Nell’ambito delle tecnologie digitali, il software assume oggi un ruolo cruciale a supporto delle attività core delle imprese, con un effetto diretto sulle loro performance. Gli impatti positivi di una corretta gestione del software sulla continuità operativa, sui ricavi e sulle opportunità di business delle aziende sono evidenti e mettono in risalto l’importanza di una strategia che orchestri tutti i processi.

Strategia che deve tenere conto di un contesto in forte evoluzione, dove la crescente e massiccia adozione del cloud introduce complessità aggiuntive per le imprese. Uno scenario in cui sovente le aziende non riescono ad avere una chiara comprensione dei costi, dei consumi e del ROI legati al software, dove si segnala una scarsa partecipazione dei dirigenti, una disconnessione tra processi interni ed esterni e, non da ultima, la mancanza di competenze che determina una limitata comprensione degli strumenti in uso.

Peraltro, bisogna considerare che la spesa per l’acquisto e la gestione del software rappresenta una delle principali voci di investimento che le aziende devono affrontare oggi, con costi in continua crescita, valutati nell’ordine dell’8-10% annui (Fonte: SAMS Europe & Usa Survey Report). Per le aziende diventa pertanto vitale l’adozione di un processo di controllo e gestione di tutti gli asset software e cloud attraverso strumenti di diagnostica completi che forniscano visibilità sulla maturità e conformità dei processi in atto. L’adozione di un modello SAM – Software Asset Management – si dimostra infatti in grado di ridurre i costi del 30% nel mondo on-premise e del 35% in quello cloud con il ridimensionamento delle risorse (Fonte: Gartner).

SLM Diagnostic, visibilità a 360 gradi

SLM Diagnostic di SoftwareONE si propone come un valido aiuto per le aziende che vogliono creare un processo virtuoso di gestione sia all’interno degli ambienti on-premise che in cloud per comprendere meglio le loro reali esigenze. Una strategia per massimizzare il valore del software utilizzando ciò che si ha già in house e pagando solo per quanto necessario.

Questo strumento aiuta le imprese a portare il software al livello di maturità necessario per il proprio settore, fornendo in tempo reale una visione a 360 gradi dell’intero patrimonio software, dall’approvvigionamento al ritiro, affrontando le comuni sfide relative allo SLM, ovvero la combinazione di Software Asset Management e Procurement.

Software Lifecycle Management - Le componenti indicate da SoftwareONE
Software Lifecycle Management – Le componenti indicate da SoftwareONE

L’approccio di SoftwareONE è di tipo consulenziale e vede l’interazione con il cliente basata su un rapporto di fiducia per rivedere, implementare e ottimizzare tutte le dotazioni software in relazione alla singola realtà e necessità. SoftwareONE ritiene infatti che le persone e i processi attorno allo SLM siano fondamentali, ma che sia anche necessario garantire la disponibilità dello strumento giusto per ogni organizzazione.

In qualità di consulente indipendente, SoftwareONE valuta gli strumenti da adottare in base al contesto del cliente e non in relazione alle tendenze del settore, potendosi avvalere di analisi di settore dettagliate e documentate che vengono convalidate su dati reali, facendo leva su benchmark da 65.000 clienti e oltre 600 diverse certificazioni

Le offerte sono collegate da PyraCloud, la piattaforma digitale proprietaria di SoftwareONE che fornisce ai clienti un’intelligenza azionabile basata sui dati. 

La consulenza va dall’esame completo dei requisiti e funzionalità richiesti ad un confronto con il sistema esistente per valutare nuovi strumenti ma senza sprecare le dotazioni precedentemente acquisite. Viene fornito un rapporto di valutazione dello strumento e, se necessario, una dimostrazione pratica della sua applicabilità. Una volta completata la valutazione iniziale, il processo diventa automatizzato nel tempo. 

Il modello consulenziale di SoftwareONE nei servizi di SLM
Il modello consulenziale di SoftwareONE nei servizi di SLM

Analisi, creazione di valore, servizio

Questa la sintesi del modo di operare di SoftwareONE che parte dalla raccolta delle informazioni e dei dati esistenti all’interno dell’azienda per gestire poi correttamente servizi cloud, diritti di licenza e contratti, per allocare i costi e monitorare i consumi (con queste finalità, in particolare, SLM Cost Take-Out utilizza l’output di SLM Diagnostic e forma un database di ipotesi per identificare opportunità significative di risparmio sui costi). Obiettivo è migliorare la maturità aziendale con politiche, processi e responsabilità chiari supportati dal team esecutivo e seguiti in tutta l’organizzazione (Cloud FinOps Diagnostic valuta in questo caso la maturità della governance del cloud di un’organizzazione); per acquistare software e servizi cloud in base a esigenze reali e sfruttare i diritti di utilizzo disponibili con uno sforzo ragionevole. La riduzione dell’esposizione al rischio tramite un meccanismo di difesa dall’audit ed il miglioramento della sicurezza tramite software indesiderato e rilevamento SaaS, costituiscono ulteriori benefici per le aziende.

Software Lifecycle Management - Il modello di gestione di SoftwareONE
Software Lifecycle Management – Il modello di gestione di SoftwareONE

La piattaforma SLM Diagnostic migliora dunque le best practice, la governance e la gestione finanziaria delle imprese. Un strumento pensato sia per i servizi tecnici che per la gestione del ciclo di vita del software (SLM). Questo aiuta a identificare le lacune e a superare la disconnessione che può sussistere tra i processi in atto e la governance. Un approccio olistico che consente all’organizzazione di semplificare le operazioni e ridurre i costi, anche legati alla manutenzione e di raggiungere un nuovo livello di protezione degli audit.

L’adozione di SLM Diagnostic porta in definitiva una serie di vantaggi per le organizzazioni, che si possono sintetizzare in: una migliore gestione dei costi con l’identificazione delle opportunità di ottimizzazione della spesa e riduzione delle spese impreviste; una chiara visibilità della situazione reale per definire la strategia; un’analisi comparativa per misurare la propria situazione aziendale e confrontarla con la media delle migliori pratiche del settore; una corretta collaborazione tra soggetti interni ed esterni supportato da mature frameworks; una dotazione delle giuste risorse per mantenere conoscenza e competenza, creando ad esempio un piano per gestire le persone, i processi e la tecnologia per il raggiungimento degli obiettivi.

SLM Diagnostic di SoftwareONE - Processi e risultati
SLM Diagnostic di SoftwareONE – Processi e risultati

 

Per saperne di più segui il webinar: Una visione a 360 gradi del tuo parco Software: dal provisioning alla pensione!

© RIPRODUZIONE RISERVATA