Ambienti di lavoro improntati al concetto di smart working, smart office sostenibilità e con il dipendente al centro. Sono questi elementi, la chiave comune che muove oggi le strategie di molte imprese quando si tratta di pianificare nuovi spazi.

La conferma arriva in queste settimane da due aziende del settore Ict che aprono nuove sedi, rispettivamente a Milano e Roma: Colt Technology Services e Huawei.

Colt, conta il fattore umano

L’inaugurazione nei giorni scorsi della nuova sede milanese di Colt Technology Services (in Viale Lancetti, 23) è per l’azienda un’occasione per dimostrare come anche in un ambito altamente tecnologico, il fattore umano rimane il vero vantaggio competitivo.
Così come la flessibilità, che dallo studio delle soluzioni tecnologiche viene applicata anche nell’approccio ai dipendenti, soprattutto attraverso un nuovo concetto di smart working.

Mimmo Zappi, country manager e enterprise sales director South Region e US di Colt
Mimmo Zappi, country manager e enterprise sales director South Region e US di Colt

“L’impegno di Colt è volto a dare forma al mondo che ci piace immaginare – commenta Mimmo Zappi, country manager e enterprise sales director South Region e US di Colt – e pensiamo che la connettività e la capacità delle persone di essere interconnesse, siano fondamentali per il raggiungimento di questo obiettivo. In un mondo in cui l’innovazione guida le nostre scelte e spesso procedure codificate governano il modus operandi, sono le persone a fare la differenza. in Colt stiamo migliorando il nostro sistema di welfare aziendale e abbiamo recentemente adottato ulteriori misure a sostegno della maternità e del childcare, programmi di mentoring e di formazione continua, ed attività volte a migliorare la corporate social responsibility”.

Huawei, collaborazione e trasparenza

Huawei prosegue nel suo piano di investimenti in Italia inaugurando una nuova sede a Roma (in Via Laurentina) e aprendo contestualmente al suo interno il nuovo Innovation Experience and Competence Center, un’infrastruttura a disposizione di imprese, startup e PA.

Anche in questo caso si tratta di uffici sostenibili improntati al concetto di smart office per la condivisione fisica e il lavoro di team, dove strumentazioni innovative migliorano la collaborazione digitale e il benessere dei dipendenti; uffici e sale riunioni sono ad esempio dotate di monitor che fungono sia da apparati di video conference che da lavagne scrivibili dalle quali inviare i contenuti ai partecipanti.

Thomas Miao, Ceo di Huawei Italia
Thomas Miao, Ceo di Huawei Italia

“L’inaugurazione di una nuova sede risponde alla volontà di aprire le porte a operatori e aziende pubbliche e private per conoscere e toccare con mano le innovazioni e le soluzioni Ict con cui ci proponiamo di contribuire a creare una smart nation, incentrata sulle persone, intelligente, equilibrata e sicura – dichiara Thomas Miao, Ceo di Huawei Italia -. All’interno dei nuovi uffici di Roma, il nostro Innovation Experience and Competence Center vuole essere una infrastruttura a disposizione di imprese, startup e PA e rappresentare un esempio di collaborazione con l’intero ecosistema del Paese, all’insegna dell’apertura e della trasparenza”.

In particoalre, nell’area Smart City del nuovo Competence Center si possono toccare con mano le soluzioni Huawei per i mercati verticali, dalla gestione in tempo reale del traffico all’ottimizzazione dei trasporti, il monitoraggio climatico-ambientale, dai parcheggi che “curano” le esigenze dei disabili alla sicurezza nei luoghi affollati, la gestione di incidenti e catastrofi naturali, l’assistenza sanitaria pubblica, la gestione smart dell’energia e la raccolta intelligente dei rifiuti. Soluzioni che puntano a migliorare la qualità della vita e una migliore gestione delle risorse pubbliche. All’interno del competence center, anche alcuni spazi dove viene declinata la sperimentazione del 5G in diversi settori.

Innovation Experience and Competence Center Huawei - sperimentazione 5G
Innovation Experience and Competence Center Huawei – sperimentazione 5G
© RIPRODUZIONE RISERVATA