I risultati finanziari di GFT sul primo semestre dell’anno evidenziano trend positivi soprattutto per quanto riguarda gli utili e la divisione Continental Europe, che registra una crescita dei ricavi del 6% anno su anno, generata soprattutto dalle soluzioni legate al banking. I ricavi consolidati sono invece in lieve flessione rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Il dettaglio dei dati: primo semestre e 2Q 2018

Nel primo semestre del 2018, i ricavi consolidati del gruppo GFT registrano una riduzione del 3% a 211,16 milioni di euro e si confrontano con i 217,77 milioni di euro dello stesso semestre del 2017. In linea con quello del semestre il trend dei ricavi del 2Q, che calano del 2% a 106,67 milioni di euro. 
Tutti in crescita invece i dati relativi agli utili: l’utile netto aumenta del 55% a 11,79 milioni di euro; l’Ebitda registra un +10% a 20,12 milioni di euro; l’Ebt cresce del 39% a 12,54 milioni di euro. La crescita degli utili nel primo semestre del 2018 “dimostra come le misure messe in campo per aumentare l’efficienza operativa stiano dando i loro frutti”, commenta Jochen Ruetz, Cfo di GFT
Nel solo secondo trimestre, l’Ebitda registra un +20% 10,07 milioni di euro; EBT e utile netto risultano più che raddoppiati a 6,29 milioni di euro e 7,10 milioni di euro rispettivamente.

A trainare, le soluzioni di exponential Banking

Positivo il business derivante dalle soluzioni per la digitalizzazione delle banche retail, che contribuisce ad un aumento dei ricavi semestrali anno su anno del 6% nella divisione Continental Europe, che chiude con un valore di 118,26 milioni di euro. Crescita generata soprattutto da portafoglio di soluzioni per l’exponential banking e la modernizzazione dei sistemi core banking.
Nel solo secondo trimestre, la divisione Continental Europe registra un aumento dei ricavi del 7% a 59,27 milioni di euro, contro i  55,47 milioni di euro del secondo quarter del 2017.

Si distinguono Germania, Spagna e Italia

Tra le country del Gruppo, Germania, Spagna e Italia si distinguono per l’andamento positivo del business. I ricavi con i clienti in Germania aumentano del 20% a 31,52 milioni di euro; in Italia, i ricavi aumentano del 5% a 29,02 milioni (conto i 27,52 milioni di euro del primo semestre del 2017). In costante crescita da molti anni, i ricavi in Spagna aumentano di un ulteriore 6% a 47,59 milioni di euro.
La dinamica dei ricavi nella divisione Americas & UK continua invece ad essere dominata, nella prima metà del 2018, dalle rinnovate misure di contenimento dei costi di due clienti nel settore dell’investment banking. Allo stesso tempo, aumentano i ricavi derivanti da tutti gli altri clienti consolidati e da quelli acquisiti di recente. Questo trend non riesce tuttavia a compensare interamente la diminuzione del 12% dei ricavi. 

Le previsioni a fine 2018

Guardando alla chiusura dell’anno finanziario 2018, il Gruppo GFT prevede ricavi in un range tra i 400 e i 420 milioni di euro. La previsione dei ricavi per il 2018 è stata leggermente modificata per l’acquisizione a luglio di V-NEO, IT specialist canadese, grazie alla quale GFT prevede un contributo addizionale nei ricavi per l’anno fiscale in corso, di circa 7,00 milioni di euro.

Marika Lulay, Ceo GFT
Marika Lulay, Ceo GFT

“L’acquisizione di V-NEO in luglio di quest’anno è stata un passo decisivo per posizionare GFTcome partner IT leader nella trasformazione digitale del settore assicurativo, così come lo è nel settore bancario – sottolinea Marika Lulay, Ceo di GFT Technologies SE -. Vogliamo, inoltre, fare leva sulle nostre competenze tecnologiche cross-sector in area blockchain, cloud, data analytics e artificial intelligence per aumentare in modo significativo la nostra base clienti. Questo know-how ha portato GFT a sviluppare nuove aree di business nei settori industriali che ci aspettiamo, generino già nel 2018, ricavi iniziali nell’ordine dei cinque milioni di euro.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA