Due fornitori di software Erp su tre segnalano un incremento delle vendite nel corso dell’ultimo anno e il trend è confermato anche per l’anno in corso (fonte: SoftDoit). Le proposte implementate negli anni ’90 oggi segnano il passo, non sono adatte a soddisfare l’esigenza delle aziende di essere smart e non permettono di sfruttare il software Erp su tutti i device e le piattaforme” così Massimo Missaglia, amministratore delegato di SB Italia, legge lo scenario Enterprise Resource Planning in occasione della presentazione della nuova soluzione Agevole.

Poco più di quattro anni fa SB Italia riunisce quindi in una squadra interfunzionale i team di ricerca e sviluppo per portare avanti un progetto che elimini ostacoli e difficoltà tipiche di implementazione degli Erp. Oggi è già in funzione la prima installazione e si può quindi parlare del varo di Agevole, Erp basato su tecnologia Microsoft e DB Sql che, a segnare il cambiamento, si presenta anche con un nome del tutto nuovo.

Massimo Missaglia, amministratore delegato SB Italia
Massimo Missaglia, amministratore delegato, SB Italia

Missaglia: “Abbiamo scelto un nome italiano, per un progetto italiano, destinato soprattutto alle medie imprese (target d’elezione 100/500 dipendenti) che operano sul territorio, ma sostanzialmente adatto a realtà di qualsiasi dimensione. Agevole è frutto dell’esperienza di SB Italia sui progetti in ambito Web, mobile, ovviamente Erp, ma anche di digitalizzazione dei processi e si pone come obiettivo abilitare in modo semplice i processi di trasformazione digitale delle aziende”.

Il sistema è nativo per il Web, quindi accessibile con un browser su qualsiasi dispositivo (senza bisogno di Vpn) ma, oltre a questo, è fruibile anche tramite le app. SB Italia permette e favorisce l’utilizzo di Agevole in modalità SaaS, ma lasciando libera scelta ai clienti di abbracciare il modello preferito – considerati anche la base di installato e lo storico di ogni realtà.

La scelta del software in modalità SaaS significa che, a fronte di un canone, SB Italia offre aggiornamenti di infrastruttura e software gestiti, senza bisogno di risorse presso la sede dei clienti, con la possibilità di lasciare al vendor anche anche le preoccupazioni riguardo backup e ripristino.  

La caratteristica distintiva e originale, tuttavia, riguarda le modalità di configurazione e personalizzazione consentite. Agevole sfrutta per questo scopo l’engine Designer che permette di realizzare programmi senza scrivere codice. Questo accorcia sensibilmente i tempi di customizzazione che naturalmente ogni azienda richiede.

Designer non è una novità nel portfolio SB Italia perché la piattaforma di content workflow management già opera tutta sulla base dell’engine. Significa che gli aggiornamenti dell’Erp Agevole non rendono vane le customizzazioni già effettuate, per cui quanto “sviluppato” con Designer resta del tutto utilizzabile senza dover intervenire di nuovo, anche attraverso le app sui dispositivi mobile (con Html 5).

Agevole permette l’integrazione di dati e informazioni presenti in Rete, e il dialogo aperto con altri software e piattaforme. Infine, i clienti “competenti” possono decidere di autogestire le implementazioni, quindi è possibile anche personalizzare le soluzioni in ambienti misti.

SB Italia opera cross-industry, con alcune specializzazioni (commerciale, produzione meccanica, chimica/alimentare, e aziende nel mondo sanità, appunto, soprattutto per la parte finance), ma la proposta non si presenta al mercato strutturata per vertical.

L’approccio al mercato è, al momento, del tutto diretto, e le installazioni dell’Erp sono seguite direttamente da SB Italia. Missaglia non esclude un’apertura possibile nel prossimo futuro anche sul canale, proprio considerata la natura del prodotto. Sono 600 circa le aziende attive con la proposta Erp di SB Italia, per un fatturato annuale del segmento intorno agli 8 milioni di euro, mentre SB Italia cuba complessivamente circa 30 milioni di euro e cresce anno su anno del 18%.

Tra gli utilizzatori delle soluzioni di SB Italia (non dell’Erp), in ambito health, c’è il San Raffaele di Milano per cui l’azienda ha realizzato un sistema di monitoraggio del flusso operatorio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA