Prosegue il viaggio di Aruba all’interno delle piccole imprese per conoscere la loro posizione nei confronti dei servizi di data center & cloud. L’attività di ricerca condotta da SIRMI evidenzia la preferenza per il Public Cloud da parte delle aziende che prevedono o reputano utile introdurre dei cambiamenti nel modello attuale di gestione delle risorse di data center: il 24% del sottocampione segnale infatti di voler ricorrere al Public Cloud, mentre il 10% si orienta verso il Private Cloud e l’8% verso i Server Dedicati.

Si tratta di un’evidenza valida per tutte le piccole realtà? No, si osservano delle differenze di orientamento tra mondo pubblico e mondo privato: la percentuale di Comuni che segnalano il Public Cloud come servizio a cui ricorrere non supera infatti l’8%, a causa dell’evidente preferenza per il Private Cloud (16,7%) e per i Server Dedicati (25%), mentre la percentuale sale al 28% tra i professionisti dell’ICT e al 33% tra le altre piccole imprese private.

Dalla ricerca emerge che il Public Cloud fa breccia anche nelle aziende che ad oggi si avvalgono esclusivamente di sistemi in house: se per il 26% di queste realtà il cambiamento verso cui procedere è da intendersi come rinnovamento o ampliamento del data center attuale – cioè nuovi server in aggiunta o in sostituzione – per un altro 22% cambiare modello significa adottare il Public Cloud, preferito al modello Private, segnalato dall’11% delle aziende.

Massimo Bandinelli sottolinea nella videointervista il peso della dimensione aziendale nella scelta del modello Cloud. Le imprese di grandi e medie dimensioni dimostrano interesse per infrastrutture che vanno dal Public al Private o Hybrid Cloud: il modello Public è generalmente il primo step nel processo di migrazione al Cloud, ma non è detto che a questo segua necessariamente il Private. Nelle aziende di piccole dimensioni si tende invece a preferire il Public Cloud perché è più facile da adottare e richiede investimenti inferiori.

Massimo Bandinelli, Marketing Manager Cloud & Data Center di Aruba
Massimo Bandinelli, Marketing Manager Cloud & Data Center di Aruba

Se è vero che nelle piccole realtà il processo di migrazione al Cloud avanza lentamente, è altrettanto vero che quando lo si adotta gli si riconosce ampio valore, come dimostrano gli ambiti in cui trova applicazione e questo vale non solo per il modello Private, ma anche per quello Public: dalla ricerca emerge infatti che tra le aziende che già oggi si avvalgono del Public Cloud il 49% se ne serve per gestire applicazioni non core e il 41% per gestire applicazioni core.

Il fatto di affidare al Cloud e in particolare al Public Cloud le proprie applicazioni core ci dice che una volta fatto il salto sulla nuvola, questa diventa un’estensione vera e propria del data center in house, la cui utilità non si limita alla possibilità di effettuare il backup dei dati, di testare nuove applicazioni o di ospitare la piattaforma di e-commerce.

Come già evidenziato all’inizio di questo viaggio tra le piccole imprese, il livello di diffusione del Cloud non è da attribuirsi ad una mancanza di fiducia ed apprezzamento nei confronti di questo paradigma di gestione delle risorse IT. I freni stanno altrove, come spiega Massimo Bandinelli nella videointervista, e sono da ricercarsi principalmente in un know-how sul Cloud ancora da sviluppare, sia in termini di opportunità e convenienza per il Business, sia in termini di skill IT. Questa osservazione trova conferma nei dati relativi alle aziende che prevedono o reputano utile introdurre dei cambiamenti nel paradigma attuale di fruizione dell’IT: il 20% di queste realtà non ha ancora deciso che strada intraprendere, se mantenere tutto in casa o avvalersi di un Service Provider, se ricorrere al Cloud o ad altri servizi di Data Center; la prudenza nella gestione degli investimenti abbinata alla necessità di fare una scelta consapevole, fondata sulla conoscenza puntuale degli aspetti tecnologici e di business del Cloud, spinge le aziende a prendere tempo.

Non perdere tutti gli approfondimenti sul tema e vai alla room “Aruba Cloud e PMI”

© RIPRODUZIONE RISERVATA