Certo, per Lenovo riposizionarsi da produttore di PC a player su diversi fronti aperti, dagli smart device alle infrastrutture critiche per data center, dagli apparati per l’Internet of Things, alle soluzioni per Intelligenza artificiale, non è stata una partita facile; ma la crescita nell’ultimo quarter del 2018 di fatturato (+11%) e utile (+143%) danno ragione alla strategia implementata e perseguita con determinazione.
Il fatturato del quarter ha raggiunto i 10,6 miliardi di dollari e l’incremento del +11% su base annua; si tratta del primo aumento a due cifre realizzato negli ultimi 10 trimestri. L’utile ante imposte è stato di 37,0 milioni di dollari, con un +143% rispetto ai 15 milioni di dollari dell’anno precedente.

I numeri di questo trimestre hanno permesso una performance positiva anche per l’intero anno: il fatturato è stato di 45,3 miliardi di dollari, il 5% in più rispetto all’anno precedente; e non si è lontani dall’utile: la perdita netta di 189 milioni di dollari per l’intero anno è “dovuta principalmente al costo una-tantum dello storno di 400 milioni di dollari non-cash risultante da imposte differite nel terzo trimestre 2017/2018”.
Nel trimestre, il gruppo “PC e Smart Device” (Pcsd) ha fatturato 7,7 miliardi di dollari; il Data Center Group (Dcg) ha raggiunto gli 1,2 miliardi di dollari (+44%); il Mobile Business Group (Mbg) ha fatturato 1,3 miliardi di dollari.

L’Intelligent Devices Group supporta la crescita 

Per i prossimi trimestri l’azienda si attende un’ulteriore accelerazione dovuta all’integrazione tra il suo Personal Computer e Smart Devices Group con il Mobile Business Group, che insieme hanno dato vita all’Intelligent Devices Group (Idg), che potrebbe creare efficienze grazie alla condivisione su scala globale della supply chain e dei servizi.
“Nello scorso trimestre abbiamo visto la ripresa del fatturato con tassi di aumento a due cifre e con un forte miglioramento della redditività anno su anno, abbiamo chiuso l’anno fiscale con uno slancio positivo e dimostrato che Lenovo è davvero entrata in una nuova fase di crescita – commenta Yang Yuanqing, chairman e Ceo di Lenovo –. La visione di Lenovo è da tempo quella di diventare leader globale nella cosiddetta intelligent transformation. Ci concentreremo sulla creazione di competitività negli smart device per IoT, nelle infrastrutture per data center e nelle soluzioni verticali intelligenti, e siamo ben posizionati per trarre vantaggio dall’era dell’IoT e dell’intelligence“.

Yang Yuanqing, chairman e Ceo di Lenovo
Yang Yuanqing, chairman e Ceo di Lenovo
© RIPRODUZIONE RISERVATA