Il tema è quello della gestione dei pagamenti ricorrenti, quelli che tipicamente caratterizzano le utenze di servizio come quelle relative ai contenuti digitali, ma anche i trasporti e la casa, dagli affitti alle rate di condominio.
E’ un tema già diffuso in Europa, Italia compresa, e secondo una rilevazione condotta da SlimPay sul grado di diffusione del fenomeno “subscription” realizzata su oltre 5.000 persone in sei diversi paesi Europei tra cui Francia, Spagna, Germania, UK, Francia, Benelux e Italia emerge come la sottoscrizione di abbonamenti è già presente come modello di consume in tutti i Paesi UE, e come i Paesi dove oggi la “subscription economy” è più diffusa sono UK, Spagna e Francia, dove i consumatori sembrano ormai aver familiarizzato con questo metodo di consume, mentre in Italia, Germania e Benelux il fenomeno è oggi meno marcato, ma con important prospettive di crescita.

Dal report di SlimPay abbiamo dedotto questa tabella comparativa:

Nazione Percentuale di consumatori che fruisce di almeno un servizio in abbonamento Numero medio di servizi fruiti
Francia 95,0% 5,4
Spagna 94,3% 4,3
Italia 74,4% 2,2
Germania 68,0% 3,0

 

Quindi ad oggi oltre il 74% degli italiani dichiara di avere sottoscritto almeno un abbonamento, e la media è di 2,2 sottoscrizioni per persona; un “mercato” destinato a crescere ed a coinvolgere ancor più numerose aree: le bollette della telefonia, le rate per la locazione o il pagamento a rate di smartphone, i canoni per Adsl, Tv e applicazioni varie (oggi al 59% delle subscription); le bollette di luce e gas (51%); le rate di polizze e assicurazioni varie (30%); ed in prospettiva, ancor più di oggi le tasse tramite addebito diretto (52% prospettico), i trasporti (36% prospettico), gli affitti (29% prospettico), come anche il car-sharing e lo streaming di musica e video.

E’ in questo scenario che si inserisce SlimPay, con una soluzione all’avanguardia che genera vantaggi sia per le aziende che per i consumatori.
L’azienda è una Fintech specializzata in soluzioni tecnologiche basate sul Digitale per la gestione dei pagamenti ricorrenti on line tramite addebito diretto per l’acquisto di beni e servizi in abbonamento. La piattaforma operativa di SlimPay consente alle aziende di gestire direttamente l’intero processo, dalla sottoscrizione alle fasi di autorizzazione dell’addebito, fino all’incasso, offrendo un’efficace alternativa ai pagamenti tramite bonifico bancario o carta di credito.
Il sistema prevede che la piattaforma SlimPay digitalizzi le procedure di addebito su conto corrente, automatizzando i processi in modo veloce e sicuro, in linea con quanto previsto dalla cosiddetta “subscription economy”, il fenomeno in rapida crescita che vede aumentare l’utilizzo di servizi e prodotti in abbonamento, che è cresciuto di oltre il 70% negli ultimi 4 anni e di cui è previsto una ulterior importante crescita.
Fondata a Parigi nel 2009, SlimPay conta oggi su un team di oltre 70 specialisti in pagamenti, che operano da 6 sedi nel mondo e gestisce oltre 2.000 clienti in 34 Paesi, tra cui aziende ed organizzazioni internazionali quali Deezer, Nespresso, UNICEF, SNCF, Gaumont e, in Italia, ITAS Assicurazioni

Sbarcata in Italia a metà del 2017, SlimPay ha stretto una partnership con Banca Sella ed è tra le aziende che hanno aderito al Fintech District di Milano, il primo polo italiano dedicato alla Finanza Digitale.

Jérôme Traisnel, CEO di SlimPay
Jérôme Traisnel, CEO di SlimPay

Sottolinea Jérôme Traisnel, CEO di SlimPay: “L’Italia registra una crescita costante nella diffusione dei pagamenti online anche se, a differenza di altri Paesi europei, i consumatori italiani risultano ancora poco abituati a utilizzare servizi in abbonamento. Ma è solo una questione di tempo; dalla nostra ricerca emerge come gli italiani si dimostrino aperti al cambiamento e come le loro abitudini di consumo e di acquisto stiano cambiando profondamente. Quella in atto è una rivoluzione senza ritorno che coinvolgerà tutti, e anche per questo l’Italia rappresenta per SlimPay un mercato strategico ad alta potenzialità di sviluppo“.

Sabatino Abagnale, Head of Italy SlimPay
Sabatino Abagnale, Head of Italy SlimPay

Sabatino Abagnale, Head of Italy e quindi responsabile della gestione del portafoglio Clienti e responsabile della definizione delle strategie di vendita per l’Italia, aggiunge: “L’Italia ha un importante potenziale di crescita: la nostra soluzione semplifica i processi di incasso dei nostri Clienti e quelli di pagamento di servizi ricorrenti dei Consumatori cui viene messo a disposizione il nostro servizio”.

Il vantaggio offerto da SlimPay è presto descritto: nata a seguito dell’opportunità creatasi con il passaggio al sistema di pagamento SEPA (Single Euro Payments Area) che ha portato alla standardizzazione delle regole di gestione dei pagamenti bancari in tutti gli Stati dell’area Euro, SlimPay opera in qualità di istituto di pagamento autorizzato sottoposto al controllo dell’autorità di regolamentazione delle banche e la sua soluzione permette di gestire l’intero processo di pagamento degli abbonamenti, dall’acquisizione e gestione dei mandati alle operazioni di retry in caso di transazioni non andate a buon fine, consentendo alle aziende di ottimizzare il ciclo di vita del cliente, favorendone la fidelizzazione, riducendo il rischio di ritardo nei pagamenti e, a lungo termine, massimizzando i ricavi. Al contempo, il consumatore non vede la sua transazione gravata di commissioni di alcun tipo.

SlimPay è una piattaforma ad alte prestazioni, semplicissima da integrare nativamente in qualunque sito web, sito mobile o app mobile grazie alla sua sofisticata API; ed attraverso la compilazione del form di check out, gli utenti possono attivare e pagare la sottoscrizione con addebito diretto in pochi clic, senza abbandonare il sito web del merchant.
Dalla verifica dei documenti alla sincronizzazione con un CRM o la riconciliazione delle transazioni, SlimPay è inoltre integrabile con le piattaforme tecnologiche offerte dal network dei propri Partner; fra questi, Zuora, piattaforma ideata per automatizzare la fatturazione per imprese il cui modello di business prevede un abbonamento, e Ingenico ePayments, che ha sviluppato una soluzione per la gestione dei mandati di addebito diretto SEPA in maniera semplice e sicura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA