Il processo di trasformazione di Leonardo – azienda di alta tecnologia nei settori AerospazioDifesa e Sicurezza – ha richiesto negli ultimi anni un’attenzione particolare. Un percorso partito dal 1º gennaio 2016, data cruciale dalla quale Leonardo si presenta come One Company, che gestisce tutte le attività delle società precedentemente controllate da Finmeccanica: AgustaWestland, Alenia Aermacchi, Selex ES, OTO Melara e Wass.
Ne è conseguita una riorganizzazione dell’azienda in 4 aree di attività (Elicotteri, Aeronautica, Elettronica, Difesa e Sistemi di Sicurezza, Spazio) e 7 divisioni operative (Elicotteri, Velivoli, Aerostrutture, Sistemi Avionici e Spaziali, Elettronica per la Difesa Terrestre e Navale, Sistemi di Difesa, Sistemi per la Sicurezza e le Informazioni): un’imponente e profonda ristrutturazione, ancora in corso, che è partita dalla costruzione di un nuovo modello operativo, organizzativo e di governance che sta rifocalizzando il gruppo sul proprio core business.

“Leonardo non è più la vecchia Finmeccanica – ha spiegato Angeloluca Barba, Head of Marketing Cyber Security, Intelligence & Digital Infrastructures di Leonardo -, un gruppo industriale con una holding finanziaria e una serie di aziende operative sottostanti. Mondi federati, coordinati certo dal punto di vista della security, ma essenzialmente indipendenti”.

Il complesso passaggio di accorpamento e la completa armonizzazione e integrazione di tutti i processi dal punto di vista della sicurezza informatica ha rappresentato per il gruppo la sfida più grande, considerando che Leonardo gestisce oggi contratti e informazioni su tutti i clienti critici dei settori governativo, sicurezza, difesa. 
Per far fronte a queste necessità, Leonardo ha scelto l’offerta di Forcepoint –  in particolare la parte Forcepoint NGFW e di protezione web, email e dati – per proteggere dai rischi informatici la propria infrastruttura di sicurezza, reputandola coerente e in linea con quella di Leonardo che, in questo processo ha giocato anche un doppio ruolo, nella sua veste sia di utilizzatore sia di system integrator.

Angeloluca Barba, Head of Marketing Cyber Security, Intelligence & Digital Infrastructures di Leonardo
Angeloluca Barba, Head of Marketing Cyber Security, Intelligence & Digital Infrastructures di Leonardo

“Come provider di cybersecurity indirizziamo tutta la filiera: aerospazio, difesa, governativo, sicurezza e infrastrutture critiche. Operiamo attraverso due Security Operation Center (SOC). Uno a Chieti e l’altro a Bristol, con i quali serviamo rispettivamente il mercato italiano e la clientela di lingua inglese. Siamo provider sia di soluzioni integrate che di servizi gestiti. La nostra proposta delle soluzioni Forcepoint si sviluppa in entrambi gli ambiti”, spiega Barba.

Nella nuova strategia di Leonardo rientrava anche la necessità di ottimizzazione dei costi e dei benefici dei singoli dipartimenti. Il progetto di Forcepoint è stato disegnato ad hoc sulla base di queste esigenze.

Le soluzioni adottate

Entrando nel merito delle soluzioni adottate, Forcepoint NGFW ha permesso di unificare e di centralizzare la governance dell’infrastruttura di sicurezza, riducendo i task gestionali e semplificando i processi operativi, garantendo allo stesso tempo la separazione fra le diverse BU grazie alla funzionalità di segregazione Domini.

«Il lavoro svolto all’interno del team di sicurezza, in collaborazione con la Corporate Security, centrale in Leonardo, con le problematiche che affrontiamo e risolviamo, le soluzioni e i progetti avanzati che sviluppiamo – sono parte della proposta ai nostri clienti. In questo senso noi siamo i primi utilizzatori dei prodotti Forcepoint –  spiega ancora Barba -. Mi riferisco a tutta la parte Forcepoint NGFW e a tutta la parte di protezione web, email e dati. Chiaramente la direzione strategica è quella di passare dalla semplice web security, sempre di più verso una strategia integrata di data loss prevention (web, email, dati)”.

La soluzione Next Generation Firewall, grazie alla completa astrazione fra oggetti logici ed oggetti fisici, ha offerto la possibilità di utilizzare le funzionalità in base alle reali esigenze.
Forcepoint WEB Security, da sempre la soluzione di riferimento di tutte le aziende delle divisioni del gruppo, è diventata lo standard di tutte le realtà con la nascita della One Company Leonardo.
Fra le caratteristiche delle soluzioni Forcepoint che Leonardo ha potuto maggiormente apprezzate rientrano la flessibilità delle politiche di navigazione, applicabili ai diversi gruppi di utenti, per rispondere alle esigenze delle varie realtà aziendali, quali marketing, sviluppo, produzione, sales, oltre al livello di sicurezza durante la navigazione web, grazie all’analisi in tempo reale dei contenuti e la reportistica, che risulta fondamentale per verificare gli attacchi bloccati dalla soluzione.
In questo ambito, il progetto EMAIL, con la soluzione Forcepoint EMAIL Security è quello che ha seguito da subito la creazione della nuova realtà, andando a proteggere il nuovo dominio di posta Leonardo nell’infrastruttura centrale.

“L’offerta Forcepoint è stata selezionata per la visione che noi troviamo coerente ed allineata alla nostra dal punto di vista dell’evoluzione del business” Barba.

I benefici su cui può contare oggi Leonardo

Garantire la sicurezza della posta elettronica e il mantenimento delle regole esistenti di gestione dei flussi di posta è stata la sfida che Forcepoint ha vinto per il progetto di centralizzazione dei processi di Leonardo.

Le soluzioni Forcepoint DLP sono infatti risultate rispondenti alle strategie di security di Leonardo ed ha seguito le esigenze aziendali in tutte le fasi, accompagnando la crescita, a partire dalla protezione delle sedi estere, fino all’integrazione con il mondo Web ed Email, proteggendo le informazioni aziendali ed integrandosi con i sistemi di data classification.

Il DLP di Forcepoint protegge oggi Leonardo a 360 gradi, dall’endpoint fino al gateway, seguendo le esigenze delle varie divisioni in maniera flessibile, personalizzando la risposta della soluzione in modo differente a seconda della tipologia di contesto in cui opera e permettendo un controllo centralizzato, pur garantendo la gestione delle eccezioni.

Servizi per la PA

Le soluzioni di web security e data loss prevention Forcepoint, inoltre, fanno parte dell’offerta che Leonardo propone ai propri clienti e sono incluse anche nel contratto quadro SPC Cloud lotto 2 Consip da 600 milioni che vede l’azienda leader di un consorzio per la fornitura di servizi di cybersecurity alla PA italiana. “ Siamo provider sia di soluzioni integrate, sia di servizi gestiti. La nostra proposta copre entrambi gli ambiti – aggiunge Barba -. Dal più piccolo comune italiano al grande Ministero, tutti possono rivolgersi a Consip, compilare un piano dei fabbisogni e acquisire un servizio in cui il prezzo è controllato, la qualità è garantita e soprattutto i tempi e l’evoluzione sono certi. Un vantaggio certamente non trascurabile per la PA”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA