Da circa 30 anni Consumer Electronics Show (Ces) apre il calendario “solare” di tutti i più importanti appuntamenti IT, ma se nel 2020 la manifestazione si era potuta svolgere ancora “in presenza”Ces 2021 completa invece il giro del primo anno – e speriamo sia l’ultimo – di eventi che per l’emergenza in corso si sono svolti in modalità completamente virtuale. Per questo sembra marcare ancora di più i cambiamenti in atto. Nessun affollamento quindi agli stand e nelle strade di Las Vegas. Gli alberghi sulla “strip” in questi giorni sono rimasti “vuoti”, come non accadeva da anni, sono sparite le code agli ingressi dei padiglioni perché Ces 2021 si è trasformato in un evento puramente online e in streaming, e sembra diminuito anche il “rumore di fondo” negli annunci: è di sicuro più difficile sortire l’effetto “wow” da remoto che non in presenza, anche per questo sarà più facile, in futuro, ricordare questa edizione per la sua sobrietà.

Ces 2021, tra gli eventi internazionali legati all’IT, è quello che più “soffre” della mancata partecipazione in presenza, per la mancanza di contatto del pubblico con le novità di prodotto e le soluzioni. Non è un caso se quest’anno i numeri parlano di meno di 2mila aziende partecipanti, rispetto alle 4.500 di Ces 2020.

Le aziende dall’11 gennaio (per quattro giorni) si sono impegnate a declinare in modalità rigorosamente virtuale le novità per l’anno che è appena iniziato. Ecco allora gli ambiti su cui converge la maggior parte degli annunci.
L’elettronica di consumo resta protagonista non solo con i televisori ma anche con i nuovi display Oled, Mini Led e Micro Led, gli schermi pieghevoli e arrotolabili, come quello proposto da Tcl, ed impressiona il “ritorno” ad uno sviluppo deciso delle novità nel comparto pc (laptop e convertibili soprattutto, e pc per il gaming).

Tcl - Il display che si srotola come una pergamena
Tcl – Il display che si srotola come una pergamena. Tcl evidenzia l’innovativo processo di fabbricazione con tecnologia di stampa inkjet per una copertura fino al 100% di color gamut con la possibilità di utilizzare i display per TV, dispositivi curvi, dispositivi pieghevoli così come anche ai display commerciali trasparenti.

L’automotive propone nuovi sistemi Adas (Advanced Driver Assistance Systems) per i veicoli a guida autonoma, mentre si registra la crescita dei servizi abilitati dal 5G in un dialogo sempre più stretto tra smartphone e veicoli. In questi ambiti la proposta di Mobileye Trinity, con la soluzione di rilevamento e mappatura Road Experience Management ed il sistema di guida Responsibility-Sensitive Safety (Rss) si è rivelata innovativa ed interessante (foto a seguire). Ma ha un sapore avveniristico anche l’annuncio della collaborazione tra Fiat Chrysler Automobiles e Archer Aviation per la realizzazione di un eVTol, ovvero un velivolo elettrico con decollo e atterraggio verticali, il cui ambito di utilizzo dovrebbe essere proprio il trasporto urbano dei passeggeri per evitare code e traffico (una sorta di taxi volante). 

Un frammento di Road Experience Management in funzione
Un frammento del video di Mobileye relativo al funzionamento di Road Experience Management

Protagonisti sono però anche l’infotainment, la robotica, e si registra attenzione crescente per la cybersecurity e per le nuove applicazioni basate su AI, con l’espansione delle soluzioni basate su sensori (IoT).

Robot, sviluppi promettenti

L’integrazione sempre più stretta di 5Gconnettività evoluta (Wifi 6EAI e ML nei dispositivi in ognuno di questi ambiti, e i passi avanti nello sviluppo dei robot, sono i trend più importanti ed il vero filo rosso da seguire.

Samsung, all’interno della sua proposta di robot domestici presenta Bot Care in grado di utilizzare l’AI per riconoscere e rispondere ai comportamenti delle persone, agendo come un vero e proprio assistente. Il robot è capace di imparare orari, impegni e abitudini per inviare messaggi di remind e aiutare le persone nell’organizzazione della propria vita quotidiana e delle giornate più impegnative.

Samsung Bot Handy, ancora in fase di sviluppo, sfruttando una tecnologia basata sull’AI avanzata, sarà in grado di riconoscere e afferrare oggetti di diverse misure, forme e pesi, agendo come una vera e propria estensione dell’utente e aiutandolo nelle faccende domestiche. Per esempio potrà riconoscere i materiali di cui sono fatti i vari oggetti, applicando quindi la giusta pressione nell’afferrare e muovere le cose che si trovano in casa, per aiutare a sistemare stanze in disordine o a sparecchiare dopo un pasto.

Samsung in occasione di Ces 2021 ha presentato i suoi nuovi robot
Samsung in occasione di Ces 2021 ha presentato i suoi nuovi robot

Samsung ha compiuto una serie di progressi relativi ad ulteriori applicazioni concrete delle tecnologie AI per esempio anche nell’ambito dello sviluppo di Samsung Bot Retail che, come dice il nome, sarà in grado di facilitare gli utenti in ambito retail, e di Gems, un esoscheletro che aiuta negli spostamenti i pazienti con mobilità ridotta.

Scout
Scout, il robot per le ispezioni e il monitoraggio degli ambienti difficili proposto da Moorebot

Tutte innovazioni per avvicinare la robotica alle persone, migliorandone le condizioni di vita grazie alla capacità di adattarsi a una varietà di stili e necessità complesse.

In questa stessa direzione anche la proposta di Moorebot con il robot Scout che può essere utilizzato per monitorare da remoto una casa, un ufficio o un’azienda, o i luoghi più difficili da raggiungere. Alle aziende e negli stabilimenti, per esempio, Scout può risolvere il problema dell’ispezione in aree difficili, compito che altrimenti richiederebbe l’impiego di personale specializzato con i relativi costi. 

Il computing con il 5G per lo smart working

I principali operatori stanno lavorando oggi per offrire una copertura 5G completa nei diversi Paesi, in modo da soddisfare la richiesta non solo di connettività veloce dei device ma anche lo sviluppo di nuovi servizi, mentre è in costante crescita il mercato globale dei dispositivi 5G ready.

Sempre Samsung ha scelto proprio Ces 2021 per la presentazione della prossima generazione di dispositivi Galaxy. Tuttavia la manifestazione ed i vendor sembrano concentrati ad evidenziare le potenzialità delle applicazioni 5G e le possibilità di utilizzo anche per colmare il digital divide con una sempre più stretta integrazione nei dispositivi di utilizzo quotidiano. 

In un anno decisamente sfidante per la pandemia – tanto che le tecnologie per la “casa”, per godere al meglio del proprio ambiente, e per lo smart working sono protagoniste – è alta l’attenzione, per esempio, per l’utilizzo del 5G nella telemedicina e per l’apprendimento, l’assistenza sul campo, in azienda e da remoto.

Lg Gram
Lg Gram

E tornano ad essere protagonisti anche i nuovi dispositivi per il computing con l’undicesima generazione delle Cpu Intel Core. Tra i vendor a rompere gli indugi con l’annuncio dei nuovi notebook è LG che, in occasione di Ces 2021, presenta la nuova lineup di notebook ultraleggeri, gram il suo nome, con il display Ips in formato 16:10 tra 17 e 14 pollici per un peso a partire da appena 999 grammi.

Punta proprio sull’integrazione del 5G nei nuovi laptop anche la proposta di Dell che ha rinnovato l’offerta dei suoi laptop Latitude e ora con Dell Optimizer, prevede l’integrazione nei nuovi modelli di un’applicazione in grado di sfruttare AI e ML per ottimizzare il funzionamento degli applicativi, come della batteria e della connettività.

Dell Optimizer – Il software di ottimizzazione integrato nei laptop Dell sfrutta l’AI per governare le aree critiche del PC a seconda delle modalità d’uso

Il modello di punta della collezione è Latitude 9420, proposto come due-in-uno e disponibile, appunto, con connettività Wifi 6E e chipset modem 5G.

Nei giorni di Ces 2021 sono arrivati inoltre gli annunci di AcerLenovo, Hp e Dynabook. Il produttore coreano, nei giorni precedenti l’apertura della kermesse ha presentato un nuovo chromebook, Acer Spin 514, il primo con cpu Amd Ryzen. Lenovo invece propone il nuovo Yoga 7 AiO con la possibilità di ruotare in verticale il display e annuncia il rilascio dei nuovi smart glasses ThinkReality A3, pensati per le aziende come strumento per la collaborazione intelligente e per migliorare l’efficienza della forza lavoro sul campo.

Lenovo ThinkPad X12 Detachable
Lenovo ThinkPad X12 Detachable

Nel cuore di Ces 2021 arriva l’annuncio di Intel delle nuove Cpu per il business Intel Core VPro di undicesima generazione, Lenovo ha arricchito le sue presentazioni con i nuovi ThinkPad X1, ThinkPad X12 anche Detachable, e ThinkPad Yoga per il pubblico business. 

La produttività da remoto, che ha contribuito in modo sensibile ad innalzare il tempo trascorso davanti al pc, al centro anche degli annunci di HP con le sue soluzioni di computing, per la collaborazione e la “micromobilità”. Tra queste la proposta di HP Elite Dragonfly G2, HP Elite FolioHP EliteBook 840 G8 AeroHP EliteBook x360 1030 e 1040 G8 ed infine HP Elite x2 G8 e la disponibilità del laptop HP Envy 14 anche per il mercato italiano, a partire da marzo.

Lenovo ThinkReality A3
Lenovo ThinkReality A3

Quest’ultimo proposto come laptop per lavorare in modalità smart con un display Ips all’altezza delle aspettative degli utenti che trascorrono sempre più ore davanti al monitor. 

Anche Dynabook punta su Intel Core di undicesima generazione e sull’integrazione della connettività 5G per assicurare la possibilità di lavorare in modo agile ovunque con la migliore connettività, per esempio con la proposta per il mercato aziendale ed education di Tecra A30-J e Satellite Pro L50-J.

Il ruolo delle startup italiane

Ancora protagoniste, come nella scorsa edizione anche nell’edizione online 2021, le nostre startup, con 53 presenze supportate come negli passati da Ice, l’agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane che, dal 2012 ha tra gli obiettivi la promozione dell’imprenditoria innovativa tramite la partecipazione a iniziative internazionali specializzate, attraverso l’Italian Trade and Investment Agency (Ita).

Le startup italiane presenti a questa edizione coprono la maggior parte degli ambiti di interesse e quindi proprio le tecnologie 5G, AR e AI, ma anche stampa 3D, blockchain, cloud computing, IoT, robotica, wearable, progetti per la digital health, per le smart city e quelli per le smart home.

La pandemia sembra non aver rallentato il rinascimento delle imprese innovative, anche grazie al programma sponsorizzato dal governo italiano nel giugno del 2020 (prevede un investimento di 1 miliardo di euro e la creazione di una divisione dedicata all’ecosistema delle startup), e al programma del Mise, Italian Startup Act, con i relativi incentivi fiscali su investimenti e attività di ricerca e sviluppo.

Il robot Reiwa per la pulizia dei pannelli fotovoltaici
Il robot Reiwa per la pulizia dei pannelli fotovoltaici

Ita ha selezionato tra le startup più promettenti Reiwa Engine che ha progettato e realizzato un robot, già pronto per essere industrializzato, in grado di automatizzare completamente la pulizia dei pannelli fotovoltaici superando tutti i limiti fisici dei macchinari attuali. Il progetto si è fatto notare in occasione di Ces 2021 anche perché è stato sviluppato da due giovani ragazzi siciliani con una solida esperienza nel campo dell’ingegneria e del marketing che sono riusciti a sostenere la doppia sfida di fare innovazione a livello internazionale senza abbandonare la loro regione.

DiceCare -
DiceCare – Permette di monitorare le attività dei familiari anziani o in difficoltà sfruttando l’intelligenza ambientale

E’ interessante invece, tra le idee per la smart home la proposta di un’altra startup italiana, DiceWorld, specializzata nello sviluppo di sistemi IoT di design per l’ambiente domestico, che ha proposto nel 2020 il dispositivo Dice Smart, per la gestione dei consumi elettrici, luci ed elettrodomestici in casa, ed il risparmio di energiae quest’anno fa il bis con la proposta DiceCare, che controlla le attività domestiche dei propri cari, per esempio degli anziani, notificando eventuali anomalie tramite app, comunque nel pieno rispetto della privacy. La soluzione monitora le attività domestiche delle persone non autosufficienti per esempio attraverso un’intelligenza ambientale interamente sviluppata da DiceWorld e notifica le anomalie tramite l’app DiceCare, grazie ai dati raccolti dal lettore di attività trasmessi al dispositivo. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA