso delle biciclette nelle città, possiamo migliorare la salute delle persone e ridurre il nostro impatto ambientale”.

Tour de france 2020
Tour de France 2020 in corso dal 29 agosto al 20 settembre 2020
© RIPRODUZIONE RISERVATA