Intesa Sanpaolo fruirà dei servizi cloud di Google attraverso i data center italiani di Tim. Questi i termini del protocollo di intesa firmato oggi che segna l’avvio delle trattative di collaborazione tra istituto finanziario, hyperscaler e telco per accelerare i processi di digitalizzazione dell’istituto e del Paese. Google Cloud e Tim, proprio a marzo di quest’anno, hanno firmato un impegno congiunto a lavorare insieme per creare servizi di cloud pubblico, privato e ibrido per arricchire l’offerta di servizi tecnologici sul territorio. 

Ora si prevede l’apertura di una prima regione Google Cloud a Torino, basata su un’innovativa infrastruttura tecnologica che risponderà agli standard internazionali di sicurezza e riservatezza delle informazioni richiesti dai regolamenti, ma anche lo sviluppo di un centro dedicato all’AI, per la formazione ed il sostegno professionale delle startup, con una serie di iniziative che saranno definite nel tempo tra Intesa, Tim e Google Cloud. E’ questo secondo uno sforzo specifico indirizzato a favorire la digitalizzazione del Paese e la maturazione di competenze specifiche. 

E’ prevista a seguire la costruzione di un’altra Google Cloud Region, a Milano, a garanzia della continuità operativa. I servizi Google Cloud delle due region (Torino e Milano) non saranno in ogni caso di utilizzo esclusivo per Intesa Sanpaolo.

Fabio Fregi, Country Manager di Google Cloud in Italia
Fabio Fregi, head of Google Cloud Italia

E’ vero che il progetto – una volta raggiunto l’accordo tra le parti su tutti i termini e le condizioni contrattuali, e ottenuto il necessario clearing dalle autorità competenti – consentirà a Intesa Sanpaolo di sfruttare le tecnologie più moderne ritagliate sulle proprie esigenze ed i servizi cloud di Google, ma è già previsto che delle due cloud region possa avvalersene qualsiasi impresa italiana (e di qualsiasi dimensione) che intenda sfruttare i vantaggi tecnologici ed economici offerti dal cloud.
Entrambe le region verranno realizzate seguendo le best practice di sostenibilità ambientale ed entrambe saranno carbon neutral, come prevedono le linee guida del Gruppo Intesa Sanpaolo.

Fabio Fregi, head of Google Cloud Italy: Google ha deciso di aprire due cloud
region in Italia per supportare le aziende italiane nella loro digitalizzazione e nella
definizione delle opportunità di crescita future. Il Memorandum of
Understanding dimostra come possiamo essere partner strategici dei principali
attori del settore finanziario e delle telecomunicazioni”.
Per Google, l’apertura delle due cloud region è importante anche come segnale al territorio ed alle imprese in relazione all’impegno già evidenziato da Aws e da Microsoft.

Massimo Proverbio, Intesa Sanpaolo
Massimo Proverbio, Chief IT, Digital & Innovation Officer Intesa Sanpaolo

L’accordo con Intesa e Tim e la scelta di Intesa di Google per questa tipologia di partnership può aprire a Google la strada per un’ulteriore espansione con nuovi clienti in un settore, il finance, con alti requisiti per quanto riguarda privacy e sicurezza.
“Il Memorandum of Understanding siglato oggi – spiega a sua volta Massimo Proverbio, Chief IT, Digital & Innovation Officer di Intesa Sanpaolo – punta a trasformare Intesa Sanpaolo in una IT digital company capace di fornire a famiglie e imprese servizi altamente innovativi, improntati alla facilità d’uso e alla rapidità di esecuzione”.

La partnership con Tim e Google dovrebbe favorire inoltre la diffusione della cultura digitale del Gruppo, ma anche del Paese. Per sfruttare le risorse messe a disposizione nelle due region Intesa lavorerà, con il supporto del Politecnico di Torino, per alzare l’asticella degli obiettivi raggiungibili grazie a cloud e AI.

© RIPRODUZIONE RISERVATA