Sostenere il ruolo del trasporto pubblico verso la creazione di una smart city ideale, intelligente ed efficiente. E’ il percorso intrapreso da Firenze attraverso una serie di iniziative legate alla mobilità e ai pagamenti smart.

Il capoluogo toscano è la prima città a livello italiano ad implementare un modello di tecnologia contactless su tutto il servizio pubblico. Ne è dotata la flotta Ataf, composta da 355 autobus, insieme ai 15 pullman di Busitalia del Gruppo FS Italiane, ai Volainbus, i mezzi di collegamento diretto da Firenze verso l’aeroporto Amerigo Vespucci, e il servizio di navetta che collega la città all’outlet The Mall.

Un rete supportata da un sistema di pagamento semplificato e sicuro realizzato grazie alla partnership con Visa. I passeggeri del network possono utilizzare le proprie carte di debito, credito, prepagate, smartphone e smartwatch per pagare il biglietto direttamente sull’autobus, avvicinando la carta o il dispositivo contactless al validatore di bordo. Una metodologia di pagamento che consente maggiore flessibilità, come alternativa ai tradizionali metodi di acquisto.

Modello smart, incentivo all’uso

Un processo che semplifica i pagamenti e fornisce informazioni in tempo reale, con il potenziale di migliorare significativamente tutte le criticità che i consumatori sperimentano quotidianamente.

Criticità che scoraggiano l’uso dei mezzi pubblici. Come confermano i dati del Visa Global Study “The future of Transportation” condotto in collaborazione con Stanford University su circa 20.000 abitanti di una delle due più grandi città dei 19 paesi rilevati.

Tra i risultati più significativi: una modalità più semplice di pagamento del trasporto pubblico, ne aumenterebbe del 27% l’uso medio; il 52% dei pendolari è frustrato dall’esperienza nell’uso dei trasporti pubblici; la complessità nei pagamenti è spesso alla base di reclami comuni; la necessità di biglietti diversi per le diverse modalità di viaggio rappresenta un problema per il 47% degli utenti; il 41% i servizi “cash only” rappresentano una criticità. Tutte queste frustrazioni rendono quindi chi utilizza i mezzi meno propenso a utilizzare i trasporti pubblici rispetto ai mezzi privati.

Andrea Fiorentino, head of product & solutions Southern Europe di Visa
Andrea Fiorentino, head of product & solutions Southern Europe di Visa

“Un sistema di trasporto che muova le persone in modo rapido e facile ogni giorno rappresenta una delle chiavi del successo economico di una città, – sottolinea Andrea Fiorentino, head of product & solutions Southern Europe di Visa. Lavorando con il trasporto pubblico a Firenze, Visa ha aiutato a implementare un sistema contactless che offre ai passeggeri un modo più semplice di viaggiare senza le frustrazioni legate all’acquisto del biglietto fisico. Ora Firenze si è messa al pari delle città globali più lungimiranti quando si tratta di garantire a residenti e visitatori una navigazione facile della città”.

Fiorentino fa riferimento in particolare ai progetti già realizzati dalle metropoli come New York, Rio de Janeiro e Singapore, che per prime si sono dotate din un sistema di viabilità contacless e stanno ora beneficiando dei suoi vantaggi. Ma il riferimento va anche alcune città italiane, come Venezia che, insieme a Visa e tramite il programma triennale V4V, sostiene la campagna Enjoy Respect Venezia a favore di un turismo responsabile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA