Tra i temi più dibattuti, per quanto riguarda la fatturazione elettronica, spesso ricorre quello della mancanza di soluzioni che siano semplici da utilizzare, economiche, ma soprattutto in grado di “collaborare” con l’ecosistema applicativo di terze parti, a partire per esempio dai software scelti dal commercialista.

In questo scenario si colloca la proposta di Bit&Coffee, una startup già conosciuta come Fatture in 1 Click, che punta a competere in questo contesto grazie ad un’offerta che va oltre la fatturazione elettronica, fino ad includere un vero e proprio gestionale e molte altre funzioni. Ne parliamo con Marco Galli, Ceo di Bit&Coffee.

Come nasce il progetto Bit&Coffee?

Il progetto Bit&Coffe nasce quattro anni fa, quando dopo aver aperto una piccola azienda, ci si accorge della mancanza di un software gestionale capace di tenere sotto controllo tutte le attività importanti per la gestione dell’attività, a partire dai preventivi, per arrivare alla fatturazione, al controllo dei margini di guadagno, alla gestione dei listini del magazzino, ai vari documenti che affollano la scrivania.

Da qui l’idea di sviluppare un gestionale completo, ma allo stesso tempo semplice da usare e adatto alle persone che non si occupano di contabilità per lavoro. Così sviluppiamo in cloud la piattaforma Bit&Coffee, rendendola il più possibile flessibile e dinamica per soddisfare le più svariate categorie di utenza.

Si parte con l’intenzione di rendere disponibili funzioni che con poco sforzo permettessero di avere un termometro reale e real-time della situazione economica della propria attività, di gestire in modo più semplice e rapido la relazione con il commercialista, grazie ad un collegamento diretto in cloud e, allo stesso tempo, di rendersi indipendenti negli adempimenti più semplici con l’Agenzia delle Entrate.

Nel 2015 si avvia una fase di sperimentazione della piattaforma, coinvolgendo 200 utenti free, tra cui anche alcuni commercialisti, che così permettono di sviluppare numerose funzionalità, sia cross rispetto al mercato, sia molto verticali per alcuni comparti. 

All’inizio del 2018, Bit&Coffee sviluppa la soluzione di fatturazione elettronica passiva attiva e funzionante. Tra i primi in assoluto: un’iniezione di coraggio per proseguire. E infatti a settembre 2018 parte la commercializzazione di Bit&Coffee, proposta a basso prezzo a professionisti, artigiani, microimprese e piccole attività commerciali (negozi, singoli o catene, ristoranti, bar, mense, agriturismo, alberghi, ecc.).

Quali sono le caratteristiche di Bit&Coffee?

È un gestionale completo progettato con un approccio modulare. Si è scelto di scrivere il codice sorgente di programmazione con la tecnica del Lego, ossia mattoncini già fatti che incastrati diversamente creano nuove funzionalità. Non occorre scaricare o installare nulla: ci si registra con username e password ed in pochi secondi si può subito creare la prima fattura.

Bit&Coffee guarda già con interesse al mercato estero, è infatti multilingua (nove lingue disponibili) e multivaluta. Propone anche funzionalità per la gestione della contabilità familiare (è possibile gestire i pagamenti della Tari, del Bollo, dell’assicurazione, della scuola le spese per la scuola dei figli, ecc.). Tutta la proposta è stata sviluppata con l’idea di rendere efficiente qualunque operazione, sia all’interno del mondo professionale che di quello privato.

È uno dei pochi software sul cloud quasi totalmente grafico, per cui non si digita quasi mai la tastiera. Con un clic si importano tutte le anagrafiche dei clienti. Quando si deve inserire un nuovo cliente, è sufficiente trascrivere la partita Iva per alimentare automaticamente i campi dell’anagrafica. I prodotti vengono codificati, rendendo veloce il loro inserimento in fattura.

Marco Galli, Ceo di Bit&Coffee
Marco Galli, Ceo di Bit&Coffee

La piattaforma comprende un archivio documentale un Crm integrato, un password manager, un classificatore digitale per archiviare quello che si desidera, dai contratti di lavoro fino alle ricette di cucina. Vengono creati  i grafici, gli scadenziari per ricordare al professionista o all’artigiano le scadenze delle fatture.

Bit&Coffee, grazie ai suoi connettori universali, dialoga con tutti i software dei commercialisti e l’integrazione con il software del commercialista permette di attivare la funzionalità che possiamo definire di “intelligenza fiscale progressiva”. Si tratta di un concreto strumento di collaborazione con il commercialista che permette all’imprenditore di avere una tracciatura delle domande fiscali e le informazioni di dettaglio sempre disponibili.

La piattaforma può essere provata senza spendere nulla. È infatti sufficiente iscriversi alla piattaforma per avere a disposizione 100 crediti, cioè 100 utilizzi singoli, per esempio la generazione di un preventivo o l’invio di una fattura. Chi è in regime forfettario e fa 50 fatture all’anno potrebbe utilizzare la piattaforma per ben due anni gratuitamente.

Si è puntato sull’assistenza clienti, mettendo a loro disposizione una live chat utilizzabile 7 giorni alla settimana; il servizio è a disposizione anche dei clienti che stanno utilizzando la piattaforma gratuitamente. Si è lavorato molto sulle video guide interattive per aiutare anche chi non è esperto di contabilità ad utilizzare bene la piattaforma oltre che per offrire una cultura fiscale. Questo ha permesso in pochi mesi di raggiungere migliaia di utenti guadagnando fiducia e presenza sul mercato.

Quali sono gli sviluppi futuri di Bit&Coffee?

Il software è in via di evoluzione, per il 2019 abbiamo in serbo una serie di sorprese, compresa l’integrazione di molteplici connessioni con il mondo fintech. Bit&Coffee va oltre la proposta di una soluzione gestionale, per quanto completa e innovativa; intende infatti creare un ecosistema collaborativo in cui lavorano insieme in un circolo virtuoso aziende, commercialisti e fornitori di tecnologia.

È per esempio prevista la creazione di un vero team di commercialisti digitali che metta a disposizione di tutti gli utenti di Bit&Coffee dei consulenti a prezzi competitivi e con processi operativi semplificati sulle incombenze standardizzabili, ma nello stesso tempo con specializzazione verticale sulle funzioni a maggior complessità e a valore aggiunto, come il controllo di gestione ed il supporto nella ricerca di finanziamenti. C’è la consapevolezza che la sinergia con altre realtà sia elemento importante per iniettare nuova potenza nel motore e raggiungere più velocemente gli obiettivi prefissati.

In Italia i servizi in ogni settore stanno subendo una metamorfosi 4.0 è l’ambito in cui vuole essere presente Bit&Coffee.

Leggi tutti gli approfondimenti dello Speciale Fatturazione elettronica

© RIPRODUZIONE RISERVATA