Fa gli onori di casa inaugurando la nuova sede di Ericsson Emanuele Iannetti, amministratore delegato di Ericsson in Italia, tagliando il nastro con le autorità ormai abitudinarie al Lorenteggio Business Village che accorpa a Sud di Milano diversi operatori di Tlc.
Un vero e proprio distretto delle telecomunicazioni, aperto da prima con la presenza di Vodafone (tra i principali clienti di Ericsson), poi popolatosi a marzo con la nuova sede di Huawei (tra i principali competitor di Ericsson) e ora con Ericsson stessa. Insomma amici e nemici in un unico spazio.

Autorità territoriali

L’ospitalità verso aziende innovative che portano sviluppo sul suolo milanese è ribadita dal sindaco (Giuseppe Sala), dal vicepresidente della Regione Lombardia e assessore all’innovazione (Fabrizio Sala) e dall’ambasciatore di Svezia in Italia (Robert Rydberg), tagliando il nastro che inaugura una sede per 340 dipendenti, con spazi innovativi e postazioni adatte allo smart working, che sarà un punto di riferimento per i progetti di collaborazione tra Ericsson e le realtà più innovative della regione. Imprese e università.

Sindaco Sala, AD di Ericsson Iannetti, Ambasciatore di Svezia Rydberg

Spinta sul 5G

Con una storia centenaria in Italia (presente dal 1918) e tre centri di sviluppo e ricerca attivi da 40 anni (a Genova, Pisa e Pagani) Ericsson farà della nuova sede un polo di raccordo per tutti i progetti in corso. ”Sarà punto di riferimento per i progetti di collaborazione tra Ericsson e l’ecosistema imprenditoriale e universitario lombardo, che costituisce uno dei principali motori di sviluppo del Paese – precisa Iannetti -. Grazie ad una presenza capillare su tutto il territorio nazionale e a tre centri di ricerca e sviluppo, contribuiamo a rendere l’Italia uno dei Paesi più avanzati nello sviluppo e nell’implementazione del 5G in Europa e nel mondo”. Sul 5G dal 2015 la ricerca ha preso lo slancio e si è concentrata in particolare su tecnologie fotoniche e grafene a partire dal primo progetto di sperimentazione in Italia fatto con Tim.

E che la ricerca sia un asset ancora oggi lo conferma il 18% di fatturato globale investito in R&D (2018), contribuendo a portare il numero dei brevetti nel campo delle Tlc a 49.000. ”Dall’anno 2000 sono oltre 600 i brevetti ottenuti dai circa 750 ricercatori italiani, protagonisti anche di diversi record mondiali” precisa l’AD.

Italia plastic-free

Un ultimo dettaglio sulla sostenibilità della nuova sede che, essendo all’interno del Lorenteggio Business Village, già beneficia dei criteri di sostenibilità approvati dalla certificazione internazionale LEED Silver (Leadership in Energy and Environmental Design). E’ pastic-free, una scelta di sostenibilità ambientale che, abbinata anche alla politica di smart working adottata da 1.800 dipendenti sui 3.000 in Italia (possano lavorare da casa fino a 6 giorni al mese), ha permesso all’azienda di fare formazione sui temi legati all’ambiente oltre che ridurre le proprie emissioni di CO2 di 1,6 tonnellate per ogni giorno di lavoro smart attivato dai dipendenti.

“Il 95% del personale si dichiara molto soddisfatto, in quanto lo smart working permette loro di migliorare il work-life balance (74%) e di ridurre lo stress generato dal tragitto quotidiano da e per l’ufficio (71%) – ufficializza Laura Nocerino, head of people di Ericsson in Italia -. Scelta che fa parte di un rinnovato percorso di ascolto delle persone. Lo smart working, che concilia maggiormente lavoro e vita privata, ha un ritorno positivo sull’autonomia e sulla soddisfazione individuale”.

Il progetto di una plastic-free company nasce qui a Milano ma sarà da modello per altre sedi in giro per il mondo. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA