Volvo Cars è coinvolta nei rivoluzionari cambiamenti in atto nel settore automobilistico ed è da sempre impegnata nello sviluppo di partnership strategiche per ampliare la gamma di servizi connessi da offrire ai propri clienti. 
Tra le alleanze siglate, un’importanza strategica riveste quella con Google. La casa svedese controllata dalla cinese Geely si allea infatti con Big G per integrare il mondo delle app e i servizi sviluppati che dialogano con il mondo dei servizi online dell’Internet Company.
Un progetto che rivoluziona l’interfaccia uomo-macchina e che punta contestualmente a ridurre le distrazioni al volante causate dall’utilizzo dello smartphone durante a guida, aiutando a mantenere lo sguardo concentrato sul percorso.

Un ulteriore passo verso le auto del futuro

Nel 2017, Volvo Cars aveva accettato la sfida di Google siglando un accordo per sviluppare sulla base di Android la prossima generazione del sistema Sensus Connect, l’impianto Infotainment che offre informazioni, intrattenimento e funzioni che semplificano l’utilizzo e la gestione dell’automobile.
L’estensione dell’annuncio delle scorse settimane prosegue quella collaborazione strategica tra i due gruppi mettendo ancora al centro il futuro sistema di infotainment basato sulla piattaforma Android di Google, che si prevede sarà lanciato tra un paio di anni.

L’obiettivo del nuovo accordo è nello specifico quello di integrare il Mobile Infotainment System Sensus di prossima generazione delle auto svedesi con Google Assistant, Google Maps, Google Play Store e tutti i servizi georeferenziati del colosso americano, senza però la necessità di avere uno smartphone Android all’interno della macchina.

“La partnership da avviare con Google rappresenterà un’alleanza strategica importante per Volvo Cars – commenta Henrik Green, senior vice president ricerca & sviluppo di Volvo Cars -. La piattaforma Android, i servizi di Google e il rapporto professionale fra Google e gli sviluppatori di app ci permetteranno di migliorare ulteriormente l’esperienza a bordo di una Volvo. Introducendo i servizi di Google nei modelli Volvo accelereremo il processo innovativo in materia di connettività e promuoveremo il nostro sviluppo per app e servizi connessi -, aggiunge Green -. Ben presto chi guida una Volvo avrà accesso diretto a migliaia di app di bordo che rendono più semplice la vita di tutti i giorni e più piacevole l’esperienza connessa all’interno di un’automobile”.

Henrik Green, senior vice president ricerca & sviluppo di Volvo Cars
Henrik Green, senior vice president ricerca & sviluppo di Volvo Cars

Esperienza di guida iper-connessa

Google Assistant funge da interfaccia vocale centrale di bordo consentendo di gestire alcuni comandi dell’auto, come ad esempio l’aria condizionata, o di utilizzare le app per l’ascolto di musica e l’invio di messaggi o ricevere informazioni meteo.
Google Maps consente di aggiornare in tempo reale le mappe stradali e i dati sul traffico, mantenendo gli automobilisti informati sul percorso e suggerendone in modo proattivo di eventuali alternativi.
Google Play Store permette di scaricare migliaia di app ottimizzato di infotainment automobilistici basati su Android. 
I nuovi aggiornamenti del software saranno disponibili in tempo reale e potranno essere installati automaticamente o manualmente, esattamente come succede sui cellulari Android. Ciò consentirà alle future automobili a marchio Volvo di rispondere alle specifiche esigenze dei clienti e di offrire ai guidatori informazioni sempre aggiornate e servizi predittivi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA