Ogni anno oltre otto milioni di tonnellate di rifiuti plastici finiscono negli oceani, una quantità pari a un camion della spazzatura ogni secondo. Aziende come Adidas, Dell e Procter&Gamble hanno cominciato a occuparsi del problema: raccolgono la plastica, la riciclano e la riutilizzano per fabbricare i loro prodotti o come materiale da imballaggio. Questo metodo è particolarmente apprezzato dai clienti più attenti all’ambiente.

Altre organizzazioni come Plastix, Parley for the Oceans e Fishy Filaments, invece, trasformano vecchie reti da pesca di nylon o polipropilene in rigranulato e filamenti. Anche questo metodo sostenibili di recupero delle risorse può essere interessante per inventori e produttori futuri.

Quickstarter: iniziativa per l’ambiente sostenibile

Anche un gruppo di ricerca di Siemens Corporate Technology sta lavorando per fare del mondo un posto migliore: Sustainable Lifecycle Management applica metodi di analisi del ciclo di vita ed ecoefficienza a prodotti, soluzioni e nuove applicazioni aziendali di Siemens.

L’attività del gruppo comprende anche lo sviluppo di strumenti e servizi digitali come City Air Management (CyAM)). In questo modo si riduce l’impatto ambientale e si aumenta l’efficienza energetica e delle risorse. Da circa due anni un team di ricerca sostenuto dal programma di crowdfunding Quickstarter di Siemens sta lavorando all’iniziativa Cleaning the Ocean is Our Business.

Plastica oceanica: un’opportunità per prodotti sostenibili

“In un progetto, Siemens Sre Restaurant Services ha lanciato l’idea di verificare se la plastica riciclata recuperata dagli oceani potesse essere adatta per produrre tazze riutilizzabile. Inizialmente abbiamo studiato le norme e le direttive sull’uso di plastica riciclata per la produzione di materiali destinati al contatto con gli alimenti” racconta Ingo Bernsdorf, uno dei fautori dell’iniziativa Cleaning the Ocean. Purtroppo, non potendo tracciare la provenienza della plastica oceanica, questo materiale non risultava idoneo per scopi alimentari. Per questo motivo il primo passo nello sviluppo del prodotto doveva essere la realizzazione di una barriera funzionale.

Ocean-Plastic - Tazza
Il nuovo progetto della tazza è stato realizzato con lo strumento CAD 3D di Solid Edge

La soluzione: Solid Edge e Additive Manufacturing

Con il supporto di Franz-Georg Blattner del gruppo di ricerca Coatings & Additive Manufacturing di Corporate Technology, il team ha riprogettato la tazza, rendendosi ben presto conto della necessità di un software Cad per portare avanti l’idea. Il gruppo ha scelto di comune accordo lo strumento Cad 3D Solid Edge di Siemens Plm Software, in particolare la versione gratuita disponibile per tutti i dipendenti di Siemens AG.

“Non avevamo alcuna esperienza con Solid Edge”, ricorda Felix Fischer, grande sostenitore del progetto. “Abbiamo cominciato disegnando una tazza che sarà realizzata con due materiali per soddisfare i requisiti dell’industria alimentare”.

L’anima della tazza è prodotta con plastica oceanica riciclata e poi rivestita con uno strato di plastica per uso alimentare. Sfruttando le diverse applicazioni di Solid Edge, il team ha sviluppato una struttura con superfici a forma libera complesse e una tattilità interessante che ricorda la superficie ondosa del mare. “Anche se il prodotto è relativamente semplice, Solid Edge ha reso l’intero processo molto più agevole grazie alla sua facilità d’uso e intuitività. Abbiamo risparmiato moltissimo tempo”, sottolinea Fischer.

Premio per la produzione della tazza

Grazie al programma Solid Edge di Siemens Plm Software e alla collaborazione con istituti come il laboratorio di prototipazione MakerSpace di Monaco di Baviera e l’AM Design Lab di Berlino di Siemens, i progetti dei prodotti virtuali sono stati convertiti velocemente in prototipi fisici per la fase successiva di sviluppo.

Già nella prima versione, il prodotto era composto per oltre il 40% da plastica oceanica riciclata, con una conseguente riduzione delle emissioni di Co2 del 45%. Il progetto si è aggiudicato il premio per la sostenibilità e un contributo di 500 euro al Solid Edge Contest 2018, consegnati da Urban August, senior vice president and managing director Germany di Siemens Plm Software.

Ocean-Plastic
L’AM Design Lab con sede a Berlino aiuta gli ingegneri di Siemens a scoprire le potenzialità dell’additive manufacturing

Dal prototipo all’applicazione

La tazza serve come studio di fattibilità per l’utilizzo di materiali riciclati, anche per strutture più complesse realizzate con diversi materiali e tecniche di additive manufacturing. Per ottenere un prodotto di qualità superiore ed estendere le aree applicativa alle business unit di Siemens, ora è fondamentale migliorare la lavorabilità dei filamenti di plastica oceanica riciclata. “Che si tratti di una tazza o di un prodotto tecnico, spetta a noi trattare il nostro pianeta in modo più sostenibile a beneficio delle generazioni future. Insieme ai nostri clienti stiamo dando il nostro contributo con soluzioni e prodotti innovativi”, conclude Bernsdorf.

© RIPRODUZIONE RISERVATA