Il rafforzamento della strategia di Arrow ECS della divisione dedicata alle soluzioni cloud e infrastrutturali lo aveva anticipato Cedric Doignie, VP Business Transformation & Services di Arrow ECS Emea, incontrato a  Canalys Channels Forum Emea 2018 di Barcellona e ora in Italia lo sottolineano Roberto Branz, direttore divisioni security & cloud e Stefano Rossini, direttore divisione networking e infrastrutture.

Cedric Doignie, Vice President, ECS EMEA Business Transformation and Services di Arrow Electronics
Cedric Doignie, Vice President, ECS EMEA Business Transformation and Services di Arrow Electronics

La prima conferma arriva dall’inserimento a portafoglio di Microsoft Azure, arricchendo la gamma di prodotti e servizi erogabili dalla piattaforma cloud ArrowSphere. “La visione strategica di Arrow ECS spinge la tecnologia in ambito datacenter e security seguendo un modello completamente via canale, che si affianca all’operato di altre divisioni, tra cui quella legata ai componenti OEM che ha un modello di vendita diretto. Business complementari, con attenzione crescente anche verso nuovi ambiti all’interno del gruppo che ha più anime” racconta Doignie.
“L’impegno verso tecnologie sempre più sostenibili è una logica condivisibile dall’intero gruppo – continua – così come tra i nuovi trend di mercato l’IoT creerà un link tra tutte le diverse business unit di Arrow. Le componenti di IT e di OT richiedono nuove figure di partner specializzati in grado di fare dialogare i due mondi nelle diverse industry e questo richiede skill sui quali il canale deve lavorare. Detto ciò l’area in cui Arrow ECS continua a crescere in modo significativo è legata alla cybersecurity sulla quale continuiamo a fare investimenti e ora rafforza la sua parte infrastrutturale sulla quale vuole costruire un portafoglio di soluzioni complete”.

Roberto Branz, direttore divisioni security & cloud
Roberto Branz, direttore divisioni security & cloud

In Italia, la spinta infrastrutturale è quella di portare Arrow ECS ad essere un distributore riconosciuto dal canale non solo per il suo storico background legato al mondo della sicurezza (Arrow era entrata in Italia acquisendo il distributore Computerlinks)) ma anche come interlocutore a valore nel mondo del cloud per quei partner che vogliono gestire nuove sfide legate alla fruizione dell’IT in modo flessibile a consumo.
In particolare, in ambito infrastrutture già Arrow lavora con Citrix, Commvault, Huawei e Infinidat ma ora con l’accordo siglato a livello europeo con Microsoft Azure alza la sua proposizione nel mercato IaaS e cloud.
“L’offerta nel comparto del networking continua a crescere e vogliamo assicurare il massimo impegno sul cloud computing, arricchendo il nostro marketplace e allineandoci sempre più alle altre filiali di Arrow all’estero – precica Roberto Branz, direttore divisione security & cloud di Arrow ECS Italia. In particolare, vogliamo fornire servizi a supporto proprio a quei partner che sono interessati ad affrontare il mercato del cloud pur senza avere una propria offerta. Questo significa che dobbiamo spostare i livelli di business dei nostri clienti, e grazie al marketplace che abbiamo a livello mondiale, portare avanti la strategia multicoud. Per questa ragione il nostro portale a tendere conterrà i principali produttori di piattaforma as a service presenti sul mercato”.

Due i problemi principali del canale rispetto al cloud, secondo Branz: il timore che gli operatori del cloud bypassassino il canale stesso (Amazon vende direttamente a clienti finali) e la poca conoscenza del canale da parte dei cloud provider. “Il nostro ruolo è di avvicinare il canale verso questi operatori – precisa Branz -. Nel 2019 vogliamo essere partner attivi dello sviluppo del canale IT, Cloud e AI, temi di cui si fa un gran parlare ma che ad oggi non scaricano a terra il loro potenziale. Si parla di cloud da 10 anni ma oggi un terzo delle aziende non è pronta ad adottarlo. Il nuovo ruolo è di aiutare i partner a trovare gli skill e ad accompagnarli nel percorso. Mi sento di dire che il focus nei prossimi anni sarà su questi temi”.

Stefano Rossini, direttore divisione networking e infrastrutture
Stefano Rossini, direttore divisione networking e infrastrutture

Arrow mette a disposizione demo lab, tecnici certificati e un team specializzato sulle tecnologie offerte dalla divisione Network & Insfrastructure, proseguendo nello sviluppo di partnership con vendor che possono aiutare anche i clienti italiani a sfruttare i nuovi modelli completamente interconnessi, l’IoT tra questi.
“Oggi le aziende hanno bisogno di modernizzare le proprie infrastrutture per poter cogliere le opportunità offerte dall’hybrid cloud – sottolinea Stefano Rossini, direttore divisione network & infrastructure di Arrow ECS Italia -. Tutti i vendor da noi distribuiti assicurano soluzioni innovative tecnologicamente avanzate, volte a migliorare l’efficienza e la qualità del lavoro delle aziende. Oggi, partner e rivenditori non sono più dei semplici boxmover, ma si dimostrano sempre più capaci di aiutare i propri clienti a scegliere la migliore soluzione cloud, agendo come veri e propri consulenti.

Su ArrowShphere i partner possono accedere a risorse di formazione, marketing e gestione operativa per avviare rapidamente gli abbonamenti per una proposta cloud.

© RIPRODUZIONE RISERVATA