Oracle Autonomous Database è il primo DB che – si può proprio dire così – “si guida da sé”, un’espressione che si utilizza solitamente per i veicoli a guida autonoma. E per tanti aspetti è una similitudine del tutto azzeccata.

Tante funzionalità sono automatizzate e questo permette di eliminare una serie di possibili errori umani. Il machine learning permette al DB di proteggersi e ripararsi in autonomia. L’automatizzazione dei task consente quindi di concentrarsi su ciò su cui serve farlo, a tutto vantaggio dei dati, meglio protetti.   

Non perdere tutti gli approfondimenti della Room “The Augmented CIO”

© RIPRODUZIONE RISERVATA