Mettere l’uso delle tecnologie digitali al servizio della salute per migliorare l’erogazione delle cure sanitarie e rendere i farmaci più efficaci e innovativi. E’ questa la sfida che la Digital Health si pone e che le aziende devono cogliere partendo dalla trasformazione dei processi. Ne parliamo con Pablo Pellegrini – BU manager, Document Management, Workflow & Services di SB Italia che indica quali sono i percorsi da intraprendere verso una Sanità 4.0 e quali le prospettive del settore.

Dal vostro osservatorio privilegiato quali sono le evoluzioni in ambito sanità digitale?

“In questa fase storica i progetti di innovazione sono sempre più orientati alla trasformazione digitale dei processi clinici e amministrativi, alla integrazione dei sistemi e delle informazioni che ruotano attorno alle prestazioni, alla fruizione da parte del paziente e delle amministrazioni pubbliche delle informazioni di interesse nel rispetto delle più recenti norme sulla privacy.
Innovare in ambito sanitario non è banale; non ci sono margini di tolleranza degli errori e i processi sanitari sono per necessità vincolati a rigidi protocolli. Gli stessi utenti, coinvolti emotivamente, spesso hanno forti resistenze al cambiamento. Nello stesso tempo però, la ricerca scientifica, la necessità di mantenere un elevato livello delle prestazioni in presenza di risorse sempre più scarse, la maggior confidenza con la tecnologia, fanno sì che il processo di innovazione nella sanità sia inarrestabile: la Sanità 4.0 è una realtà. Secondo una ricerca recente degli Osservatori del Politecnico di Milano, la spesa in sanità digitale è cresciuta a 1,3 mldi di euro nel 2017. Gli investimenti in innovazione vanno nella cartella clinica elettronica, nei sistemi informativi, nella gestione documentale, nei sistemi di big data analytics (anche in ottemperanza al GDPR). Tutte aree nelle quali SB Italia opera con successo da anni.
Senza contare che l’evoluzione della normativa spinge all’utilizzo della tecnologia digitale per la gestione delle informazioni e dei documenti caratteristici della attività clinica definendone i parametri applicativi e le integrazioni con i sistemi pubblici.

Pablo Pellegrini - BU Manager, Document Management, Workflow & Services SB Italia
Pablo Pellegrini – BU Manager, Document Management, Workflow & Services SB Italia

L’evoluzione tecnologica consente oggi di rispondere ai bisogni del comparto clinico con strumenti efficaci ed ergonomici utilizzabili anche in mobilità: si assottiglia la barriera fra utente e tecnologia. Per esempio SB Italia propone una soluzione per la gestione di processi critici come quelli delle sale operatorie usando strumenti di semplice utilizzo assimilabili agli smartphone che usiamo tutti i giorni.
Quello che vediamo è una maggior penetrazione delle soluzioni a supporto dei processi clinici, facili da implementare, usare, personalizzare sulla base delle specifiche esigenze. Sarà sempre più importante poter disporre delle applicazioni in mobilità”.

Come supportate le diverse realtà della sanità, con quale offering e servizi? Quali sono i vostri punti di forza e la vision per i prossimi anni?

“Sistemi come la gestione della cartella clinica elettronica e la gestione dei processi clinici (come il flusso operatorio) già adottati da diversi istituti vanno esattamente nella direzione della digitalizzazione e del controllo dei processi al fine di erogare migliori servizi per i pazienti e per la comunità.
Offriamo anche la nostra gamma di soluzioni IT e applicative, dalla fattura elettronica ai sistemi di document management, dall’IT service management all’ERP.
Abbiamo competenze trasversali in area sanità, sia clinica che amministrativa specifica e una profonda conoscenza dei processi caratteristici e delle esigenze di controllo, che ci permettono di proporre modelli dedicati. Integriamo le nostre soluzioni con i sistemi e i processi esistenti, capacità fondamentale nelle strutture complesse, a protezione degli investimenti pregressi. Il nostro approccio è concreto e solidamente orientato al raggiungimento del risultato, in tempi brevi e al minor costo”.

Leggi tutti i contributi dello speciale Digital Health Summit

Per approfondire le tematiche sul Digital Health Summit, visita il sito dell’evento

iscriviti al Digital Health Summit

© RIPRODUZIONE RISERVATA