L’e-commerce registra in Italia un valore di 31 miliardi di euro con una crescita annua del 15%, più elevata rispetto ai mercati europei più maturi; una grande opportunità per le imprese che operano nel settore.

Il commercio elettronico deve però rispondere alle nuove elevate aspettative dell’acquirente in termini di customer experience, velocizzando ed efficientando i processi con soluzioni più smart.

Un business che Vtex intercetta e si prepara a sviluppare in Italia, aprendosi al mercato con la propria piattaforma SaaS on cloud e una nuova sede a Milano. Iniziativa in linea con il piano di crescita globale dell’azienda che dal Brasile, dove nasce, conta oggi 15 uffici in America Latina, la presenza europea in UK, Germania e ora Italia, 2.500 clienti totali e, a inizio anno, l’acquisizione di UniteU, piattaforma di e-commerce basata negli Usa.

La crescita di Vtex (+43% negli ultimi cinque anni) è sostenuta dai fondi di investimento internazionali con apporti consistenti. Per primo Riverwood, nel 2014, e oggi Softbank, con un finanziamento di 140 milioni di dollari: risorse che vogliono consentire all’azienda di espandere la propria presenza territoriale ma anche di sviluppare nuove funzionalità dell’offerta di cloud commerce.

Daniela Jurado Jabba, country manager di Vtex Italia
Daniela Jurado Jabba, country manager di Vtex Italia

A guidare la strategia del mercato italiano è Daniela Jurado Jabba, country manager di Vtex Italia, brasiliana, da circa dieci mesi nel nostro Paese, che incontriamo a Milano, dove racconta per la prima volta i piani di sviluppo dell’azienda e le caratteristiche della piattaforma.

“Il prodotto made in Italy è richiesto anche al di fuori dei confini italiani e questo ci apre grandi aspettative di espansione del business. Rileviamo peraltro che il mercato locale è spesso rappresentato da competitor costosi o da piattaforme chiuse, non customizzabili dal cliente. Riteniamo di avere una soluzione che va oltre questi limiti e per questo crediamo ci sia spazio per crescere in Italia”, esordisce Jabba.

Concetto ampio di multicanalità

“Abbiamo costruito una piattaforma cloud-native flessibile per fornire ai clienti una gestione integrata e unificata di tutti i canali di venditaspiega la giovane manager-, anche offline (circa 4mila le combinazioni di prodotto), a supporto di progetti b2b, b2c, di marketplace (sul modello di Zalando), franchising e negozi fisici”.

“La piattaforma si basa sul concetto di multicanalità”: è multi currency, multi lingua, integra diversi cataloghi e inventari: è multi seller perché consente integrazione nativa e accordi commerciali tra i vendor attivi sulla piattaforma; è multi payment, gestendo sia pagamenti online che su standard locali tramite, ad esempio, Satispay; ha diverse interfacce grafiche per le diverse tipologie di mercati. E’ customizzabile e collegabile ad altri sistemi o gestionali interni alle aziende.  
La soluzione è “pronta per il cliente, che non deve gestire il backend e può focalizzarsi solo sul proprio negozio per creare le regole; ecco perché il time to market dei progetti è molto veloce”, sottolinea la manager (mediamente 109 giorni).

Daniela Jurado Jabba, country manager di Vtex Italia
Daniela Jurado Jabba, country manager di Vtex Italia

“Nell’online, il traffico è imprevedibile; stabilità e scalabilità sono quindi elementi strategici”, spiega Jurado Jabba. Per garantire la scalabilità anche nei giorni di picco come il black friday (lo scorso anno l’azienda gestiva in quel giorno 1.000 ordini al minuto), Vtex si appoggia ad AWS.

La sicurezza è supportata da uno Smartcheckout, modello  di forma nativa, integrato con gli 80 mezzi di pagamento gestiti a livello globale, proteggendo la transazione senza richiedere login e password.  Il sistema OMS (Order management system) semplifica invece la gestione degli ordini con una visione a 360 ed un processo di spedizione rapido.

Target, canale e obiettivi

Il target dell’azienda è rappresentato da clienti enterprise (le piccole aziende sono escluse per scelta) di settori dell’e-commerce di fascia alta, a partire dal fashion (il 60% del business) e il food & grocery, i mercati a più elevata crescita; seguono elettronica, arredamento e industria. Tra i clienti italiani: Motorola, Miriade, Gruppo Pianoforte, Spazio Lusso, Naturitas.

VTEX - Trend e-commerce
VTEX – Trend del mercato e-commerce per settori merceologici

Il modello di business non prevede setup e licenza ma è fornito a consumo; “abbiamo guardando al mercato e adottato il modello Uber (in Brasile il 30% della popolazione lo utilizza), che rappresenta il futuro. L’obiettivo è oggi quello di crescere insieme al cliente”, continua Jurado Jabba. Si punta a ridurre il Tco, adottando il modello opex.  

La vendita prevede anche un modello l’indiretto per arrivare agli utenti finali più velocemente. Il 60% dei lead arriva dall’ecosistema dei partner e system integrator (tra questi, in Italia, Lutech). Il canale conta oggi oltre 1.000 partner che fanno parte dell’e-commerce, anche sui pagamenti. Vtex offre loro formazione e follow up sui progetti, con benefici economici e programmi di commissioni sulle attività di vendita, tutorial online per il supporto al cliente, così come l’assistenza viene data ai clienti durante la fase di implementazione o di go on line. La rete dei partner gioca un ruolo molto importante e l’obiettivo è quello di ampliarla e la selezione non sarà tanto quantitativa ma qualitativa”.

Tra gli obiettivi anche il costante impegno su ricerca & sviluppo (già oggi il 60% dei dipendenti è dedicato allo sviluppo del prodotto con circa 800 rilasci al mese) “per rispondere più velocemente alle richieste del mercato e fornire un prodotto più efficiente che faccia leva sull’Intelligenza Artificiale per portarci verso il commercio del futuro”, conclude Jurado Jabba.

© RIPRODUZIONE RISERVATA