Semplificare la vita delle persone e rispondere alle emergenze sociali del contesto in cui vivono. E’ questa la finalità di Eskill4Change, l’iniziativa messa in campo da Microsoft e Fondazione Mondo Digitale, che insieme offrono a 10.000 giovani italiani, con particolare attenzione alle donne e al Mezzogiorno, una nuova opportunità di formazione digitale: studenti di 30 scuole di 10 regioni italiane ed in genere giovani tra i 15 e i 24 anni si sfidano nella creazione di soluzioni tecnologiche innovative e accessibili a tutti.

Sostegno all’imprenditorialità e all’innovazione

In ciascuna delle 30 scuole che partecipano all’iniziativa, il programma prevede: una sessione di formazione con esperti Microsoft e coach della Palestra dell’Innovazione della Fondazione Mondo Digitale; l’inizio di un percorso di autoimprenditorialità per ideare, progettare e sviluppare prototipi o servizi smart ad alta accessibilità, da app e siti web per aumentare le potenzialità di un’azienda ad esperienze artistiche fruibili con la realtà immersiva, fino a veri e propri atelier all’interno delle scuole per realizzare abiti e gioielli con strumenti di fabbricazione digitale e ausili su misura per persone con bisogni speciali. Attraverso laboratori di produzione, hackathon e maratone di creatività, gli studenti si sfidano quindi nella creazione di soluzioni innovative per la cittadinanza, sviluppando una nuova forma mentis aperta al cambiamento e vicina ai principi dell’innovazione sociale.

Mirta Michilli, Direttore Generale della Fondazione Mondo Digitale
Mirta Michilli, direttore generale, Fondazione Mondo Digitale

“Con questo progetto ci vogliamo rivolgere in particolare alle donne e ai giovani che vivono nelle regioni del Sud Italia – dichiara Mirta Michilli, direttore generale della Fondazione Mondo Digitale . Siamo infatti convinti che le nuove tecnologie possano rappresentare un acceleratore per lo sviluppo sociale del Paese, uno strumento potente per ridurre differenze di genere, rispondere a bisogni sociali e intervenire in territori difficili dove ancora rimane molto alto il digital divide e il tasso di disoccupazione giovanile”.

Silvia Candiani, Amministratore Delegato di Microsoft Italia
Silvia Candiani, amministratore delegato, Microsoft Italia
“Il 65% degli studenti di oggi sarà in futuro attivo su professioni che ancora non esistono – commenta Silvia Candiani, amministratore delegato di Microsoft Italia . Per sostenere il cambiamento è quindi fondamentale aiutare i giovani ad acquisire quelle competenze che sono e che saranno sempre più richieste dal mercato. Eskills4change nasce proprio con l’obiettivo di promuovere tra i giovani italiani le opportunità che il digitale e le nuove tecnologie possono offrire e i benefici concreti che possono generare nella vita di tutti noi, in termini di inclusione sociale e nuovi servizi per i cittadini”.
© RIPRODUZIONE RISERVATA