L’uso del cloud, la sempre maggiore integrazione dei sistemi e lo smart working consentono oggi una più efficace collaborazione tra colleghi e fornitori all’interno e fuori delle imprese. Ecco perché favorire un ambiente di lavoro moderno, sicuro, dove la condivisione delle informazioni e l’accesso ai dati sia ottimizzata rappresenta oggi non solo un’opzione ma un elemento chiave da introdurre nelle strategie.

Alleanza nel segno della continuità

Danieli, consapevole di queste dinamiche, avvia un piano di digital transformation che vede al centro una nuova piattaforma al servizio della qualità e dell’efficientamento dei processi interni. Un “modern workplace” sostenuto anche dalla volontà di un cambiamento culturale che veicoli l’azienda attraverso le nuove priorità del mercato tecnologico e la sostenga nel rimanere competitiva e pronta alle sfide future del mercato.

Mercato che per Danieli è rappresentato dalla produzione di impianti siderurgici, un settore dove l’azienda opera dal 1914 attraverso un conglomerato di 25 divisioni attive in tutto il mondo, impiegando oggi oltre 9.000 dipendenti a livello globale e realizzando 2,5 miliardi di euro di fatturato.

Il corposo piano di revisione dei processi è reso possibile grazie al supporto di Teorema Engineering. Partner di lungo corso, Teorema collabora con Danieli nello sviluppo di diversi progetti, ciascuno con un preciso apporto per la riuscita complessiva del piano di transformazione digitale della società e attraverso l’apporto di una dozzina di professionisti per coordinare un gruppo di lavoro che arriva a contare a livello internazionale 70 membri distribuiti nelle varie filiali del gruppo.

Approccio integrato e sicurezza

Il supporto di Teorema si concretizza in questo nuovo progetto attraverso la migrazione delle postazioni tramite Easy Workplace, sfruttando le potenzialità delle applicazioni di communication e collaboration di Office 365, portando la divisione Ict a sviluppare un approccio completamente diverso, che punta su semplicità d’uso, versatilità e immediatezza. Una piattaforma integrata che ruota intorno alle persone e ad una nuova modalità di erogazione dei servizi improntata sull’ascolto delle reali esigenze dei dipendenti.

La migrazione con Easy Workplace coinvolge circa 6.500 postazioni, tra scrivanie tradizionali per uffici e desktop dedicati alla progettazione meccanica, da un ambiente Windows 7 a un ambiente Windows 10, con tutte le applicazioni per la produttività e la collaboration della piattaforma Microsoft. Non si tratta di un semplice upgrade del software ma della creazione di un approccio completamente nuovo alle attività quotidiane, con un livello di accessibilità ai vari applicativi mai raggiunto.

La sicurezza è parte integrante della user experience e deve essere massima, ma senza bloccare o limitare gli accessi autorizzati. Tra i processi implementati, quindi, la connessione automatica alle reti fino all’autenticazione biometrica sui sistemi, lavorando per eliminare la pratica dell’inserimento di Pin o password.

Danieli – Sviluppo del nuovo modello di “modern workplace”

Rovesciamento di paradigma

In Danieli il progetto porta oggi ad un rovesciamento di paradigma nell’elaborazione della nuova infrastruttura. Se prima infatti l’azienda interveniva limitandosi ad impedire azioni potenzialmente dannose, ottenendo come effetto collaterale l’inibizione della condivisione e della collaborazione, ora il primo passo è verificare l’impatto del blocco sulla user experience cercando le soluzioni migliori, coerenti con le aspettative delle risorse umane. 

A meno di due anni dall’inizio del progetto, Easy Workplace è stato distribuito su oltre tremila postazioni, circa il 65% dell’utenza di Danieli interessata dalla migrazione. Oggi in Danieli si lavora meglio, in modo più efficiente, rapido, proattivo ma allo stesso tempo sicuro. 

Il progetto sviluppato per Danieli è andato oltre le aspettative dell’azienda e garantisce oggi ai dipendenti accessibilità agli strumenti di collaborazione e condivisione, grazie a un  nuovo approccio dei servizi informatici, che ora ruotano intorno alle persone. 
La nuova configurazione dei servizi prevede inoltre un approccio proattivo dei membri del team di Teorema che ora affiancano gli utenti business per comprendere in che modo ciascun processo possa essere ulteriormente migliorato. In linea con questa strategia, l’intera infrastruttura è stata concepita per continuare a evolvere man mano che vengono sviluppati i pacchetti Microsoft o nascono nuove soluzioni integrabili con il sistema.

Danieli - stabilimenti
Danieli – Gli stabilimenti di Buttrio (Brescia)

Per saperne di più, scarica il whitepaper “Case History – Danieli

“What’s next?” quando si parla di futuro.
Non perdere tutti gli approfondimenti della Rubrica WhatsNext

© RIPRODUZIONE RISERVATA