Connexing Italia entra a far parte della rete dei partner che aderiscono al programma di canale di Nfon denominato Ngage e distribuirà il prodotto di punta di Nfon, Cloudya. Nfon, l’azienda tedesca conosciuta per essere l’unico provider di servizi cloud Pbx  paneuropeo, propone Cloudya come soluzione semplice e affidabile per le comunicazioni business via cloud ed una serie di soluzioni premium specifiche per settori verticali completa il portfolio nell’ambito della comunicazione cloud.

Connexing invece è specializzata nell’offerta di materiale telefonico e di cuffie professionali, e offre anche innovative soluzioni in ambito informatico come per la conferenza e la collaborazione aziendale. Connexing distribuirà quindi il prodotto di punta di Nfon, Cloudya, nel mercato italiano per supportare e accompagnare le aziende nel loro percorso di trasformazione digitale anche favorendo acquisti in un’ottica di economia circolare.

Davide Connexing
Davide Biancani, general manager di Connexing

La collaborazione con Nfon – commenta Davide Biancani, general manager di Connexingconsente di disporre di una gamma completa di soluzioni “a noleggio”, da hardware a software e operatori telefonici, in conformità con gli standard Weee“. Alla base della partnership ovviamente resta la possibilità di nuove opportunità di business con un’offerta in grado di trasformare la comunicazione aziendale liberando le organizzazioni dai vincoli dei centralini on-premise, con una serie importante di risparmi ed una maggiore efficienza nelle comunicazioni aziendali. 

Il sistema di telefonia in cloud Cloudya, infatti, completerà l’offerta di Connexing come partner rivenditore certificato Nfon. Il prodotto è facile da usare, intuitivo e soprattutto indipendente dal dispositivo su cui si installa e dalla posizione geografica dell’utente. I vantaggi del cloud per le comunicazioni business sono evidenti: si può contare sull’affidabilità e la flessibilità dell’architettura, sull’infrastruttura Nfon geo-ridondante e sugli elevati standard di sicurezza e protezione dei dati.

Davide Biancani: “I nostri clienti hanno adottato il cloud e la unified communication. Nfon è  quindi per noi il partner ideale per offrire agli 8.000 clienti attivi della nostra azienda le soluzioni di cui hanno bisogno”. Presto arriverà nel portfolio di Connexing anche Nvoice per Microsoft Teams, la soluzione con cui i clienti possono sfruttare due piattaforme di comunicazione in un’unica offerta e cioè Microsoft Office 365 con Microsoft Teams e Cloudya per sfruttare i vantaggi della connessione che consente all’utente finale di accedere al mondo Pstn.

Una proposta, quella di Nfon, che piace e permette all’azienda di maturare buoni risultati sul mercato. Nfon, nel primo trimestre del 2020, vede crescere i ricavi del 35,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, con un incremento del numero di postazioni di poco inferiore al 20%. La crescita organica sui ricavi ricorrenti è del 22,3%.

Marco Pasculli, managing director, Nfon Italia
Marco Pasculli, managing director, Nfon Italia

Il fatturato complessivo di Nfon nei primi tre mesi del 2020 è di 16,4 milioni di euro. Per una valutazione corretta sulla crescita dell’azienda si terrà conto dell’acquisizione nel 2019 di Deutsche Telefon Standard (Dts) – subito integrata in Nfon – e da qui la valutazione, al netto degli “inorganic revenue” maturati da Dts di una crescita organica del 22,9%. Tra i punti di forza nel bilancio di Nfon, il fatto che i ricavi ricorrenti (dalle sottoscrizioni) pesano per l’85% sui ricavi complessivi. I mesi dell’emergenza sanitaria hanno contribuito ad incrementare l’utilizzo dei servizi Nfon che non prevede, salvo particolari eventi non prevedibili, alcun impatto negativo sul suo business nemmeno per i prossimi mesi. Così commenta Hans Szymanski, Ceo e Cfo di Nfon: “La richiesta di minuti in chiamata è cresciuta, poiché qualsiasi attività precedentemente svolta nei locali dell’azienda si è spostata rapidamente nell’ufficio di casa.

Hans Szymanski, Ceo Nfon
Hans Szymanski, Ceo Nfon

Questo sviluppo non ha solo portato a un aumento significativo della domanda di telefonate, abbiamo anche notato che molte aziende hanno dovuto implementare una soluzione di comunicazione flessibile e mobile in breve tempo per poter continuare a lavorare.
Naturalmente, non siamo “immuni” da ogni sviluppo economico e una possibile recessione potrebbe anche influenzare i nostri clienti. Ma a medio e lungo termine, ci aspettiamo che nella situazione attuale molte persone realizzeranno il valore aggiunto offerto dal sistema telefonico in cloud”.

Connexing e Nfon hanno infine aderito di recente all’iniziativa Solidarietà Digitale del Ministero per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione, con l’offerta gratuita di 3 mesi di utilizzo del centralino telefonico virtuale in cloud a supporto dello smart working.

© RIPRODUZIONE RISERVATA