Tutte le aziende riconoscono oggi i benefici potenziali delle tecnologie Internet of Things, soprattutto quelle che operano nel settore manifatturiero, ma la maggior parte di esse incontra barriere e ostacoli significativi nella realizzazione dei progetti e fa fatica ad individuare i percorsi per un’efficace implementazione delle soluzioni IoT.

Per questo tra i progetti su carta, i Poc, e la concreta messa a terra delle idee  si corre il rischio di arrivare sempre in tempi lunghi ai risultati, o di non arrivarci affatto. La proposta di Software AG con Cumulocity IoT serve proprio ad abbattere questi ostacoli, e a consentire alle aziende di adottare un approccio estremamente efficiente per la risoluzione di questi problemi. Non a caso, la piattaforma è stata riconosciuta da IoT Breakthrough come migliore piattaforma IoT enterprise dell’anno 2020.

Cumulocity permette di avviare rapidamente un progetto IoT, rispondendo  alle singole e specifiche esigenze di ogni azienda. Si integra agilmente con l’infrastruttura esistente, le applicazioni aziendali già in uso, i sensori, i protocolli e le risorse all’edge. Per esempio, supporta oltre 150 dispositivi pre-integrabili, ed oltre 300 protocolli. Da qui il primo punto di forza della piattaforma: la maggior parte dei progetti IoT di un’azienda può essere implementata in poche ore o giorni in un ambiente intuitivo e facile da gestire, no-code.

Cumulocity IoT - Tre punti di forza
Cumulocity IoT – Tre punti di forza

Un poco più in profondità, la piattaforma consente di integrarecontrollare e gestire tutti i processi IoT: ci riferiamo alle tematiche di connettività e gestione dei dispositivi, all’analisi dei dati e all’integrazione con le applicazioni aziendali, siano esse in esecuzione sull’edge, on-premise o in cloud.

Questo significa che non è necessario su scelte infrastrutturali diverse rigenerare daccapo gli analytics che invece possono essere spostati da un ambiente all’altro in pochi passaggi da consolle di gestione. Non solo, il “motore” per gli analytics particamente lavora “in streaming”; è preintegrato per permettere di analizzare dati (anche in grandi volumi), così è possibile trasformare subito in opportunità commerciale un’evidenza sui dati nel momento in cui viene registrata. E questo permette di passare da un atteggiamento reattivo ad un approccio proattivo. 

Sono tutte caratteristiche che hanno determinato già la scelta di Cumulocity IoT da parte di aziende eterogenee per verticali di appartenenza, per esempio oltre che da quelle di produzione, anche dalle telecomunicazioni, le utilities, in ambito smart city e nella logistica.

Collegando le risorse che lavorano all’edge, e valorizzando i dati che esse generano, le piattaforme come Cumulocity IoT offrono insight interessanti per indirizzare i processi di business e migliorare l’efficienza, ma anche idee innovative su come coinvolgere in modo intelligente i clienti. Cumulocity IoT infatti permette di collegare qualsiasi asset (edifici, contatori, macchinari industriali) con qualsiasi servizio cloudsistema o applicazione, compresi ovviamente i sistemi Erp e il medesimo approccio vale indipendentemente dalle scelte infrastrutturali compiute.

Cumulocity, fondamenta solide, progetti IoT sicuri

La piattaforma indirizza in modo ottimale progetti IoT  di connessione dei devicegestioneintegrazioneanalyticsservizi a valore aggiunto.

Per quanto riguarda la connessione dei dispositivi IoT, con Cumulocity IoT, una volta individuati sulla rete basta trascinarli nella dashboard della piattaforma per analizzarne le prestazioni, questo facilita al massimo il collegamento del mondo fisico con quello digitale. Come preannunciato, oltre 150 sono le tipologie di dispositivi pronte per una connessione “out of the box” basata su kit hardware certificati e relative librerie software. La scalabilità della piattaforma assicura la possibilità di arrivare a gestire anche migliaia e migliaia di dispositivi, raccogliendo i dati necessari per analizzare e ottimizzare le operazioni. I dati possono consentire approfondimenti in streaming come anche “a posteriori”, sempre in sicurezza.

Direttamente dalla dashboard è possibile connettere e disconnettere nuovi dispositivi, raggrupparli e ricercarli, anche per eventuali verifiche in blocco, controllarne lo stato di servizio, monitorare la qualità delle connessioni, intervenire sugli eventuali allarmi e risolvere i problemi. Ma anche gestire software, firmware e credenziali di accesso, creare microservizi per interfacciare dispositivi IoT con protocolli custom. E’ possibile anche l’accesso remoto all’interfaccia utente dell’asset direttamente da Cumulocity IoT

Cumulocity IoT – Un approccio semplice e sostanzialmente no-coding, ma anche alta scalabilità e solidità di classe enterprise
Cumulocity IoT – Un approccio semplice e sostanzialmente no-coding, ma anche alta scalabilità e solidità di classe enterprise

Ecco invece come Cumulocity IoT indirizza le problematiche di integrazione dei dati, provenienti da sistemi eterogenei, per renderli fruibili nel modo più veloce, rilevare i modelli ricorrenti e quindi i trend.
La piattaforma è in grado di raccogliere, da qualsiasi fonte dati sia le informazioni strutturate sia quelle non strutturate, permette di esporre in modo sicuro le informazioni tramite chiamate API , per l’analisi e la fruizione da terze parti. Gli analytics, appunto, croce e delizia.
Individuare quando un macchinario è difettoso, oppure perché un cliente si sta avvicinando alla concorrenza non sono problemi che possono attendere. E’ invece necessario riuscire a reagire in modo veloce. La suite di Software AG, in particolare  la componente Apama, motore di real time streaming analytics permette, in tempo reale, di correlare grossi volumi di dati, di individuare combinazioni significative e attuare azioni automatizzate nel momento in cui si verificano, per esempio generando allarmi, oppure scatenando eventi.

Non è necessario essere un data scientist per analizzare le serie temporali dei dati raccolti bensì un ingegnere o un esperto di processo attraverso la componente TrendMiner è in grado di eseguire una self service analytics.  
Per implementare algoritmi matematici specifici per l’analisi predittiva la componente Zementis gioca un ruolo fondamentale nell’esecuzione degli stessi. Se si pensa ancora che sia difficile approdare ad uno scenario di efficienza di questo tipo non è un problema perché insieme alla piattaforma Sofware AG ha pensato anche ad offrire le guide e le competenze necessarie per iniziare il viaggio e trasformare la propria azienda in una realtà di classe enterprise che sa sfruttare appieno il digitale, attraverso i suoi Professional Services e l’ecosistema dei Partner. E se non sono state ancora compiute scelte infrastrutturali specifiche ma si inizia proprio da zero il viaggio, i clienti possono sfruttare Cumulocity IoT Edge  la componente della piattaforma da installare su qualsiasi tipo di edge, indipendentemente dall’hardware vendor.
Ad esempio, Dell Technologies ha scelto di fornire le sue soluzioni edge con Cumulocity IoT preinstallato.

Non perdere tutti gli approfondimenti sul tema e vai alla room Living Connections 

© RIPRODUZIONE RISERVATA