Connettere alla Rete milioni di famiglie sfruttando la tecnologia UltraFwa è il primo obiettivo dell’iniziativa di Fastweb, Nexxt Generation 2025, che parte in questi giorni offrendo un servizio di connettività fissa con velocità fino a 1 Gb/s senza limiti di traffico e dispositivi connessi, in 50 città situate nelle aree grigie (nelle aree grigie sono presenti circa 8 milioni di abitazioni ed il 30% della popolazione). La rete si basa sull’innovativa infrastruttura Fwa (Fixed Wireless Access) che coniuga i vantaggi della fibra con le frequenze 5G e combina le frequenze a 3,5 GHz e mmwave a 26 GHz per offrire maggiore velocità.

Anche piccole città come Anzio, Avellino, Crema, Belluno, NardòVelletri, avranno quindi a breve la possibilità di accedere alle medesime opportunità riservate finora alle grandi città. Mentre la roadmap prevede che entro il 2021 – ma già da febbraio è molto nutrita la lista di altri comuni che beneficeranno della copertura Fwa 5G – saranno 500 i comuni a disporre di connettività attraverso questa tecnologia e 2.000 entro il 2024, per una copertura complessiva di 8 milioni di case nelle aree grigie e 4 milioni nelle aree bianche. L’accelerazione di Fastweb è legata anche alla partnership con Linkem, operativa da dicembre dello scorso anno. 

Il processo di attivazione della connettività tramite infrastruttura Fwa prevede  per il cliente la possibilità di verificare online la disponibilità di copertura e prenotare l’appuntamento per l’attivazione del servizio che dovrebbe avvenire già per il giorno successivo.

Tra le novità nell’offerta del provider inoltre anche l’incremento di velocità per chi già dispone, come cliente Fastweb, di una connessione Ftth che grazie ad un upgrade della rete proprietaria, potrà fruire di una velocità di connessione fino a 2,5 Gb/sec. Le nuove performance di velocità saranno disponibili dall’inizio del prossimo anno gradualmente per famiglie e microimprese attestate sulla rete Fastweb.

Sarà così in 30 grandi città, per una copertura complessiva di circa 4 milioni di case, con una stima approssimativa di incremento della connettività veloce da 1 Gb/s a famiglia a 1 Gb/s a persona
Il programma Nexxt Generation 2025 prevede che l’upgrade sia disponibile in modo indistinto per i nuovi come per i già clienti, senza costi aggiuntivi.
La terza novità prevista dal piano prevede infine che dal 27 dicembre l’azienda accenda il proprio servizio mobile 5G che, anch’esso sarà incluso in tutte le offerte sia per i nuovi clienti che per i già clienti senza alcun costo aggiuntivo. In particolare, il 5G di Fastweb si accenderà in un primo momento a Milano, Bologna, Roma e Napoli per poi estendersi via via ad altri comuni, seguendo il roll out della rete mobile, ed arrivare a coprire il 90% della popolazione entro il 2025.

Alberto Calcagno, Ceo di Fastweb
Alberto Calcagno, Ceo di Fastweb

Assieme alla proposta tecnologica Fastweb annuncia inoltre il suo impegno concreto per l’alfabetizzazione digitale, declinato attraverso le iniziative della Fastweb Digital Academy che ha rilasciato 8.500 certificati ad altrettanti studenti che hanno seguito i corsi gratuiti di formazione organizzati dall’Academy.

In questa direzione l’impegno proseguirà anche per i prossimi anni con la formazione di altre 50mila persone con nuovi corsi, gratuiti, destinati a giovani e meno giovani, dedicati a chi vuole sviluppare competenze digitali di base o di livello più avanzato per chi invece vuole approfondire e arricchire a livello professionale la propria competenza digitale.

A supporto dell’occupazione, Fastweb oltre alle 120 persone già assunte nel corso del 2020, sta portando avanti un piano di assunzioni che nei prossimi mesi prevede l’integrazione di 130 nuove risorse, a cui si aggiunge la creazione di ulteriori posti di lavoro nell’ambito delle società partner che gestiscono i servizi di call center. Da marzo quindi saranno ampliati i servizi di customer operation svolti a Lecce e Cagliari per una più alta qualità del servizio di assistenza ai clienti e la creazione di occupazione per circa 250 nuovi operatori.

Mentre per supportare la ripresa e rispondere all’emergenza sono stati lanciati due programmi specifici. Il primo, Fastweb Aiuta i Piccoli Imprenditori, prevede il coinvolgimenti dei dipendenti in un programma di donazioni per la creazione di un fondo da 1 milione di euro che verrà utilizzato, in collaborazione con Confcommercio e Cesvi, per sostenere piccole attività commerciali clienti in difficoltà con contributi a fondo perduto pari a 5mila euro. Il secondo, Volontari per il Sistema di Tracing, fa leva sulle competenze di Fastweb e dei suoi dipendenti per collaborare al sistema di contact tracing.

I dipendenti, in qualità di volontari, ma durante l’orario di lavoro, si occuperanno di contattare le liste di persone positive al Covid, fornite dalla Ats Città Metropolitana di Milano e Lodi, con il fine di svolgere interviste per tracciare sintomi ed evoluzione dalla malattia, compilare le anagrafiche dei familiari e fornire istruzioni sull’isolamento e sulla quarantena di eventuali conviventi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA