Per HPE il deployment di sistemi IoT, edge e cyber-fisici è un passaggio necessario per ottenere l’aggregazione del mondo fisico con quello digitale. Elaborare i dati in prossimità della loro stessa fonte è il requisito per ridurre il tempo impiegato da un’informazione per andare da un’unità all’altra di un sistema, e allo stesso tempo, ridurre i costi di trasmissione dei dati al data center remoto.
Direzione di business indicata anche da Gartner, che prevede “entro il 2022, come conseguenza dei progetti di business digitali, il 75% dei dati generati dalle aziende verrà creato e processato al di fuori del cloud o del tradizionale data center centralizzato; un valore in crescita rispetto al meno del 10% del 2018”. 

Per supportare i clienti nell’adozione di tecnologie e servizi che consentano un’accelerazione della delivery di applicazioni, HPE mette in campo nuove piattaforme di Edge. 
L’annuncio riguarda in particolare quattro nuove soluzioni: HPE Edgeline OT Link Platform, HPE Edgeline systems management, HPE Edgeline EL300 Converged Edge System, HPE Edgeline Field Application Engineering Services. Altamente customizzabili, tali piattaforme si adattano all’utilizzo in differenti settori.

HPE Edgeline Converged Edge Systems
HPE Edgeline Converged Edge Systems

Le soluzioni, i nuovi software, i servizi e le tecnologie dedicate a HPE Edgeline Converged Edge Sustems hanno il compito di semplificare ed accelerare questi processi, gestendo l’infrastruttura remota e garantendo la connettività tra sensori e asset industriali con le applicazioni IT attive nell’ambito edge.

HPE Edgeline OT Link Platform è in particolare una piattaforma aperta che facilita il deployment dei sistemi IoT o cyber-fisici, riducendo il time-to-market. Caratterizzata da un’interfaccia utente intuitiva, la soluzione permette ai clienti di orchestrare reti OT, applicazioni, flussi di dati, sistemi di controllo. A rappresentare uno dei clienti che hanno già in uso la soluzione, Christopher Cain, Vice President e General Manager of Electronic Industrial Products di Keysight Technologies, dichiara:Garantire dispositivi IoT sicuri e comunicazioni wireless efficaci in modo convalidato secondo i più recenti standard delle test suite 5G e IoT di Keysight è essenziale per assicurare le prestazioni ottimali delle soluzioni IoT dei nostri clienti. Siamo soddisfatti delle potenzialità di HPE Edgeline OT Link Platform per fornire una potente piattaforma fisica OT-ready per applicazioni OT avanzate come Keysight PathWave Analytics. Integrato con i sistemi HPE Edgeline, rappresenta la corretta combinazione per l’elaborazione di grandi volumi di misurazioni e il controllo locale in tempo reale, mantenendo i più alti livelli di qualità del servizio”.

Tutte le piattaforme, i servizi e le soluzioni compresi nell’offerta di HPE sono attualmente disponibili in tutto il mondo, ad esclusione delle due piattaforme HPE Edgeline OT Link Platform e HPE Edgeline OTLink Workload Orchestrator che verranno rilasciate dal primo trimestre 2019.

Tom Bradicich, Vice President e General Manager, Converged Servers, Edge and IoT Systems di HPE
Tom Bradicich, Vice President e General Manager, Converged Servers, Edge and IoT Systems di HPE

“Il deployment di sistemi IoT, edge e cyber-fisici è una sfida che richiede uno sguardo nuovo all’unificazione del mondo fisico con quello digitale – dichiara Tom Bradicich, Vice President e General Manager, Converged Servers, Edge and IoT Systems di HPE –.
Con questi annunci permettiamo ai nostri clienti di accelerare la delivery di applicazioni che fanno leva sui dati edge senza rinunciare a una gestione di livello enterprise. E nel contempo gettiamo le basi di un nuovo ecosistema di soluzioni per l’intelligent edge capaci di promuovere innovazione e crescita in ogni settore”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA