La sensibilità del top management nelle strutture di business sui temi della trasformazione digitale porta già oggi a constatare l’effettiva crescita dei progetti di digital transformation, anche a livello di maturità.

Ne parliamo con Francesco Pagliari, responsabile marketing offerta IT di Tim, che sottolinea come questo rappresenti un buon auspicio in relazione al recupero del gap che divide l’Italia dai più importanti Paesi europei. In questa prospettiva va considerato anche l’arrivo del 5G, a supporto delle smart industry e della sicurezza a tutto tondo.

Secondo Francesco Pagliari, sono due gli elementi più importanti che emergono dall’ultima Cio Survey: Il primo elemento è che la trasformazione digitale sta ormai vivendo una fase di forte espansione: l’80% delle aziende dichiara di essere ormai in un percorso di progettazione e digital transformation, rispetto al 43% di 3 anni fa”. E prosegue: “L’aspetto ancor più importante da sottolineare è che la maggior parte di questi progetti di digitalizzazione sono ad oggi guidati dal top management e dalle figure di business”.

Dalla Cio Survey, risulta, infatti, che top management e comitati misti Ict e business partecipano alla definizione dei piani strategici di digital trasformation rispettivamente nel 51% e 49% circa delle aziende che partecipano all’indagine. “Ciò rappresenta un buon auspicio relativamente al recupero del gap che divide l’Italia dai principali Paesi Europe nel Desi, dove infatti, il nostro Paese occupa il quart’ultimo posto.

A questo proposito, il secondo elemento è “il 5G, che rappresenta ormai una tecnologia molto importante, se non strategica, dalle aziende di quasi tutti i settori”. Il 32% dei Cio che partecipano all’indagine definiscono il 5G importante e per quasi il 14% si tratta di una tecnologia strategica. Le applicazioni del 5G che appaiono più importanti sono quelle relative alla smart industry, ovvero al controllo della produzione, e quelle che riguardano la sicurezza, relativamente alle smart city e alla sorveglianza nei vari contesti aziendali.

Conclude Pagliari: “Questi risultati confermano come Tim nel suo focus sul 5G sia oggi fortemente allineata ai trend della domanda”.

Nella videointervista maggiori dettagli.

Leggi tutti gli approfondimenti dello Speciale Cio Survey 2019

© RIPRODUZIONE RISERVATA