Il Club dei Dirigenti delle Tecnologie dell’Informazione (CDTI) di Roma, fondato a Roma il 13 novembre 1988, come recita il suo statuto, è:

“una Associazione di persone, apolitica e senza fini di lucro, nata con lo scopo di contribuire allo sviluppo sociale, economico e industriale del Paese, tramite la promozione di un corretto uso delle tecnologie”.

Esso ha accolto nelle sue fila tanti protagonisti dello sviluppo dell’informatica e delle telecomunicazioni del mondo pubblico e privato della Capitale; questo primato conquistato con tenacia costituisce uno stimolo per tutti coloro che, raccogliendone l’eredità, sono fortemente impegnati perché il CDTI continui a svolgere la sua funzione, confermandosi un protagonista nel mondo ICT con una collocazione di forte indipendenza, grazie alla sua riconosciuta “terzietà”.

Massimo Di Virgilio, Presidente del CDTI di Roma
Massimo Di Virgilio, Presidente del CDTI di Roma

I Soci iscritti hanno superato la soglia di 400 unità, sono circa il triplo coloro che ne seguono le attività su Linkedin, e altrettanti quelli registrati sul sito del Club. Ciò a testimonianza di una volontà di partecipazione molto marcata da parte di professionisti, manager e imprenditori che con la loro scelta tributano un indubbio riconoscimento alla reputazione che il Club ha saputo costruirsi negli anni e alla qualità del lavoro svolto. 

Questa nuova stagione si apre nel segno di grandi aspettative, che stanno però facendo nascere anche molte preoccupazioni, poiché, se alla trasformazione digitale si riconosce la capacità di costruire una società più moderna, al contempo le si addebita la responsabilità di contribuire a creare squilibri rilevanti nel mondo del lavoro.

Come CDTI ci sentiamo parte in causa, consapevoli di dover assumere in uno scenario di tale complessità un impegno più diretto, per aggiungere alla nostra dimensione lavorativa anche quella associativa, nella convinzione che, per sostenere la ripresa di un Paese in difficoltà, sia necessario un aumento degli sforzi di ciascuno

Per tutte queste ragioni il CDTI ha deciso di organizzare per l’anno 2019 una serie di incontri con i Rappresentanti del mondo accademico, industriale e politico, per conoscere più da vicino coloro che stanno contribuendo a disegnare e realizzare la trasformazione digitale del nostro Paese.

A cura di Massimo di Virgilio, Presidente CDTI Roma

Puoi leggere l’articolo sull’incontro con l’ospite del mese di marzo, Onorevole Enza Bruno Bossio, cliccando qui

© RIPRODUZIONE RISERVATA