Nell’anno di celebrazione del suo ventesimo anniversario, Verizon intensifica gli sforzi sul 5G con iniziative a supporto del mercato europeo e dei clienti internazionali. 

Nasce a Londra un nuovo 5G Lab, prima struttura che offre uno spazio di sviluppo e collaborazione abilitato per la rete Verizon 5G al di fuori dei confini statunitensi. 
Negli Usa, degli innovation lab sono presenti a New York, Washington DC, Cambridge, San José e Los Angeles. 

A Londra, casi pratici di 5G 

Il nuovo Lab, che sorge nel centro di Londra, presso l’ufficio Mid City Place di Verizon, si presenta come un ambiente live abilitato per l’ecosistema 5G dell’azienda.

Uno spazio dove startup, mondo accademico, aziende e organizzazioni collaborano con Verizon per studiare nuovi standard tecnologici, sviluppare nuove applicazioni e dispositivi ed esplorare nuove possibilità nel contesto del 5G.

La sperimentazione di casi d’uso di aziende di vari settori (pubblicità, intrattenimento, istruzione, produzione, medicina, vendita al dettaglio, servizi pubblici e locali) consente di toccare con mano i progetti al fianco del team di Verizon, per capire come veicoli a guida autonoma, smart community, assistenza sanitaria virtuale, smart manufacturing, IoT industriale, istruzione immersiva, realtà aumentata, realtà virtuale e gaming responsivo possano essere migliorati grazie alla velocità, alla larghezza di banda e alla bassa latenza del 5G.

Tami Erwin
Tami Erwin, Group Ceo di Verizon Business

Tra le applicazioni concrete, è possibile ad esempio osservare un centro di controllo mobile, un’esperienza di acquisto con realtà aumentata e scaffalature smart per la vendita al dettaglio, servizi intelligenti per la gestione delle risorse e per reinventare lo spazio di lavoro in ottica AR . Siamo stati la prima azienda al mondo a lanciare questa tecnologia che ora è attiva in 34 città degli Stati Uniti – commenta Tami Erwin, Group Ceo di Verizon Business -.
Uno dei modi migliori per sfruttare le potenzialità del 5G è metterlo nelle mani di innovatori e visionari. La nostra struttura di Londra consente ai nostri clienti internazionali di beneficiare di questa expertise mentre cercano di creare applicazioni e servizi abilitati al 5G”.

Spazio alla creatività

La seconda importante iniziativa di Verizon riguarda l’apertura, il prossimo aprile e sempre a Londra, di uno studio di produzione abilitato per il 5G che verrà integrato nella struttura del Lab.

Lo studio vuole offrire uno spazio in cui i marchi gestiti da Verizon Media, partner e clienti, possano produrre contenuti 3D, comprese esperienze di realtà virtuale e aumentata, utilizzando strutture all’avanguardia come acquisizione volumetrica, motion capture e trasmissione AR.

La struttura fornisce inoltre alle aziende creative e innovative uno spazio di incubazione per testare la creazione di contenuti che traggono vantaggio dalla capacità di questa tecnologia di trasmettere enormi quantità di dati quasi istantaneamente.

Guru Gowrappan
Guru Gowrappan, Ceo di Verizon Media

“Il nostro studio 5G Los Angeles, basato su piattaforma Ryot, lo scorso anno è stato il primo studio di produzione 5G negli Stati Uniti; ora ne stiamo aprendo uno nuovo a Londra, offrendo le stesse strutture di produzione di contenuti di prossima generazione – dichiara Guru Gowrappan, Ceo di Verizon Media -. Il nuovo studio di Londra rappresenta il nostro continuo impegno nel dare accesso ai nostri clienti a contenuti esperienziali di prossima generazione all’interno dell’ecosistema dei nostri brand. Mentre passiamo da un mondo di contenuti 2D a 3D, stiamo fornendo ai nostri partner l’accesso ad una  tecnologia all’avanguardia e la possibilità di sperimentare lo standard 5G, riunendo i migliori creativi per costruire esperienze di livello mondiale e prepararci per un nuovo mondo dove questa tecnologia è in continua crescita”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA