Il mercato Rpa (Robotic Process Automation) può essere considerato ancora un mercato di nicchia. Nel 2019 infatti il suo valore complessivo sarà, secondo Gartner, di circa 1,3 miliardi di dollari. Tuttavia le percentuali di crescita che il mercato Rpa mostra rispetto al 2018 (+63,1%) ben evidenziano un andamento vivace e dinamico.

L’analisi di Gartner si spinge oltre e sottolinea, insieme alla crescita anche la fluidità per quanto riguarda il market share delle aziende che lo animano.

Intanto, con il termine Robotic Process Automation Gartner indica gli strumenti di produttività, venduti come software licenziato, che permettono agli utenti di configurare uno o più script in grado di attivare determinate sequenze di tasti in modo automatico.

L’obiettivo è permettere ai robot di essere utilizzati per simulare ed emulare attività specifiche (solitamente transazionali) all’interno dei processi aziendali. Si tratta di attività che includono la manipolazione di dati e il loro trasferimento.

Il mercato RPA 2018 fotografato da Gartner

Entriamo nei dettagli. A fine 2018 il valore del mercato Rpa è di 846 milioni di dollari, poco rispetto ad altri comparti ma intanto è il segmento software enterprise a crescere più velocemente in assoluto.

Fabrizio Biscotti, research vice president di Gartner, commenta: “Si tratta di un mercato che cresce guidato dalla richiesta di indirizzare direttamente i processi, ma allo stesso tempo mostra forte competitività con nove su dieci dei top vendor che hanno cambiato nel corso dell’anno la propria posizione per quanto riguarda il market share”.

I primi cinque vendor controllano circa il 47% di market share, quelli tra la sesta e la settima posizione crecono però addirittura a tripla cifra.

Nei prossimi tre anni la fotografia, preannuncia Gartner, sarà del tutto diversa. Si stanno infatti muovendo sul mercato aziende come Ibm, Microsoft, Sap mentre il mercato richiede di adattare le tradizionali funzionalità Rpa al business digitale quindi con elaborazione del flusso di eventi e analisi in tempo reale integrate.
 
I maggiori utilizzatori di software Rpa oggi sono le banche, le compagnie assicurative, le società di telecomunicazione e le utility che scelgono le soluzioni Rpa per garantirsi funzionalità di integrazione tra i sistemi legacy. I software Rpa infatti permettono in questo senso di accelerare la trasformazione digitale. L’adozione è comunque trasversale alle diverse industry. 

Per quanto riguarda le geografie, è il Nord America a guidare il mercato (51% di market share), seguito dall’Europa occidentale (23% di market share) e dal Giappone (con percentuali di adozione nel 2018 in crescita del 124%).  

© RIPRODUZIONE RISERVATA