Troppo spesso siamo abituati a parlare di storage in senso lato senza differenziarne almeno le specificità cardine. Parliamo di storage primario e secondario. Mentre lo storage primario gestisce i carichi applicativi delle aziende con i dati gestiti da memorie tipo la Ram e la cache di primo livello, lo storage secondario è considerato quello su cui risiedono i dati che poi si muoveranno ancora in entrata e uscita.

Questo storage presenta la criticità principale di offrire un accesso meno rapido ai dati rispetto allo storage primario, ma offre anche possibilità di replica, di analisi e una serie di altri benefici. La tecnologia di Cohesity sblocca praticamente le possibilità di estrarre le informazioni, con la massima visibilità ed efficienza, sia su dati di backup sia su dati non strutturati.

Cohesity DataPlatform in un colpo d'occhio
Cohesity DataPlatform in un colpo d’occhio

Oggi le aziende possono eseguire le applicazioni Cohesity, come di terze parti, direttamente su Cohesity DataPlatform. Significa aprire le possibilità di analisi dei dati in ogni contesto.

La vera potenzialità della proposta è per le aziende eseguire applicazioni sulla stessa piattaforma che ospita enormi volumi di dati di backup e dati non strutturati. Vuol dire approdare alle analitiche di business eliminando la necessità di creare copie di dati di backup e di spostare i dati in un’infrastruttura separata. 

Spieghiamo: quando le aziende sono costrette a utilizzare un’infrastruttura separata per l’esecuzione di applicazioni, questo genera silos infrastrutturali ed esaspera gli aspetti negativi della frammentazione dei dati. I clienti invece in questo modo possono eseguire applicazioni che guardano in modo olistico a tutti i loro dati di backup e non strutturati. Un vantaggio chiave nel promuovere gli obiettivi relativi a conformità e sicurezza.

Cohesity – Vista di una Dashboard

 

Cohesity MarketPlace

Ecco in questo contesto l’introduzione da parte di Cohesity di un marketplace applicativo specifico che contiene applicazioni Cohesity come di terze parti, affiancato da uno specifico kit (Sdk) per gli sviluppatori con le Api per creare applicazioni personalizzate per specifici casi d’uso.

Portare le applicazioni verso i dati, invece che i dati verso le applicazioni, aiuta le aziende a guadagnare intelligenza sulle informazioni e ridurre l’espansione infrastrutturale.

Nel nuovo marketplace vi sono ospitate nuove applicazioni scritte da Isv di Cohesity e di terze parti. Vi fanno parte soluzioni come Splunk Enterprise per analizzare, investigare e intervenire dai propri set di dati di backup e non strutturati.

L’applicazione è eseguibile su Cohesity DataPlatform velocizzando la reportistica. Sul marketplace è presente anche SentinelOne Anti-Virus, che fornisce librerie di virus aggiornate basate su algoritmi di apprendimento automatico, direttamente sulla DataPlatform. La connettività Internet non è necessaria.

Con Clam Anti-Virus, le aziende possono difendere l’infrastruttura dei file dagli attacchi eseguendo l’applicazione open source direttamente sui dati dei file archiviati su Cohesity DataPlatform, invece di copiare i dati sull’infrastruttura parallela per l’analisi.
Infine con Imanis Data vengono espanse le funzionalità di Cohesity DataProtect per garantire la protezione dei moderni carichi di lavoro NoSql. 

Tra le applicazioni sviluppate per Cohesity, ecco Insight, sistema di indicizzazione per cercare i dati mentre sono archiviati sulla DataPlatform, in modo da accelerare le localizzazione per agire sui dati per le diverse esigenze (per esempio quelle di conformità e legali) ma è possibile anche utilizzare Spotlight per monitorare eventuali modifiche ai dati dei file.

L’app rileva attraverso l’analisi delle anomalie eventuali violazioni e quindi si mostra benefica anche nel caso di attacchi ransomware.

Infine segnaliamo EasyScript. Semplifica il complesso e lungo processo di caricamento, esecuzione e gestione degli script fornendo un comodo accesso a tutti gli elementi per la loro creazione, insieme alle API di Cohesity e a script di esempio, consentendo alle aziende di sfruttare in modo rapido e semplice gli script personalizzati.      

© RIPRODUZIONE RISERVATA