Il percorso di evoluzione di Intel, che già da qualche anno si qualifica come azienda data centrica e data company, è segnato in questi giorni da alcune novità di rilievo, tecnologiche, ma non solo.
Le ripercorriamo a partire dalle parole di Karen Walker, senior vice president e Cmo di Intel, che annuncia il nuovo brand sulla scorta del percorso compiuto: “Stiamo mettendo in atto concretamente una nuova strategia di crescita, creando un nuovo mix di ricavi e perseguendo nuovi segmenti di mercato alimentati dai dati e dallo sviluppo dell’intelligenza artificiale, dalla trasformazione delle reti con il 5G e l’intelligent edge ]…[. Entrando in nuovi mercati e ampliando la nostra tecnologia, vediamo un’opportunità di giocare un ruolo ancora più grande per il successo dei nostri clienti]…[“.

Karen Walker Intel
senior vice president e Cmo di Intel

Così, rimasto di fatto inalterato per molti anni ora, a rispecchiare il cambio di direzione contribuisce anche il nuovo marchio (lo proponiamo di seguito) che viene rinnovato per rispecchiare la significativa evoluzione del business e presentato in occasione del lancio dell’undicesima generazione di processori Intel Core. Tra gli annunci più interessanti e più vicini all’attenzione del pubblico anche quello relativo a Intel Evo.

Intel Evo

Intel Evo è la nuova piattaforma dedicata alla progettazione di laptop, co-ingegnerizzati e certificati attraverso il programma Intel Project Athena. La piattaforma, in particolare, identifica i dispositivi di computing dotati di processori Intel Core di undicesima generazione, con grafica Intel Iris Xe (il nome in codice era Tiger Lake) che rispondono alle specifiche e ai particolari indicatori chiave (Key Experience Indicator, Kei) relativi all’effettiva esperienza sul campo così come sono individuati dalla “second edition” di Project Athena con cui Intel si è impegnata a favorire il miglioramento delle esperienze sui pc portatili.

Nel 2019 Intel ha infatti delineato i principi tecnici del programma e creato l’infrastruttura necessaria per realizzarlo. A partire dalle esperienze sul campo delle persone che utilizzano i laptop, l’azienda ha quindi sviluppato metriche tecniche, i Kei appunto, come indicatori basati sull’esperienza attraverso cui misurare tutti i design basati su Project Athena.

In questo modo il vendor di Santa Clara può misurare i workflow dei dati di utilizzo all’interno di un contesto reale anziché limitarsi a misurare attività isolate in condizioni controllate. Se ne guadagna un’anteprima di come un laptop si comporterà effettivamente ogni giorno. Il progetto è cresciuto nel corso del 2020 ed Intel ha ottimizzato le metodologie di testing perché i risultati fossero effettivamente in grado di rispecchiare meglio il comportamento sul campo.

Intel - Il nuovo logo
Intel – Il nuovo logo

Intel ha intensificato i test sui carichi di lavoro e sul numero di attività per la misurazione dei Kei (si è passati dal monitoraggio di 25 attività rispetto alle 15 della prima edizione) così che i design architetturali di calcolo dei dispositivi forniscano le esperienze e le tecnologie promesse, non solo sulla carta ma nelle condizioni operative reali.

Oggi le verifiche dei dispositivi di Project Athena Second Edition prestano maggiore attenzione all’interazione tra attività locali e attività basate su cloud, in un contesto – documentato da ricerche interne del vendor – che evidenzia come la maggior parte delle persone mantenga aperti molteplici account basati sul cloud mentre altre app come Chrome, Zoom, Spotify o Twitter girano in background. 

Intel Evo - Il marchio distintivo
Intel Evo Brand

In pratica i laptop con il marchio Intel Evo sono progettati per aiutare le persone a realizzare le attività che considerano importanti evitando interruzioni e distrazioni, senza dipendere dal caricabatteria ed assicurando una buona esperienza d’uso ovunque ci si trovi.

Tutti i dispositivi basati sulla piattaforma Intel Evo infatti vengono verificati rispetto alla prontezza di risposta continua della batteria, al riavvio del sistema da standby che deve essere inferiore al secondo, all’autonomia superiore alle nove ore in condizioni di utilizzo reale con i display Full HD ed alla ricarica rapida che per meno di 30 minuti di alimentazione deve poter offrire fino a quattro ore di utilizzo.

Caratteristiche importanti che vanno incontro ad uno dei desiderata espressi più di frequente dagli utenti: quello di poter lavorare senza la preoccupazione di dover tenere il computer collegato alla presa di corrente, anche per assicurarsi un effettivo utilizzo in mobilità nel corso dell’intera giornata.

Per quanto riguarda le specifiche tecniche garantite dal “marchio” che si trova sui nuovi dispositivi Evo, tutti i design devono prevedere processori Intel Core i7 o i5 di undicesima generazione, Thunderbolt 4, connettività Intel Wifi 6 (Gig+, al tema abbiamo accennato in un contributo dedicato), e ovviamente audio e grafica all’altezza, come indicato nell’illustrazione a seguire.

Intel Evo - Le specifiche di Project Athena Second Edition
Intel Evo – Le specifiche di Project Athena Second Edition

Per la realizzazione dei dispositivi di computing che soddisfino le specifiche indicate, Intel lavora all’ampliamento delle attività di formazione del suo ecosistema di partner ed ha fornito loro lo stesso tool di automazione dei test utilizzato internamente e predisposto per valutare ed eventualmente migliorare i design con l’obiettivo appunto di incrementare prestazioni ed autonomia delle batterie.

Già a giugno 2019, Intel ha aperto i suoi Open Labs in California, a Taipei e Shanghai a supporto dell’ottimizzazione della componentistica allineata a Project Athena ed utilizzata nei pc dai partner ed oggi sono oltre 140 i componenti convalidati dai Labs. Nel 2020 Intel ha esteso le attività di valutazione sui componenti anche alle memorie ed ai dischi allo stato solido (Ssd) con firmware customizzato.
Ad oggi Project Athena è di riferimento nell’attività di oltre 150 partner tra cui Acer, Lenovo, Dell, HP, Samsung, Asus, Dynabook, Google ed i primi portatili basati sulla piattaforma Intel Evo saranno disponibili entro la fine dell’anno. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA