Oggi quello dell’energia è un settore altamente strategico che, in un contesto sempre più critico sul fronte della cybersecurity, richiede protezione a più livelli e un’attenzione specifica al mondo del mobile.
Le minacce non riguardano esclusivamente computer e server ma anche infrastrutture critiche come le centrali elettriche, che esigono garanzie in un settore meno tradizionale ma di crescente importanza.

Sono questi temi particolarmente sentiti in casa Ansaldo Energia, la multinazionale che fornisce centrali elettriche chiavi in mano, turbine a gas e a vapore, generatori, attività nel campo dell’energia nucleare, e che sviluppa App per supportare chi segue gli impianti in costruzione, il marketing e il commerciale. Il gruppo ha il suo asset strategico nella proprietà intellettuale, un business fortemente legato al lavoro in mobilità, ed è proprio per questo che la protezione assume nelle strategie della società un ruolo fondamentale, deve essere altamente affidabile e coinvolgere tutto il mondo dei device, da smartphone a tablet.

Ansaldo Energia guida un gruppo in forte crescita ed in profonda evoluzione, a partire dalla separazione, nel 2013, da Finmeccanica dove le scelte di sicurezza informatica erano comuni a tutte le imprese del gruppo e gestite da una società di servizi interna. Oggi, con una presenza capillare in 90 paesi, il gruppo conta oltre 4.500 dipendenti e solo nel 2016 ne ha assorbiti 800, la maggior parte in Svizzera e in Florida, Stati Uniti. Gli elevati standard di sicurezza devono quindi coinvolgere trasversalmente tutta la struttura a livello globale, compresa la supply chain.

Per consolidare la capacità di gestire il rischio ed affrontare tutte queste imponenti sfide, Ansaldo Energia ha deciso di affidarsi ad un partner unico per la sicurezza informatica, nel quale ha trovato sostegno anche grazie ad una vision condivisa.
Si tratta di Kaspersky Lab, la società con un’expertise di oltre vent’anni nella sicurezza, alla  quale è stato affidato il compito di proteggere sia l’intero parco server di Ansaldo Energia, fisico e virtuale, sia tutta la dotazione di dispositivi come PC e smartphone Android.

Luca Manuelli, Chief Digital Officer and SVP Quality, IT & Process Improvement, Ansaldo Energia
Luca Manuelli, Chief Digital Officer and SVP Quality, IT & Process Improvement, Ansaldo Energia

“Dal 2013 abbiamo iniziato a stringere accordi con partner differenti. Cercavamo soggetti dalla dimensione internazionale che offrissero soluzioni con un livello di qualità omogeneo in tutte le aree geografiche – spiega Luca Manuelli, Chief Digital Officer and SVP Quality, IT & Process Improvement, Ansaldo Energia -. L’integrazione delle tecnologie in seguito ad acquisizioni è un processo delicato e Kaspersky Lab ci ha offerto un supporto decisivo in questa fase garantendo rapidità di esecuzione e la stessa qualità di sistemi e servizi per tutto il gruppo, mantenendo il controllo della sicurezza informatica centralizzato nel quartier generale di Genova”.

Una soluzione adottata a tutto campo

Endpoint Security di Kaspersky Lab è la suite stata scelta dal gruppo energetico.
La soluzione offre contestualmente la protezione antivirus tradizionale, il controllo delle periferiche fisicamente connesse e una protezione dagli 0 day grazie all’uso di database in real time disponibili nel Cloud Kaspersky.
Inoltre, Endpoint Security permette di proteggere anche i dispositivi mobile, come smartphone e tablet, che vengono utilizzati da Ansaldo Energia per seguire gli impianti in costruzione o dai responsabili marketing o dai commerciali.

Ansaldo Energia - Digital Transformation
Ansaldo Energia – Digital Transformation

La threat intelligence basata su cloud consente una risposta rapida alle minacce emergenti e riduce al minimo il numero dei falsi positivi, garantendo che il flusso di lavoro non venga interrotto. Dalla control room di Genova, Ansaldo Energia è così in grado, grazie ad una console unica, di prendere tutte le decisioni e di coinvolgere tutti i soggetti interessati.

 
Morten Lehn, General Manager Italy di Kaspersky Lab
Morten Lehn, General Manager Italy di Kaspersky Lab

“Quello dell’energia è un settore strategico e necessita di un partner in grado di garantire protezione su più fronti, – commenta Morten Lehn, General Manager Italy di Kaspersky Lab -. Ansaldo Energia opera in uno scenario in cui le minacce informatiche riguardano anche le infrastrutture critiche e Kaspersky Lab ha le competenze, le soluzioni e la professionalità per supportarlo Ansaldo Energia a fronteggiarle”. 

“La collaborazione con Kaspersky Lab è frutto di una visiOne condivisa che ci rende più fiduciosi nell’affrontare un contesto sempre più incerto dal punto di vista della cybersicurezza”, manuelli

© RIPRODUZIONE RISERVATA