La sostenibilità è integrata in tutte le attività di Eni e ne costituisce un elemento essenziale. Una mission che recepisce i 17 Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, indirizzando un modello di business basato sui tre pilastri della neutralità carbonica nel lungo termine, dell’eccellenza operativa e della promozione delle alleanze per lo sviluppo locale.
Questi tre pilastri, a loro volta, poggiano su una base comune costituita dalla valorizzazione delle competenze interne, dall’applicazione di tecnologie innovative e dal processo di digitalizzazione. Applicando questo modello, Eni intende creare valore nel lungo termine per tutti gli stakeholder contribuendo a una transizione energetica che sia socialmente equa.

In questo contesto, Eni ha sviluppato Open-es, una piattaforma digitale per la condivisione di dati relativi alla sostenibilità delle filiere produttive. Nata dalla partnership tra Eni, Boston Consulting Group (Bcg) e Google Cloud, la piattaforma è uno strumento innovativo, inclusivo e aperto a tutte le aziende impegnate nel percorso di transizione energetica.     

Dario Pagani, Executive Vice President & Cio di Eni: “La transizione energetica è un percorso di continua trasformazione in cui la collaborazione tra le imprese lungo le filiere produttive riveste un ruolo fondamentale. Nella consapevolezza che la sostenibilità è un tema collaborativo, abbiamo lanciato una piattaforma digitale dedicata alla sostenibilità con l’obiettivo di integrare tutti gli attori della filiera, coinvolgendo fornitori e filiere produttive. In quest’ottica è stata realizzata Open-es, strumento che si ispira ai principi Esg per premiare i fornitori che operano in maniera virtuosa e sostenibile”.

Sostenibilità della Supply Chain: le iniziative di Eni
Sostenibilità della Supply Chain: le iniziative di Eni

Leggi tutti gli approfondimenti della Room Il Digitale per la Sostenibilità

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi l'articolo: